Voglia d’estate e di gin en plein air: i locali all’aperto per i gin lovers

Voglia d’estate e di gin en plein air: i locali all’aperto per i gin lovers

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Da Sud a Nord, dal Tirreno all’Adriatico, una lista di locali che i gin lover in vacanza non potranno perdersi, per un gin tonic all’aria aperta, con vista o con i piedi sulla sabbia

L’estate è arrivata da un po’, anche se il caldo si è fatto attendere quest’anno. Insieme al caldo, la vostra Gin Lady vi ha tenuta nascosta una novità che rinfrescherà le serate dei gin lover che passeranno per l’Argentario: The Gin Corner quest’estate sarà in versione temporary alla Locanda Rossa, un delizioso resort a due passi da Capalbio, gestito da un’amica, Lorenza Jona Celesia. Una donna naturalmente, nonché un’imprenditrice, che somiglia molto alla vostra Gin Lady non solo per il lavoro che fa, ma anche per la sua passione per il gin (con un’inclinazione per il Martini). Per l’occasione, sono stati selezionati circa 40 gin, che allieteranno le serate di Capalbio, fra Gin Tonic e Martini.

Alcuni dei migliori gin bar all’aperto per un’estate a tutto gin!

A proposito, è notizia recente l’apertura a Sorrento del Dry Martini Bar di Javier De Las Muelas, genio spagnolo del gin che ha scelto la famosa località della Costiera per il suo sbarco in Italia. Una terrazza magnifica, quella del Majestic Palace Hotel a Sant’Agnello, da cui si può guardare il mare sorseggiando Martini e Gin Tonic. Senza contare i 12mila metri quadri di giardino, con limoni e ulivi, che possono andare a impreziosire un ottimo Gin Tonic dal gusto mediterraneo.

Locanda Rossa

Dry Martini Bar di Javier De Las Muelas

Dall’altra parte dell’orizzonte, in mezzo al mare, la splendida cornice di Capri è invece il set ideale per un gin bar d’eccezione con vista sui Faraglioni. Siamo all’Hotel Punta Tragara, cinque stelle lusso, che fa da cornice nella sua zona piscina al bar Monzù e ai cocktail del barman Daniele Chirico. Se proprio volete trattarvi bene, inoltre, aggiungete una visita al contiguo ristorante Mammà, una stella Michelin, con la firma del famoso Gennaro Esposito.

Sempre di isole si parla, ma di dimensioni decisamente aumentate, quando si vola in Sicilia. Qui nell’esclusiva Taormina c’è un bar favolosamente affacciato sul mare che si chiama La Plage. Lo citiamo non solo perché è una location pazzesca, ma anche perché i gin lover più attenti avranno notato che è stato scelto da Gin Mare per ospitare la Med Inspirations di quest’anno. Parentesi, ha vinto una donna, Carlotta Linzalata, barmaid del Piano 35 di Torino, e siamo felicissimi di questo.

Ricordiamo, inoltre, che la stessa competition si era svolta lo scorso anno al Singita di Fregene, un bellissimo lido con un bar molto divertente, a due passi dalla Capitale: il posto giusto per un gin tonic con i piedi sulla sabbia. Non a caso d’estate il Singita viene letteralmente preso d’assalto dalla movida capitolina in cerca di uno scampolo di mare, prima di andare in ferie.

La Plage

Les Cocktails

Cambiamo ancora isola e atterriamo in Sardegna (o i più fortunati ci andranno forse con la barca), dalle parti di Castelsardo, dove opera un simpatico cocktail truck. Ebbene sì, un camion bar di nome Les Cocktails, ma di tutto rispetto, visto che lo “guida” il brand ambassador di Giniu e Pigskin, i due gin sardi più famosi. Seguitelo sulla pagina Facebook per scoprire qual è la sua prossima tappa.

E un po’ di Nord? Dopo la Sardegna torniamo sulla terraferma passando per i cugini liguri, con cui non poche sono le caratteristiche in comune. In questo caso, segnaliamo a Bergeggi l’Oblivion Bar, dove si coniugano una location eccezionale in una residenza architettonicamente d’avanguardia e un amore smodato per la mixology e per il buon bere. A gestirlo Paolo e Angela, che vi invitano a casa loro per imparare ad amare i cocktail guidati da loro.

Detto questo, non possiamo non citare la Riviera Romagnola, non senza un passaggio obbligato per il “papà” de ilGin.it: il Caffè Ristretto. Lì dove tutto ebbe inizio. Se passate per Bologna, andate in via Montegrappa, brindate a gin tonic e godetevi l’atmosfera dei portici.

Poi, giustamente, andate verso il mare, per esempio dove c’è il Barrumba di Rimini, praticamente sulla spiaggia, di fronte al Bagno 8. Qui in pole position sul bancone c’è Andrea Zapis e tornano le “segnalazioni” di Gin Mare, visto che lui è stato il vincitore della tappa dell’anno scorso al Singita. Chiedete a lui un Gin Tonic, o il drink con cui si è presentato alla competition a Ibiza, e sicuramente non resterete delusi.

Caffè Ristretto

Barrumba

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati