Ginabolario – Le parole del Gin: GINnico

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Tre buoni motivi per i quali il gin è ginnico, scoprili con il nostro Ginabolario di oggi!

GINNICO: Il gin è ginnico per ben tre motivi, l’avresti mai detto?

Il primo motivo deriva dal fatto che la ginnastica è associata al mondo del benessere, della cura del corpo, della salute. E ben sappiamo che il gin nasce nell’ambito della medicina: i distillati infusi con le erbe sono in parte nati grazie a studi di farmacisti e chimici che cercavano i modi migliori per estrarre e somministrare i principi attivi delle piante officinali.

L’associazione al benessere fisico è anche più netta se parliamo di Gin Tonic: l’acqua tonica si chiama così proprio perché è nata come “tonico”, cioè come medicinale per la cura della malaria grazie al chinino, troppo amaro per essere somministrato da solo. Sia ben chiaro che non voglio sostenere che bere litri di Gin Tonic sia curativo per il fisico, l’eccesso non è mai consigliabile, ma un bel Gin Tonic ogni tanto, fatto bene con poco gin e di qualità, ha molte meno conseguenze negative della maggior parte degli altri cocktail a base di superalcolici. Ovviamente bere consapevolmente e responsabilmente è imprescindibile!

Avresti mai associato il Gin a GINnico?

L’acqua tonica si chiama così proprio perché è nata come “tonico”

L’acqua tonica si chiama così proprio perché è nata come “tonico”

Il secondo motivo è per l’associazione con le gare ginniche: esistono tantissime competizioni in tutto il mondo che premiano i migliori gin e i migliori bartender e i loro cocktail. Come nella ginnastica i produttori e i bartender si allenano, si sfidano, sudano sangue per ottenere i riconoscimenti più prestigiosi. La corsa alle medaglie d’oro è più che mai accesa man mano che i concorrenti si moltiplicano così velocemente come negli ultimi anni!

E infine il gin è ginnico perché si mette a nudo! La parola “ginnico” infatti deriva dal greco “γυμνός” che significa “nudo”. Il gin è un distillato puro, trasparente, che dà tutto se stesso a chi sa assaporarlo. Ha i suoi profumi e la sua corposità, nasconde tra le pieghe della “pelle” i sentori delle botaniche che lo caratterizzano, come quei punti segreti del corpo umano che non basta la semplice nudità per scoprirli, ma richiedono anche una profonda intimità con chi guarda, tocca e assapora il corpo di un altro.

Il gin mette anche a nudo chi lo beve: dal Gin Tonic preferito di una persona è possibile dedurre molte cose sul suo carattere. Io per esempio amo i gin molto secchi e infatti, non solo nel bere, ho gusti più maschili che femminili; non disdegno i sapori fruttati, ma mi stomacano, preferiscono nettamente quelli molto secchi. E fra tutti i Gin Tonic il mio favorito in assoluto è con il peperoncino, piccante al punto da non poter essere bevuto da molte altre persone, e io sono un fuoco, chi mi conosce sa cosa intendo! 😉

Non per nulla un bravo bartender riesce bene nel suo lavoro se è arguto nel capire in fretta che tipo è il cliente che ha di fronte! E a voi cosa piace ordinare al vostro bartender di fiducia?

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

b473dc7f206a9b06ac0388135e1fac95vvvvvvvvvvvvvvvvv