The P(our) Symposium: l’evento per bartender annuncia la terza edizione


The P(our) Symposium è un evento di due giorni, che riunisce bartender professionisti da tutto il mondo e durante il quale si tengono diversi dibattiti su tematiche contemporanee. L’argomento annunciato per questa terza edizione è “la perfezione” e il simposio si terrà a Parigi il 3 e 4 giugno presso Le Palais de Tokyo, una nuova location in grado di ospitare il 30% in più di partecipanti. Precedentemente sono stati dibattuti i temi “il bartender moderno” durante la prima edizione e “le questioni di genere” durante la seconda.

La perfezione si connette al lavoro del bartender in modi che potremmo non aver mai immaginato

The P(our) Symposium nasce nel 2016 grazie ai noti ex bartender del bar londinese Artesian, Alex Kratena e Simone Caporale, con la collaborazione di Monica Berg (Oslo), Jim Meehan (New York), Ryan Chetiyawardana e Xavier Padovani (Londra), Joerg Meyer (Amburgo). La “bartender collective” è un’associazione no-profit che ha l’obiettivo di “creare una comunità olistica per il settore delle bevande a livello globale”.

A Parigi, nella nuova location, si terranno conferenze, workshop e dibattiti tenuti da professionisti del settore dei drink e di personalità provenienti da altri settori, dimostrando la volontà di collaborare fra professionalità differenti. Il fine sarà “esaminare il rapporto fra il settore dei drink e la perfezione e la sua capacità di dettare il percorso per così tante persone”. Monica Berg ha commentato: “The P(our) Symposium è fatto per creare un mix di emozioni e quest’anno non sarà da meno, poiché parlare di perfezione sarà ugualmente motivante grazie alla scoperta di connessioni personali con la perfezione che potremmo non aver mai preso in considerazione prima. Il nostro settore continua a crescere e così le persone che ne fanno parte, quindi siamo davvero convinti che il mondo sia pronto per affrontare un tema così grande e filosofico.”

Per maggiori informazioni su P(our) Symposium visita il sito https://pourdrink.org/

 

Fonti:


Potrebbe interessarti...