facebook_pixel
Asma e allergie? Scegli il gin tonic

Asma e allergie? Scegli il gin tonic

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Per chi soffre di febbre da fieno sono sconsigliati vino e birra e un buon G&T potrebbe essere la soluzione per bere un drink senza peggiorare la salute

Abbiamo detto sovente delle doti taumaturgiche del nostro amato Gin Tonic. È un ottimo diuretico, aiuta a liberare il naso, in dosi controllate potrebbe perfino essere un piacevole alleato per la dieta. Mai avevamo affermato che potesse perfino curare asma e riniti allergiche. In effetti, non è esattamente così, ma da quando il giornale britannico The Independent ha lanciato la notizia tutti gridano al miracolo. E noi non possiamo che accordarci al coro dei miracolati, se non altro perché ci piace il Gin Tonic.

Il Gin Tonic non causa peggioramenti in caso di riniti allergiche

Ma bisogna essere concreti e ammettere la realtà: non è esattamente così. Quello che avrebbe dichiarato un esperto dell’Asthma UK – l’ente britannico che studia e diffonde informazioni riguardanti l’asma – è che bisogna ben guardarsi da bevande alcoliche come vino e birra. Lo studio infatti dimostra che più del 64% dei malati di asma afferma che l’alcol può rendere le loro allergie peggiori e questo è causato da due sostanze chimiche in esso presenti: istamina e solfiti, contenuti in livelli elevati appunto in vino e birra. D’altra parte, chi è allergico lo sa bene: cosa si compra in farmacia per lenire i sintomi? L’antistaminico, esatto!

Il Gin Tonic invece si può bere a cuor leggero, perché gli spiriti chiari come il gin e la vodka non contengono solfiti (salvo rari casi, dichiarati regolarmente in etichetta). Senza contare il contenuto scarso di istamine. In altre parole, seppure non è dimostrato che il Gin Tonic curi asma e allergie, certamente non le peggiora e può essere bevuto – responsabilmente – a cuor leggero.

Allo stesso modo, anche nel mondo della gastronomia bisogna distinguere fra i cibi con elevate concentrazioni di istamina e quelli che invece aiutano a star meglio perché meno “pesanti” da gestire per l’organismo degli asmatici e allergici cronici. No, quindi, alle carni stagionate, affumicate o in scatola, tra cui pancetta, salame e tonno, così come i formaggi dalla struttura più complessa quali stilton, cheddar, camembert e parmigiano.

Piuttosto, per lenire asma e febbre da fieno bisognerebbe optare per carne fresca e pesce e formaggi freschi come la ricotta e la mozzarella. L’abbinamento perfetto per asmatici e allergici, quindi, potrebbe essere una bella tartare o un ceviche di pesce (non pesci grandi, come tonno e salmone, perché contengono alte concentrazioni di metalli pesanti, tanto per non farci mancare niente), ovviamente innaffiati da un ottimo G&T.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2016 ilGin.it Tutti i diritti riservati

89ecb403533fd316f431142a29468027VVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVV