Thanksgiving Day: 10 motivi per cui ringraziare

Thanksgiving Day: 10 motivi per cui ringraziare

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Oggi è il giorno del Ringraziamento, una festa tutta Americana, ma un’occasione anche per noi di ringraziare per ciò che c’è di buono come il gin tonic!

Chi segue The Gin Lady sa che la rubrica esce il giovedì. Ci piace pensare che qualcuno si sia affezionato a queste poche righe e che le attende come i bimbi aspettano l’uscita settimanale del Topolino o le nonne quella della Settimana Enigmistica. E ogni anno, che cosa succede il quarto giovedì di novembre? È il Thanksgiving Day, il giorno del Ringraziamento.

Il Ringraziamento è l’occasione per pensare a tutto ciò per cui siamo grati… come il gin!

Certo, è una tradizione anglosassone con cui abbiamo poco a che fare, ma dopo Halloween, perché non prendere anche questa bella festa, che ha più di un pregio? Il primo è che è un’occasione per fare un bilancio e per capire quali sono i buoni motivi per cui essere grati; il secondo è che ci si riunisce attorno a una tavola, famiglia e amici, e si fa un’ottima cena a base di tacchino; il terzo è che inevitabilmente passato il ringraziamento inizia il mood natalizio e noi ogni anno non vediamo l’ora!

In attesa di pensare al Natale e di ragionare sui regali che vorremmo ricevere o fare ai nostri cari, torniamo a quel bilancio, quei buoni motivi per cui essere grati ed elenchiamone dieci insieme. Naturalmente a base gin, come piace a noi!

  1. Grazie agli olandesi che hanno inventato il Jenever. Senza il vostro apporto oggi non berremmo Gin Tonic e non staremmo qui a parlare.
  2. Grazie a Johann Jacob Schweppe, che ha inventato la carbonatura, visto che non c’è gin senza tonic. Di toniche al mondo oggi ce ne sono tante, ma se lui non avesse scoperto il modo di catturare le bollicine non sapremmo come riempire i nostri balloon.
  3. Grazie al sole e al clima italiano, che fanno nascere e crescere il ginepro più buono del mondo, che tutti ci invidiano.
  4. Grazie alla fantasia dei tanti produttori, sempre più artigianali, che inventano e mischiano le botaniche più disparate, compresa la botanica al sapore di tacchino, che direi che sul pranzo del Thanksgiving ci sta perfettamente. A tal proposito, segnare sul taccuino il Pechuga Gin, edizione limitata di Portobello Road Gin.
  5. Grazie al Conte Negroni, a James Bond, ad Ada Coley Coleman e tutti gli altri personaggi – reali o inventati – che hanno fatto la storia del gin e che con le loro memorabili gesta hanno popolato le storie di questa rubrica.
  6. Grazie a barman, bartender, mixologist e miscelatori tutti, perché senza di voi non ci sarebbero i cocktail e non sapremmo cosa bere all’ora dell’aperitivo (e anche dopo e anche dopo ancora).
  7. Grazie a qualche barman in particolare, come il mitico Mauro Lotti, l’amico Patrick Pistolesi, l’insostituibile Andrea Cardinale, per aver calcato – o calcare ancora – il bancone del The Gin Corner e averlo reso una sosta imperdibile per gli appassionati di gin.
  8. Grazie ai ragazzi che distribuiscono Gin Tonic e non solo ai tavoli. Che riescono a essere gentili anche quando magari è una giornata storta, ma la professionalità è anche nel riuscire a servire un buon Gin Tonic con il sorriso in qualsiasi circostanza.
  9. Grazie ai clienti, ai follower, ai lettori, ai visitatori e a tutti quelli che sono capitati anche solo per caso al The Gin Corner o fra le pagine della rubrica di The Gin Lady.
  10. Grazie a tutti, per aver bevuto tanti gin tonic. Tanti quante sono le pagine di questo sito. E ancora di più.

Happy Thanksgiving Day

God save the Gin!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2017 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

acbec999bccf4ba8b3bcfeb04e88046bkkkkkkkkkkkkkkkkkk