Le novità di luglio: gin vegano, biologico o alla panna?

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Vi presentiamo i gin di questo mese e sono tutti gin che vogliono far parlare moltissimo di sé. Enjoy and God Save the Gin!

I gin di questo mese sono tutti davvero particolari. Partiamo con Indian Sun Premium Gin, un gin vegano che donerà in beneficenza parte dei ricavati, poi vi presentiamo Pollination Gin, con botaniche provenienti dalla Dyfi Biosphere Reserve, patrimonio dell’Unesco, per finire con The Wrecking Coast Gin with Cornish Clotted Cream, cioè il gin con panna rappresa della Cornovaglia. Se cercate qualcosa di particolare, questo è il mese giusto!

I gin di luglio, parola d’ordine: originalità!

Indian Sun Premium Gin

Indian Sun Premium Gin

Indian Sun Premium Gin: Matt Hepplewhite, ex ragioniere, ha creato un nuovo gin artigianale e vegano, distillato da John Walters con un alambicco di rame a collo di cigno. Fra le botaniche: ginepro, coriandolo, scorze fresche di agrumi, mandorle tritate e erbe di proprietà. Metà dei profitti andranno alla Born Free Foundation, in particolare per il progetto di creare un santuario per gli elefanti in Europa. Questa causa sta molto a cuore a Hepplewhite che spera di diventare il più grande brand del mondo e donare sempre di più alla Fondazione. Secondo lui gli elefanti sono stati maltrattati troppo e troppo a lungo e per questo motivo le future generazioni guarderanno alla nostra con disprezzo, ecco perché ha scelto di donare addirittura il 50%. Indian Sun Premium Gin ha una gradazione del 40% e costa all’incirca 30£ per ogni bottiglia da 70cl.

Pollination Gin: La Dyfi Distillery, allocata nel Galles centrale, ha lanciato Pollination Gin, composto di 20 botaniche di cui 19 vengono raccolte nella Dyfi Biosphere Reserve, un bellissimo parco protetto dall’Unesco. La distilleria è nuovissima, creata a marzo 2016 dai fratelli Pete e Danny Cameron, e produce già anche un altro gin, Original Gin, in commercio solo nei dintorni e anch’esso in parte prodotto con botaniche della Riserva. I due gin sono prodotti con due alambicchi personalizzati, creati in Colorado per “distillare con precisione” e ognuno produca all’incirca 100 bottiglie alla volta. Pollination Gin è nato per rappresentare anche il lato più selvaggio della valle e “per celebrare il ciclo della natura”, infatti contiene botaniche floreali come la camomilla, l’olmaria, i fiori di biancospino, di sambuco e di ginestra. Su ogni bottiglia è scritta la stagione di distillazione e il numero del lotto e della bottiglia.

Pollination Gin

Pollination Gin

The Wrecking Coast Gin with Cornish clotted cream

The Wrecking Coast Gin with Cornish clotted cream

The Wrecking Coast Gin with Cornish Clotted Cream: La Wrecking Coast Distillery, micro-distilleria della Cornovaglia, ha lanciato il suo prodotto inaugurale, un gin con una gradazione dell 44%, fatto con panna rappresa fresca, 12 botaniche selezionate a mano e acqua di fonte della Cornovaglia. Viene utilizzato un alambicco sottovuoto di vetro soffiato artigianalmente, “iStil”, in grado di distillare lo spirito neutro e la panna rappresa creando un gin chiaro che mantiene i sapori della panna e la sua consistenza vellutata. Il master distiller Avian Sandercock si è infatti affidato agli alambicchi controllati da computer dell’azienda olandese Odin per poter ottenere il giusto sapore della panna. Le bottiglie da 70cl hanno un costo di circa 37.50£, mentre quelle da 35cl di circa 24£.

Fonti:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

0de351474268c8b44da5ace183b792ca%%%%%%%%%%%%%%%%%%