Bicchierini da mangiare… e da abbinare

Bicchierini da mangiare… e da abbinare

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Quattro facili ricette di aperitivi di bicchierini salati per abbinare al cibo il nostro drink preferito, il gin, con i suoi botanical

Scorrendo le pagine di Facebook leggo che gli amici di Bargiornale hanno organizzato la giornata dell’aperitivo, in occasione della prima tappa di Baritalia del 2017, a Torino. Purtroppo non ci saremo, ma il tema mi ha fatto pensare ai nostri aperitivi e a cosa mi piace servire ai miei ospiti, quando voglio divertirmi. Un gioco carino è quello di utilizzare i bicchieri, per creare creme e salsine da abbinare, grazie ai botanical, ai gin più aromatici.

Gli abbinamenti gustosi della nostra Gin Lady

Bicchierino di mozzarella di bufala, pomodoro e basilico: un grande classico che non manca mai nelle nostre feste, grazie alla sua popolarità e semplicità. È sufficiente frullare una buona e freschissima mozzarella di bufala con un filo d’olio e se serve un goccio di latte, regolare di sale e di pepe, quindi posizionare la crema ottenuta sul fondo di un bicchiere. Per completare, una generosa cucchiaiata di pomodorini tagliati in quarti e conditi con pomodoro, sale, rosmarino e olio, insomma, come se fossero pronti per una bruschetta. Il consiglio è di prepararli con un po’ di anticipo e schiacciarli un po’, in modo che i pomodori si macerino insaporendosi e diventino come una salsa, ma preparata a freddo. Una fogliolina di basilico e il gioco è fatto.

Gin da abbinare: Gin Mare, per le note mediterranee dei suoi botanical, che si abbinano alla perfezione alla ricetta.

Bicchierini di mozzarella di bufala, pomodoro e basilico

Bicchierini di mozzarella di bufala, pomodoro e basilico

Bicchierino di zucca e salsiccia: poche le complicazioni anche in questo caso, probabilmente la cosa più difficile è trovare la zucca giusta. Io suggerirei quella a trombetta, che rimane più dolce e contrasta meglio la sapidità della salsiccia. Detto questo, va tagliata a fette piuttosto spesse e lasciata a cuocere su un foglio di carta da forno, appunto in forno a 180°. Ci vorranno almeno una ventina di minuti, comunque finché non diventa morbidissima e la buccia non si stacca facilmente. Una volta pronta, quindi, va sbucciata e messa nel mixer, con un filo d’olio, sale, pepe e ginepro macinato. A parte, cuocere in padella una salsiccia di quelle più sottili, tipo Luganega. L’ideale sarebbe magari una salsiccia aromatizzata con finocchietto. Una volta cotta, tagliarla a dadini e comporre i bicchierini con un fondo di crema di zucca e dadini di salsiccia.

Gin da abbinare: Sabatini, gin toscano dalle botaniche importanti, fra cui il finocchio selvatico, che ben si abbinano alla grassezza della salsiccia.

Bicchierino di spuma di prosciutto cotto e gin: un’altra ricetta semplicissima, in cui in pratica basta un mixer. Tagliare il prosciutto cotto a cubetti grossolani (solo per facilitare il compito della macchina), quindi farlo andare nel mixer, con un cubetto di robiola e pari quantità di ricotta di pecora (se troppo acquosa lasciarla qualche ora a scolare), un paio di cucchiai di gin e qualche bacca di ginepro precedentemente macinata. Il risultato deve essere abbastanza compatto da poterlo lavorare con la sac-a-poche, per fare dei ciuffetti graziosi nei bicchierini e avere un risultato che sia anche gradevole agli occhi. Un po’ di timo fresco per guarnire e dare profumo.

Gin da abbinare: The Botanist, gin molto complesso che ha fra le sue numerose botaniche il timo.

Bicchierini di spuma di prosciutto cotto e gin

Bicchierini di spuma di prosciutto cotto e gin

Bicchierino di avocado e salmone: premessa, per quanto riguarda il salmone ci sono due opzioni, se sapete come abbatterlo o dove comprarlo già abbattuto, è divertente utilizzare il salmone crudo e tagliarlo a tartare, altrimenti potete acquistare un buon salmone affumicato. Per il resto sempre tutto molto semplice. Si comincia sbucciando l’avocado e mixandolo con succo di lime, un cucchiaio di crema di formaggio, sale, pepe, un goccio di gin e un po’ di ginepro marinato. Si adagia la crema sul fondo del bicchierino e sulla superficie va adagiato il salmone. Se affumicato, provate a fare una bella rosellina, che sarà più coreografica; se in tartare, conditelo con un goccio d’olio, una grattugiata di scorza di lime e aneto sminuzzato.

Gin da abbinare: Tanqueray Rangpur Gin, la botanica principale di questo gin è il lime Rangpur, quindi si accosta splendidamente alla massiccia presenza di lime di questa ricetta.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2017 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

40c4f9936f35390646d545869a94e837i