Amatrice Calling Week: un gin tonic per aiutare i terremotati

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Amatrice calling week per la ricostruzione dei comuni più colpiti dal sisma: nei bar aderenti si dona 1 euro da parte del gestore e 1 euro da parte del cliente per ogni G&T venduto

Non possono prepararvi un’amatriciana nel bicchiere, ma un gin tonic sì. Il grande classico a base di gin è il cocktail solidale scelto dai bartender che vogliono dare un sostegno alle vittime del terremoto del Centro Italia. Amatrice calling week è una settimana dedicata alla beneficenza a favore delle vittime del terremoto, dal 5 all’11 settembre. E se Amatrice, con la sua storica pasta pomodoro e guanciale, è il simbolo di questa iniziativa, il pensiero va a tutti i paesi a cavallo fra Lazio e Marche rasi al suolo dal sisma del 24 agosto.

Ricostruire dopo il sisma bevendo gin tonic, Amatrice Calling Week

Promotore dell’iniziativa, Antonio Tittoni del Depero Club di Rieti, che insieme al comitato ChiAma che si sta occupando delle iniziative benefiche a favore dei terremotati, ha pensato al gin tonic. “Perché è un drink non troppo difficile da preparare e perché – aggiunge – il Gin Day si avvicina e vogliamo portare la nostra idea fino a Milano, magari per convincere qualche altro collega a fare lo stesso”.

Servono soldi. È questo il messaggio che arriva forte e chiaro dalle istituzioni. La ricostruzione sarà lunga e laboriosa, gli sfollati dovranno vivere per un tempo indefinito in situazioni precarie, inverno incluso, che da queste parti si fa sentire. E se l’emergenza del momento è stata tamponata, diversa sarà la realtà del vivere quotidiano nel prossimo futuro. Con le donazioni si può aiutare concretamente ad alleviare le sofferenze di chi è sopravvissuto al terremoto, ma non ha più una casa, né un paese dove vivere.

E se i ristoratori hanno scelto di devolvere 1+1 euro per ogni amatriciana servita, i baristi faranno lo stesso con il gin tonic. Un euro lo mettono loro, un altro lo mette chi lo consuma e la beneficienza è fatta. “Fermo restando – aggiunge Tittoni – che chi volesse essere ancor più generoso è il benvenuto”. Il ricavato sarà devoluto utilizzando gli iban dei comuni più colpiti: Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto. Una casella di posta è stata già attivata per collezionare le adesioni e, quando saranno stati effettuati, le copie dei bonifici per quantificare il successo dell’iniziativa.

Da Milano a Lecce, già sono diversi i locali famosi che hanno dato la loro adesione: il Pinch di Milano, il The Balance di Savona, il Giobarì di Terni, da Roma il The Barber Shop, il The Gin Corner, il Coppelle e il Niji, da Bari lo Speakeasy e il Katiuscia. Sono solo i primi, ma il tam tam corre sui social e sicuramente il numero aumenterà, come è stato per l’iniziativa dei ristoratori e dell’amatriciana, che ha varcato rapidamente i confini nazionali.

Per informazioni: amatricecallingweek@gmail.com

Amatrice Calling Week: comunicato stampa

Dopo i fatti avvenuti la notte del  24 agosto e dopo aver partecipato attivamente alla formazione del centro di raccolta “aiutiamo amatrice” a Rieti, abbiamo proseguito nella formazione del Comitato ChiAma che si occuperà delle iniziative benefiche relative al mondo dello spettacolo e del food&beverage.

Da questo nasce “Amatrice calling week” , una settimana che , dal 5 al 11 settembre, cercherà di coinvolgere ogni bar (del Lazio, della nazione, di ogni parte del mondo) nell’impresa di vendere più gin tonic possibile.
L’idea è quella di contribuire alla ricostruzione dei comuni più colpiti dal sisma donando 1 euro (almeno) da parte del gestore e 1 euro (almeno) da parte del cliente per ogni G&T venduto.
Il perché del gin tonic è presto detto, è un drink alto vendente e di semplice e rapida esecuzione e in questo momento non possiamo perderci in virtuosismi ma dobbiamo essere efficaci e veloci.
Di seguito lasceremo gli IBAN dei comuni più colpiti in maniera tale che il denaro raccolto potrà andare direttamente nelle mani delle amministrazioni colpite e che potrà gestirli come meglio crede e il più rapidamente possibile.

– Comune Accumoli:IT 83 E 030691460110000004610
– Comune Amatrice: IT 13 W 0832773470000000005050
– Comune di Arquata del Tronto: IT 33 W 0306969370100000000246
Causale: contributo sisma agosto 2016
Per info e regolamento amatricecallingweek@gmail.com

Dal 5 all’11 settembre aderisci per aiutare le zone terremotate

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

libero. lectus ut mi, ipsum mattis Aenean