Pinkster Gin, un milione di Sterline con il crowdfunding

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Pinkster Gin ha avviato una campagna per raccogliere investimenti che ha superato ogni aspettativa nel giro di pochissimo tempo

Pinkster Gin, brand sempre più popolare nel Regno Unito, è prodotto a Cambridge da Ginmeister ed è caratterizzato dal colore rosa dovuto all’infusione di lamponi. Ad aprile 2016 aveva lanciato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Growthdeck con l’intento di raccogliere 600.000£ da investire nell’espansione del marchio in Inghilterra e nei mercati internazionali. L’iniziativa ha avuto un successo strepitoso e nel giro di sole sei settimane l’obiettivo era già stato ampiamente superato. Ora, terminata la campagna, Pinkster Gin è riuscito a racimolare ben 956.500£ attirando in totale 86 investitori.

Il successo della campagna di Pinkster mostra quanto sia fertile per gli investimenti tutta l’industria del gin

Immagine promozionale della campagna di finanziamento di Pinkster Gin

Immagine promozionale della campagna di finanziamento di Pinkster Gin

Un risultato incredibile anche da quanto dichiarato da Stephen Marsh, fondatore e managing director di Pinkster, che ha sottolineato quanto ciò sia importante anche per la categoria del gin in generale perché in molti sono disposti ad investire su di essa. Si tratta di una grande soddisfazione per il brand, che ha dimostrato di avere un modello di business valido e un prodotto peculiare di valore.

Grazie ai finanziamenti ottenuti dalla campagna di crowdfunding Pinkster Gin potrà incrementare il proprio business investendo in un aumento del personale, nel marketing e nell’ottimizzazione dei processi produttivi e delle infrastrutture. La priorità però rimane quella di espandere il brand all’estero, infatti è già stato firmato un accordo per la distribuzione di Pinkster Gin negli Stati Uniti attraverso la British Bottle Company.

Gary Robbins, co-fondatore di Growthdeck, è soddisfatto dell’interesse suscitato negli investitori dalla campagna di crowdfunding, soprattutto considerando che la piattaforma è ancora piuttosto nuova. Avevano identificato Pinkster come un’azienda dall’alto potenziale di crescita non solo perché lavora in un mercato in espansione, quello del gin, ma anche perché si tratta si un’azienda ben strutturata e che lavora bene, al punto da essersi creata in breve tempo un ottimo network di distribuzione. Il risultato della campagna sembra concordare con quest’analisi preliminare ed è molto promettente sia per il futuro di Pinkster sia per quello della piattaforma Growthdeck.

Complimenti a Pinkster e God Save the Gin!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

3393a897b72c407d6efc7bcedf057cb6????