facebook_pixel

I gin del Gin Day: Salviamo gli Elefanti con Elephant Gin

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

elephant gin

Quando bere gin non è solo un piacere per il corpo, ma anche per la coscienza: con Elephant Gin aiutiamo a salvare gli elefanti africani

Elephant Gin è da tempo uno dei gin che più apprezzo e ho avuto modo di provarlo molte volte e di parlare con il distiller al Junipalooza di Londra, eppure fino ad ora non avevo mai scritto molto al riguardo. Si tratta di un gin molto interessante non solo per il suo gusto complesso e allo stesso tempo morbido, che riesce a bilanciare note fruttate, floreali e speziate assieme senza perdere il sapore di ginepro che ogni London Dry dovrebbe avere, ma anche per le bellissime iniziative che sostiene per la salvaguardia degli elefanti in Africa.

Il 15% dei ricavati dalle vendite di Elephant Gin viene devoluto per la salvaguardia degli elefanti

Elephant Gin

Sin dalla sua nascita nel 2013, infatti, Elephant Gin devolve il 15% dei ricavati dalla sua vendita a due fondazioni non a scopo di lucro: la Big Life Foundation che protegge dall’inquinamento alcune zone dell’Africa dove vivono gli elefanti, molto attiva soprattutto in Kenya e in Tanzania, e la Space For Elephant Foundation, che protegge la fauna del Sud Africa coinvolgendo anche la popolazione locale e ricreando i percorsi migratori che andarono persi quando le riserve di caccia furono recintate.

Solo questo week-end Elephant Gin a -10% su GinShop!

Elephant Gin viene prodotto artigianalmente in Germania con metodo “one shot” in piccoli lotti. Ogni lotto porta il nome di un elefante salvato dalle fondazioni o di un elefante famoso in Africa. Vi vengono infuse botaniche particolari provenienti dall’Africa quali il frutto del baobab del Malawi, la pianta Buchu del Sudafrica, simile al ribes nero, e l’artemisia Sudafricana che dona al gin il suo sentore floreale e secco al contempo. Oltre al ginepro e alla buccia d’arancia, fra le altre botaniche troviamo aghi di pino, zenzero cinese, mele tedesche e una pianta denominata Coda di Leone.

Per saperne di più leggi la nostra scheda di Elephant Gin

Al Gin Day 2016 era possibile vedere anche il nuovo Elephant Sloe Gin. Di questa versione Sloe Gin sono state prodotte anche 1.500 bottiglie in edizione limitata decorate con gioielli di perline creati dalla tribù Maasai del Kenya, che possono essere tolti dalla bottiglia e utilizzati come braccialetti o collane. Tutte le bottiglie di Elephant Gin, comprese quelle di Sloe Gin sono personalizzate con etichette scritte a mano, sono lavorate a sbalzo con lo stemma del brand e vengono sigillate con un tappo di sughero naturale.

I fondatori del brand, Tessa e Robin Gerlach, da tempo progettavano nuovi modi per far crescere ulteriormente il brand continuando a mantenere il focus sull’Africa. Elephant Gin è nato proprio con l’intento di raccogliere fondi per le cause che stanno loro a cuore e ogni loro sforzo è incentrato sulla protezione degli elefanti della flora e fauna locale. Il tutto sempre nel rispetto dei metodi artigianali e delle antiche tradizioni delle popolazioni del Kenya e del Sud Africa.

Enjoy and God Save the Gin… and the Elephants!

Elephant Sloe Gin
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2016 ilGin.it Tutti i diritti riservati

a870cc104ef0b4fc467e12afee7a1be8FFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF