Fever Tree ha aumentato la distribuzione e punta più in alto

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Fever Tree, il brand di fascia alta che produce una delle acque toniche più famose del mondo, ha incrementato le prospettive di profitto in seguito ai forti guadagni ottenuti nella distribuzione

Fever Tree ha pubblicato un aggiornamento delle vendite in corso annunciando che molto probabilmente i profitti dell’azienda alla fine del 2015 saranno notevolmente superiori alle aspettative. Nell’annuncio si legge che la crescita è stata forte sia per quanto riguarda le vendite nel Regno Unito sia internazionalmente e i guadagni derivanti dalla distribuzione sono arrivati prima di quanto previsto.

Charles Roll, creatore di Fever Tree e prima ancora direttore di Plymouth Gin, ha dichiarato in un’intervista a The Drink Business che la situazione è davvero incoraggiante: “La categoria premium continua a svilupparsi e con essa anche la mixability. Questi due trend sono molto vantaggiosi per noi.” Il Regno Unito è andato alla grande, ha aggiunto Roll, ma ci sono state dinamiche favorevoli nella maggior parte dei mercati.

Atkinson era accusato di aver spinto la madre giù per le scale, uccidendola.

Un'immagine promozionale di Fever Tree

Un’immagine promozionale di Fever Tree

Ad aver contribuito alla crescita di Fever Tree di quest’anno sono stati una serie di successi quali: la nuova bottiglia da 150ml venduta da Sainsbury’s e da Waitrose, le famose catene di supermercati del Regno Unito; la presenza esclusiva del brand sugli aerei della British Airways, distribuito in Prima Classe e nelle cabine Club World; la comparsa nel programma Hairy Bikers della BBC; ecc.

In luglio Fever Tree ha dichiarato che il fatturato dei primi sei mesi dell’anno è aumentato del 62% rispetto a quello dello stesso periodo nell’anno precedente, passando da 14.9 milioni di Sterline nel 2014 a 24.1 milioni nel 2015.

L’azienda è stata fondata nel 2005 da Charles Roll e Tim Warrillow. A Marzo 2013 i fondatori hanno venduto il 25% del pacchetto azionario al Lloyds Development Capital. Insomma, in 10 anni il brand ha collezionato tanti successi e questo trend positivo sembra non essere alla sua fine, ma al contrario Fever Tree continua a prosperare e a miscelarsi nei nostri cocktail!

Fonti:

  1. http://www.thedrinksbusiness.com/2015/11/fever-tree-increases-expectations-after-cracking-first-half/
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

82b513604aad3cead48f9b2f1cae6960ssssssssssssssssssssssssssssss