Bombay Sapphire lancia The Glasshouse Project per i bartender del futuro

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

The Glasshouse Project è la nuova iniziativa di Bombay Sapphire dedicata ai bartender ed è diversa da qualunque cosa mai vista prima

The Glasshouse Project di Bombay Sapphire è cominciato a Londra a inizio settembre con un worshop dal quale è stato subito evidente il nuovo differente approccio del brand verso i bartender. Condotto da Marcis Dzelzanis del Sager & Wilde di Londra, il seminario ha infatti messo assieme dodici fra i migliori bartender del mondo con professionisti di settori anche molto diversi, ad esempio la tecnologia, il design, il cinema e la cucina.

Idee e innovazione per i bartender con The Glasshouse Project di Bombay Sapphire

Un momento del workshop di Bombay Sapphire

Un momento del workshop di Bombay Sapphire

Il workshop è solo la prima delle tre iniziative comprese nel Glasshouse Project, che prevede un ulteriore lavoro sulle capacità e conoscenze dei bartender e finirà con una mostra che si terrà alla bellissima distilleria inglese del brand, la Laverstoke Mill Distillery, dove verranno esposti i risultati ottenuti durante il seminario. Nel frattempo i partecipanti, che già hanno fatto esperienza di teatro immersivo, food pairing improbabile e tanto altro, lavoreranno con i brand ambassador di Bombay Sapphire e aiuteranno nell’organizzazione degli eventi dell’azienda.

Julian Davies, global marketing Manager di Bombay Sapphire, ha spiegato che il brand voleva offrire ai migliori bartender qualcosa che fosse completamento diverso dal solito e che non fosse una gara, si sono chiesti cosa avrebbero potuto insegnare a chi già è ai livelli più alti nel mestiere, hanno cercato di capire come rendere interessante questo apprendimento e hanno quindi trovato un modo per essere di ispirazione ai bartender e per aiutarli nella creazione di idee nuove. Volevano uscire dai confini attuali del mondo dei cocktail e al progetto vi hanno lavorato i team di Bombay Sapphire di tutto il mondo.

The Glasshouse Project, secondo Davies, è decisamente ambizioso, ma è specchio della creatività che il brand impersona globalmente. Inoltre, in quanto leader della categoria del gin, Bombay Sapphire si è sempre prodigato per supportare la comunità dei bartender, e spingerli a dare una svolta all’esperienza dei consumatori è parte della sua missione.

 

Fonti:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2017 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

4f5d19c67fdab27efdc6d4a843fdff8b$$$