Let’s Christmas Be-Gin: decorazioni di Natale a tema gin


Gin-gle bells – Gin-gle bells… Lo spirito del Natale non è mai stato così a base gin per la vostra Gin Lady. E mentre qualcuno avrà già cominciato con le decorazioni, nonostante la tradizione preveda che bisogna aspettare l’8 dicembre, noi abbiamo approfittato di questi giorni pre-natalizi per raccogliere un po’ le idee e scovare per voi qualche suggerimento di decorazione a tema gin, al grido di “Let’s Christmas be-Gin”.

Let’s Christmas be-gin!

Lo spunto è arrivato dalla notizia di qualche tempo fa della commercializzazione delle “gin baubles”. Che sono? Delle vere e proprie palline di Natale di vetro, non vuote, bensì riempite con gin. Ovviamente l’idea non poteva che venire dal Regno Unito, dove sul gin sono sempre un passo avanti. Sono molto carine, si vendono in confezione da sei e sono assortite in vari colori. Peraltro potrebbero essere una bella idea anche per un regalo a un gin lover, oppure potrebbero essere utilizzate come segnaposto: colorerebbero la tavola, mantenendo il tema gin e quello natalizio al contempo.

Sempre sul genere, Sipsmith ha messo in vendita un cofanetto di miniature del suo ottimo gin, con tanto di nastrino per appenderle all’albero di Natale. Unica pecca, essendo fedeli all’originale hanno l’etichetta, il tappo e il nastrino verde bosco e su un albero dal colore tradizionale rischierebbero di mimetizzarsi.

Mantenendo l’idea, proprio con le miniature delle bottiglie di gin, comunque si possono realizzare un po’ di decorazioni da perfetto gin lover. Con un nastrino si possono appendere all’albero, così come propone Sipsmith, oppure potrebbero essere un azzeccatissimo presente quotidiano per un calendario dell’avvento da adulti.

Girando su internet – Pinterest in particolare è una miniera in queste cose – se ne trovano di bellissimi: calendari dell’avvento realizzati su una lavagna, con le tasche, nei vasetti, appesi con le mollette o costruiti con il legno. A meno che non siate degli esperti falegnami, o delle sarte provette, scarterei quello di legno e quello di stoffa, mentre mi sembrano molto facili da realizzare il calendario dell’avvento su lavagna e quello nei vasetti (vedi fotografie).

Poi ci sono le classiche idee ecologiche di riciclo, che ogni anno riempiono il web. Dalla bottiglia di Bombay (non è il marchio che conta, ma che sia una bella bottiglia, naturalmente)  riempita con le lucine di Natale, all’albero realizzato con le bottiglie. Vuote. Una cosa facile per un bar, che consuma decine di bottiglie al mese. Peccato che in quest’ultimo caso bisogna cominciare a raccogliere i vuoti per il prossimo Natale.


Potrebbe interessarti...