Recensioni

Arcanum Perfumed Distilled Gin: quando la magia, la scienza e il gin si incontrano a Torino

Vanessa Piromallo
July 23, 2021

Arcanum Gin, il gin più innovativo del momento, che nasce da un algoritmo per creare il gin perfettamente equilibrato...

Jacopo Secco è un giovane ingegnere biomedico con un dottorato di ricerca in Ingegneria Elettronica: è un vero e proprio talento per quanto riguarda gli algoritmi di Intelligenza Artificiale. 

Direte: e cosa c’entra questo con il gin? C’entra, c’entra.

La sua famiglia arriva da due generazioni di cantina – una piccola cantina, che produceva però sia vini che distillati – in quel di Mombello Monferrato, zona del Piemonte decisamente vocata per questo genere di imprese. Lui, Jacopo, che nell’altra sua vita si occupa di dispositivi medici, ha pensato che un tocco di novità nell’ambito della distillazione non poteva guastare e così ha creato e brevettato un algoritmo capace di ricreare la ricetta perfetta per ottenere un gin. Nella fattispecie, stiamo parlando del suo gin, che si chiama Arcanum Perfumed Distilled Gin. Abbiamo parlato con Jacopo per farci raccontare tutti i dettagli di questa affascinante storia, ecco cosa ci siamo detti.

arcanum gin

Jacopo, Arcanum Distilled Perfumed Gin nasce da un algoritmo creato da te. Ci spieghi come funziona?

Ma certo! L’algoritmo decreta il miglior processo di produzione possibile in base a due possibili criteri: gli ingredienti che si vogliono utilizzare per creare il gin oppure il risultato che si vuole ottenere. Non ti nascondo che, partendo da queste basi un po’ diverse dal solito, sono state fatte molte prove prima di ottenere la ricetta definitiva di Arcanum Distilled Perfumed Gin. 

Quando è nato Arcanum Gin, e quali sono le sue caratteristiche?

Arcanum Gin è appena uscito! La fondazione della società risale ad aprile 2021, ma in realtà è da ben più di un anno che ci lavoro su. Si tratta di un Distilled Gin, del quale le botaniche sono tutte dichiarate. Se vogliamo definire le sue caratteristiche, possiamo dire che la nota maggiore è data dalla lavanda, seguita sicuramente dalla rosa damascena, poi dal bergamotto che dona un sentore agrumato, mentre la nota speziata deriva dallo zenzero. Le botaniche che ho scelto non sono tutte italiane, ma arrivano tutte da piccoli produttori selezionati con cura. La rosa damascena, per esempio, arriva dalla Bulgaria, Paese che ne è produttore vocato. 

Acquista

Da dove arriva il nome che hai scelto, “Arcanum”?

La scelta del nome Arcanum è arrivata seguendo l’idea di legare il prodotto al territorio, ma non dal punto di vista delle botaniche, bensì rifacendosi ad un riferimento più specificamente legato alla città di Torino, in particolare alla sua fama di città magica. In questo ho avuto l’apporto di mia cugina Chiara Demagistris, che è Graphic Designer di Tarocchi, e ha dato una mano non solo nella realizzazione dell’etichetta, ma anche nella scelta del nome Arcanum, come gli Arcani dei Tarocchi. A completare il quadro, per così dire, esoterico, l’algoritmo che crea Arcanum Distilled Perfumed Gin può essere definito “l’Oracolo”: è lui che ha dato il responso, lui ha decretato il bilanciamento del distillato.

Come mai Arcanum Gin, oltre che Distilled, reca la dicitura Perfumed?

Perché appena togli il tappo alla bottiglia, Arcanum Gin sprigiona un profumo floreale intenso e avvolgente. Lo apri, e ti ritrovi in una stanza che profuma di fiori.

Come consigli di gustare Arcanum Distilled Perfumed Gin?

Arcanum è un gin morbido, un Distilled, estremamente floreale: si gusta molto bene liscio. Se si vuole preparare un gin tonic, è bene utilizzare una tonica secca che possa tagliare la nota alcolica e sia in grado di far risaltare le note floreali che sono la prerogativa di Arcanum. Trovo sia molto importante, mentre si degusta, tenere la bottiglia aperta sul tavolo: come dicevo, sprigiona un profumo che diventa parte integrante dell’esperienza degustativa. Come garnish, consiglio boccioli di rose di Damasco secchi, altrimenti un rametto di rosmarino: ci vuole qualcosa di morbido per accompagnare al meglio Arcanum. Anche in un Martini Dry ha il suo perché, c’è il contrasto con il secco del Martini, come anche in un  Tom Collins, dove l’agrumato del succo di limone richiama il bergamotto presente tra le botaniche.

Acquista Arcanum Gin

Ultima domanda, hai altri progetti in cantiere?

Sì, presto uscirà anche il Rosolio, prodotto tipico di Torino. Utilizzerò sempre i miei metodi innovativi, ma senza discostarmi dalla ricetta originale che risale al 1700. Sarà un’acquavite aromatizzata e tagliata con sciroppo alle rose, e penso che sarà pronta in autunno. Poi, ho un altro bel progetto: voglio proporre un kit, con tanto di alambicco da un litro, alcool già pronto e tutto il resto, per fare sì che ognuno possa prodursi il proprio gin in casa. Non mancheranno tutorials, ma sarà facile e nessuno si potrà far male, anzi, l’obiettivo è insegnare a tutti gli appassionati a produrre da soli il distillato più adatto per se stessi, e chi può dirlo, magari pure più innovativo del mio.

Prova subito Arcanum Gin

Lascia un commento

Conferma

cardenal mendoza brandy
Competizioni
Golden week 2021: partecipa alla Cocktail Competition di Cardenal Mendoza Brandy
buckingham palace gin
News
Oh No! Forse la Regina dovrà rinunciare al gin!
tutte (1)
Ricette
I Gin Cocktail per la tua Festa di Halloween

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News