Greedy Gin cambia abito… anzi, si sveste!


Greedy Gin è il gin italiano ghiotto, avido, bramoso esoso e ingordo e non si accontenta di avere sempre lo stesso vestito e quindi presenta ora il nuovo packaging. I creatori, infatti, quando partirono con il progetto di The Greedy Gin si erano prefissati l’obiettivo di rinnovare l’abito esterno del gin ogni due anni e mezzo. Ormai questi due anni e mezzo dalla nascita del gin padovano sono passati e vi presentiamo la nuova bottiglia.

#greedysisveste

Ci eravamo ormai abituati alla bottiglia bianca di The Greedy Gin, creato da About Ten, ma ora è stata spogliata del suo colore e si presenta in tutta la sua trasparenza per mettere a nudo la chiara trasparenza del distillato. Lanciato con l’hashtag #greedysisveste, il nuovo packaging mostra l’anima del gin, la quale non è cambiata in tutta la sua ghiottoneria.

The Greedy Gin nel nuovo packaging #greedyginsisveste

La prima bottiglia di The Greedy Gin

Il distillato è sempre lo stesso, un gin profumato dove le caratteristiche organolettiche delle botaniche si mantengono forti, senza diluizioni o filtrazioni. The Greedy Gin è ancora il gin complesso e aromatico che ben conosciamo, dove le note agrumate, floreali e balsamiche dei tanti ingredienti si susseguono uno dopo l’altro stimolando il palato. Sulla bottiglia resta la citazione di Maupassant: “Solo gi imbecilli non sono ghiotti, si è ghiotti come poeti, si è ghiotti come artisti”.

Le botaniche sono diciotto, di cui sedici vengono macerate e distillate in inghilterra, mentre le altre due vengono aggiunte in Italia dove avviene l’affinamento e l’imbottigliamento. I tempi di produzioni di the Greedy Gin sono piuttosto lunghi, dai 90 ai 100 giorni e la produzione in questi due anni è passata da 500 litri al trimestre a 750 litri (poco più di mille bottiglie). Il successo di questo gin è straordinario e ha già raggiunto altri Paesi d’Europa. Noi gli auguriamo di continuare così e sempre meglio anche nella sua nuova veste, anzi, senza la sua vecchia veste!

God Save the Gin! #greedysisveste

Leggi la scheda di The Greedy Gin su L’enciclopedia del Gin

Potrebbe interessarti...