Aviation cocktail: la storia di un grande classico

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

L’Aviation cocktail è un grande classico della mixology e la sua storia è affascinante e inaspettata e comincia cento anni fa a New York…

Tra i gin di cui volevo parlare oggi c’è Sipsmith e, esplorando il sito Internet della distilleria ho visto una serie di articoli che celebrano la storia dei cocktail che hanno fatto la storia. Ho deciso quindi di raccontarvi gli incredibili anni del Proibizionismo e la nascita del favoloso Aviation cocktail dal punto di vista di uno dei gin più rinomati di Londra, Sipsmith.

Siamo agli inizi del ‘900 e gli aeroplani erano ancora un sogno che i fratelli Wright stavano iniziando ad esplorare con i loro primi voli di pochi minuti. Che l’uomo potesse librarsi in cielo come un uccello era ancora l’utopia di pochi visionari, ma è in questo contesto che nasce il grande classico Aviation cocktail.

Dagli primi del ‘900 a oggi l’Aviation ne ha fatta di strada e ha cambiato colore…

La copertina di Recipes for Mixed Drinks

La copertina di Recipes for Mixed Drinks

Ci troviamo a New York, al bar del Wallick Hotel, dove il capo bartender Hugo Ensslin sta scrivendo uno degli ultimi libri sui cocktail pubblicato prima dell’inizio del Proibizionismo americano. Recipes for Mixed Drinks uscì nel 1916 ed è il primo volume della storia in cui è stata scritta la ricetta dell’Aviation cocktail.

Guardando l’Aviation cocktail così come è adesso viene da chiedersi il perché della scelta di un nome che richiamasse il volo, ma la ricetta di oggi è diversa dall’originale, che prevedeva l’uso del liquore alla violetta. Questo profumato ingrediente non dava semplicemente un gusto dolcemente floreale al mix, ma gli donava anche un bellissimo colore azzurro cielo. Il vantaggio della perdita di questo liquore è che ora nel più comune Aviation cocktail sono messe meglio in risalto le peculiarità del nostro amato gin.

Fu nel 1930 che venne pubblicato il Savoy Cocktail Book di Harry Craddock con la ricetta a base di gin, succo di limone e liquore al maraschino. Del resto siamo ancora in pieno Proibizionismo, iniziato dieci anni prima e destinato a finire tre anni dopo. In questi anni di gangster e atmosfere noir non tutti gli alcolici riuscivano a circolare clandestinamente negli Stati Uniti e il liquore alla violetta era introvabile. Negli anni ‘60 era ancora irreperibile e quindi, semplicemente, l’ingrediente base del Aviation cocktail venne dismesso e i bartender rinunciarono definitivamente al caratteristico colore blu del drink.

Acquista Sipsmith su ginShop per il tuo Aviation

Questo fino a pochi anni fa. Nel 2007, infatti, Rothman & Winter fu la prima azienda a ricominciare a produrre e distribuire una crème de violette e alcuni bartender hanno quindi ripreso in mano la ricetta originale del Aviation cocktail. Non è facile trovarlo fatto in questo modo, ma è possibile. Se volete farvelo a casa in vero stile dei primi del ‘900, questa è la ricetta:

  • 60ml Sipsmith London Dry Gin
  • 10ml liquore al maraschino
  • 15ml succo di limone fresco
  • 10ml crème de violette

Mettete tutti gli ingredienti in uno shaker pieno di ghiaccio. Agitate bene e poi filtrate in una coppa fredda. Decorate con una ciliegia sotto spirito o con una scorza di limone.

Se proprio non avete a portata di mano la crème de violette usate 20ml di liquore al maraschino. Il risultato è comunque ottimo, ma vi tocca rinunciare alle dolci note floreali e al bellissimo colore azzurro.

Ti mancano i Bar Tools? Sono sul GinShop!

 

Fonte:

Aviation cocktail

Aviation cocktail

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2017 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

953526089f8fc84fea70390f87995e50xxxxxxxxx