Foodology: in arrivo l’esperienza che unisce cibo e gin in un modo del tutto nuovo

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Scopri con noi cosa è e cosa non è Foodology, l’esperienza unica al mondo che unisce cibo e gin in modo indissolubile creata da GinO12

Foodology è un modo del tutto nuovo per vivere l’esperienza dell’unione fra cocktail a base gin e i piatti della tradizione italiana, un concetto originale che rende questi due elementi imprescindibili l’uno dall’altro. L’idea nasce dai proprietari di GinO12, il primo gin bar di Milano e tra i maggiori punti di riferimento in Italia in fatto di miscelazione con il gin, e si è concretizzata una volta trovata la perfetta location, elegante e, per ora, ancora avvolta nel mistero. GinO12 nacque a Milano proponendosi come un’innovazione in quanto nella città non esisteva un vero e proprio gin bar ed è dalla stessa volontà di fare un qualcosa del tutto nuovo che prende vita Foodology.

Taste the difference

Ma che cosa è Foodology? Il concept è quello di un luogo esperienziale dove combinare gin e cucina in modo eclettico. Non si tratta di semplice food pairing, non si tratta di un bar e nemmeno di un ristorante così come siamo abituati a concepire i ristoranti. E’ una categoria nuova, pensata per far vivere un’esperienza gustativa fondata su questo schema innovativo: privare il piatto di un ingrediente fondamentale per ritrovarlo nel drink abbinato – rigorosamente a base gin, poiché GinO12 mantiene la sua caratteristica principale di fondare la sua miscelazione su questo unico distillato. E’ chiaro che in questa esperienza drink e piatto si completano reciprocamente ed esistono l’uno per l’altro.

La location esatta e il menù sono segreti, ma vi offriremo una serie di anteprime fino all’inaugurazione ufficiale per introdurvi man mano a questo nuovo mondo. Possiamo svelarvi che la lista si comporrà di otto piatti con relativo drink e che essi sono stati studiati dai professionisti di GinO12. Non è stato facile creare i cocktail specifici e scomporre le pietanze, ma la sfida non li ha spaventati e, dimostrandosi ancora una volta persone appassionate al prodotto e dedite a portare avanti la cultura del gin, hanno dato vita ai piatti e ai drink con una ricerca quasi maniacale della qualità. Una metodologia che si basa sulla materia prima, a partire dal gin, creando un cocktail da abbinare a un piatto dal quale spariscono alcuni ingredienti che compaiono poi nel drink. Un esempio? Provate a immaginare uno spaghettone cacio e pepe che viene privato del pepe, il quale invece fa da protagonista nel Martini abbinato.

La location sarà elegante e non molto grande. Un rifugio dove prenotare uno spazio per vivere un’esperienza unica al mondo. Un’esperienza che non è di semplice cucina e tantomeno non è quella di un cocktail bar: per le serata a base di cocktail, del resto, c’è sempre GinO12! Questa esperienza va anche a far cadere il concetto classico di successione fra antipasto, primo, secondo e dolce in quanto il menù permette di muoversi liberamente fra le portate. Inoltre, nello spazio Foodology ci sarà una selezione di gin e di toniche, con particolare predilezione per i gin italiani e per i gusti particolari, ma il gin bar rimane GinO12, insostituibile.

Seguiteci per saperne di più!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati