Come decorare le pareti a tema gin

Come decorare le pareti a tema gin

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Cocktail, gin e Martini sono sempre più nei nostri pensieri: perché non mettere un richiamo anche sui muri di casa o del nostro bar? Ecco come fare

Finite le feste di Natale e affrontato il cosiddetto Blue Monday, non c’è modo migliore di tirarsi su che pensare a come arredare le pareti della propria casa o del proprio bar (o entrambi). A questo scopo, come ogni anno la vostra Gin Lady si concede qualche fiera, come quella dell’hotellerie di Parigi, ma anche un po’ di web surfing può bastare per trovare qualche buona idea. Ovviamente a tema gin.

Che aspetto ha la casa di un vero giner?

La carta da parati

La novità degli ultimi mesi è la carta da parati a tema gin: una specie di collage di etichette retrò, che potete trovare in tre abbinamenti di colori, dal silver (un bianco e nero con un tocco glitterato), al rosa, passando per il blu. È un po’ impegnativa, ma se avete per esempio un piccolo angolo bar casalingo da incorniciare può essere una buona idea.

https://www.gowallpaper.co.uk/crown-gin-o-clock-mono-silver-glitter-wallpaper-m1456.html

Gli adesivi murali

Sempre navigando nel web, ho trovato questi adesivi murali, che peraltro rispetto alla carta da parati comportano un impegno nella stesura molto più limitato. Basta avere una parete in tinta unita per darle profondità con un divertente adesivo, magari a forma di coppa Martini. Il nostro preferito:

https://it.dhgate.com/product/3d-wall-stickers-cocktail-ice-gin-rum-drinks/416973667.html

Il neon

Sono tornati in voga i neon anni Ottanta ed è il momento di acquistarne uno per le vostre pareti. Proprio come quello che faceva da sfondo a Tom Cruise nel film Cocktail! Ce ne sono diversi sul mercato, sia vintage originali, che nuovi, ma che riprendono i motivi dell’epoca, come le coppette Martini con tanto di oliva. Senza contare quelli pubblicitari, come quello superclassico della Martini, il marchio. Per uno moderno, con una linea anche un po’ più pulita di quella classica anni Ottanta, potete vedere sul seguente sito.

https://www.etsy.com/listing/230011176/martini-classic-freestanding-modern-neon

Lightbox

Si vedono sempre più di frequente (anche al The Gin Corner ne abbiamo una), ma pochi sanno che si chiamano lightbox, anzi per la precisione cercate “cinema light up box” e vi appariranno molte fonti da cui acquistarle online. Il gioco è semplice: tre righe retroilluminate per scriverci un messaggio e tante letterine con cui giocare; poi decidete voi se appenderla alla parete o appoggiarla a un mobile. È divertente e fa tanto arredamento, oltretutto è di gran moda!

Poster e quadri

Sui poster o quadri a tema gin si potrebbe scrivere un trattato. Ce ne sono di ogni tipo: da quelli motivazionali tipo “Let the evening BeGin” oppure “Work hard and then gin & tonic”, a quelli pubblicitari (sempre bellissimi quelli di Hendrick’s, oppure si può pescare nel vintage), passando per quelli storico-artistici, come il ritratto di Sylvius de le Boë (il presunto padre del gin) che campeggia all’ingresso del The Gin Corner. Senza contare che non sono pochi gli artisti che si sono cimentati con il tema cocktail e bar in genere. Proprio al The Gin Corner abbiamo la fortuna di avere gli originali degli acquerelli disegnati da Andy Fluon per il libro del nostro amico Stefano Nincevich, “Cocktail safari” e vi assicuro che sulla parete fanno una gran figura.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati