Monkey 47: cosa ci serba il futuro con Pernod Ricard?

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Pernod Ricard a fine gennaio ha acquisito gran parte delle azioni di Monkey 47, ma l’azienda ancora non vuole rivelare che cosa ha in mente per il futuro del famoso gin tedesco

Pernod Ricard Deutschland ha acquisito Monkey 47, il famoso dry gin prodotto nella Foresta Nera, in Germania. L’accordo con la Black Forest Distillers GmbH è stato firmato a Berlino il 28 Gennaio 2016, segnando un importante passo per l’azienda francese, leader nell’ambito dei gin premium. Pernod Ricard infatti è il produttore di Beefeater, Plymouth e Seagram gin.

Il costo dell’acquisizione e le percentuali dello shareholding non sono state rivelate.

“Sin dal 2011 ammiriamo lo sviluppo di Monkey 47 e siamo contenti di poter plasmare il futuro di questo fantastico brand assieme al nostro partner,” ha dichiarato Alexandre Ricard, CEO di Pernod Ricard. “Ci sono momenti nella vita in cui ti rendi immediatamente conto di aver trovato un gioiello. E Monkey 47 è un gioiello, che rispecchia perfettamente la crescente richiesta mondiale di gin artigianali con forti legami con le proprie radici. Condividiamo gli stessi valori che hanno portato Monkey 47 al successo, quali l’autenticità, lo spirito imprenditoriale e la passione per la qualità.”

Monkey 47 viene acquisita da Pernod Ricard che la aggiunge alla gamma insieme a Beefeater, Plymouth e Seagram

Il Monkey 47 in un'immagine promozionale

Il Monkey 47 in un’immagine promozionale

Alexandre Stein, CEO di Black Forest Distillers, ha invece commentato: “La partnership con pernod Ricard è stata una scelta personale. L’azienda condotta da Alexandre Ricard si distingue soprattutto per il forte carattere imprenditoriale, un’organizzazione decentralizzata e per la presenza globale. Pernod Ricard è un compagno che rispetta la passione per i brand, li vive e li ritiene essenziali.”

Sicuramente è significativo il fatto che un colosso come Pernod-Ricard da tempo stia pensando di investire in un gin artigianale, anche se Monkey 47 vanta già una notevole approvazione da parte del pubblico. Siamo tutti curiosi di sapere che cosa ha in serbo l’azienda francese, ma il CEO è restio a rivelare che cosa bolle in pentola. Si è limitato a dichiarare che loro sono sempre in cerca di opportunità che, al giusto prezzo, possano apportare valore all’azienda. Sono consapevoli di quali sono le aree del loro business in cui non sono competitivi, ma non hanno nessuna intenzione di rivelarle. Di certo l’interesse a ricoprire il ruolo di leader nell’ambito degli spiriti artigianali ce l’hanno.

Staremo a vedere e aspettiamo la prossima mossa loro e degli altri grandi del settore. In the meantime… God Save the Gin!

Fonti:

  1. http://www.thespiritsbusiness.com/2016/02/pernod-ceo-quiet-over-future-acquisitions/
  2. http://www.thespiritsbusiness.com/2016/01/pernod-ricard-buys-majority-stake-in-monkey-47/
  3. http://www.thedrinksbusiness.com/2016/01/pernod-buys-majority-share-of-monkey-47/
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

14a280f630ea7329c640bc603e80fda8\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\