Se il Gin Tonic finisce nel dessert

Se il Gin Tonic finisce nel dessert

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

E niente. Volevamo parlare della nuova Mrs President americana, magari dedicarle un bel cocktail White Lady, che tanto bene le si addice, ma mi sa che di cocktail ne dovrà bere parecchi lei, per accettare la sconfitta. Detto questo, rimaniamo su fatti più terreni, che ci riguardano di più da vicino e torniamo al nostro divano di casa, quello davanti alla televisione, dal quale ogni tanto vien fuori qualche novità interessante.

Una di queste l’abbiamo registrata qualche sera fa, in occasione della finale di Top Chef sul Nove. Per chi se lo fosse perso, trattasi dell’ennesimo talent show a carattere culinario. La novità – si fa per dire – è che era dedicato esclusivamente a professionisti già affermati. Fra i concorrenti, ma non in finale, anche una nostra quasi vicina di casa, Ornella De Felice, chef di Coromandel, che è una simpatica bomboniera gourmet dalle parti di piazza Navona, quindi qui a due passi dal The Gin Corner.

Gin in finale per una sfida… ai fornelli!

Gin Tonic al piatto di Matteo Torretta

Tuttavia, la finale si è giocata fra due uomini milanesi, che peraltro si chiamavano entrambi Matteo. Matteo Torretta del ristorante Asola vs Matteo Fronduti del ristorante Manna. Per la cronaca, senza timore di spoilerare visto che se n’è parlato già ampiamente, ha vinto il secondo. Peccato, perché noi al dessert avevamo scelto senza ombra di dubbio di tifare per il primo. Il motivo di questa predilezione è nel titolo del suo dolce: “Gin tonic al piatto”. Come poteva non intrigarci questa idea?

In pratica, trattasi di una specie di panna cotta aromatizzata con cioccolato bianco e gin, adagiata su una gelatina di gin tonic e lime. Per decorare e dare una nota tanto croccante, quanto frizzante, cubetti di cetriolo (un chiaro indizio sul gin da utilizzare?) e scaglie di citrosodina. Sì, avete capito bene, quella che prendeva la nonna quando non riusciva a digerire! Elevata a ingrediente gourmet per la sua nota salina e frizzantina. E comunque aiuta a digerire il resto del pasto, il che non guasta!

Abbiamo fatto qualche domanda all’autore del piatto, Matteo Torretta, scoprendo che come noi è un amante del gin:

Come le è venuta l’idea?

Mah, essendo un’amante del gin non potevo non usarlo in cucina, poi essendo il gin un compagno di vita mi ha aperto le sinapsi.

C’è un gin in particolare a cui ha pensato? Penserei Hendrick’s visto che ha il cetriolo fra i botanicals.

In verità, i miei gin preferiti sono il Bulldog o il Botanicals.

Vedo dal sito del ristorante che il dessert è in carta. C’era anche prima della finale di TopChef o è stato pensato appositamente?

No, è un dolce che avevo già in carta dal 2009 al Savini. L’ho portato con me all’Asola e non potrei toglierlo, altrimenti i miei clienti insorgerebbero.

Quindi è un dolce che piace, quali sono i commenti dei clienti a questo dessert?

Ottimo, fresco, pungente. Un dolce da meditazione.

Ps. La ricetta è consultabile sul sito DPlay dedicato alla trasmissione TopChef.

Pps. Se lo volete assaggiare dal vivo, il Gin Tonic al piatto di Matteo Torretta è in carta al ristorante Asola di Milano.

I miei gin preferiti? Bulldog o il Botanicals

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

b6fded5609b3629eedf71b0a293dc2b33333333333333333333333333333333