Le interviste impossibili di The Gin Lady: Anna Stuart, regina d’Inghilterra

Le interviste impossibili di The Gin Lady: Anna Stuart, regina d’Inghilterra

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

La donna che ha concesso la diffusione del gin in Inghilterra, dando inizio suo malgrado all’epoca del Gin Craze, ma anche ponendo le basi per la nascita del gin moderno

Tornare nei tempi a cavallo fra Seicento e Settecento è cosa non facile, ma in occasione della Festa della Donna era uno sforzo che la vostra Gin Lady sentiva di dover fare. Così si è concentrata bene, per conoscere una donna di ferro, l’ultima regina d’Inghilterra del casato degli Stuart. Decenni di intrighi di potere, per una donna che ha sofferto come nessuna donna dovrebbe, fra gravidanze non arrivate a termine (se ne contano 18) e il grande dolore di vedere un figlio morire giovanissimo, a soli 11 anni. Sarebbe stato il futuro re, ma la storia ha voluto una sorte differente. Dilaniata dalla gotta e dalle sofferenze, Anna Stuart è morta a soli 49 anni. La vostra Gin Lady ha pensato di incontrarla verso la fine del suo regno e della sua vita, quando il grosso della sua storia si era già dipanato.

“Qualche volta, sa, anche io ho bisogno di un po’ di coraggio per andare avanti.”

Sua Maestà, come ha conosciuto il gin?

Intende dire il Jenever? Mi risulta che gin sia il nome che hanno dato i poveri a questo distillato. Me ne aveva parlato mio cugino Guglielmo D’Orange, descrivendolo come “coraggio olandese”, così ne ho favorito la diffusione nel mio regno. Pare che alle truppe piaccia molto.

E lei ne beve?

Beh, per la verità preferisco qualcosa di più dolce come il brandy, ma qualche volta, sa, anche io ho bisogno di un po’ di coraggio per andare avanti.

Anna Stuart ritratta da Sir Godfrey Kneller

Beh, lei ha sofferto moltissimo.

Come nessuna donna dovrebbe mai soffrire. Prima l’impossibile ricerca di un erede per garantire la successione agli Stuart, poi quando finalmente l’erede è arrivato, il fato me l’ha portato via. Guglielmo era un ragazzo adorabile. Sopravvivere ai propri figli dovrebbe essere vietato da qualsiasi legge divina.

Mi dispiace, maestà. Ma lo sa che questa diffusione senza licenza del gin sta un po’ andando oltre le aspettative?

Beh, ho saputo che oltre alle truppe il Jenever è diventato molto diffuso anche nella popolazione. Che c’è perfino chi lo distilla in casa e che questi prodotti di bassa lega costano davvero poco, ma sa, quando la vita è dura come quella di questi dannati anni, la gente ha bisogno di un santo a cui votarsi, fosse anche una bottiglia.

Non crede che bisognerà far qualcosa per arginare questa piaga sociale?

Sento che il mio regno non durerà ancora per molto e dopo di me sarà compito degli Hannover occuparsene. Sarà una visione egoistica, ma sono troppo addolorata per preoccuparmi di queste faccende e, se permette, chiamo la servitù perché ho bisogno di ritirarmi.

 

LO SAPEVI CHE…

Anna Stuart (Londra, 6 febbraio 1665 – 1 agosto 1714) fu incoronata regina di Inghilterra, Scozia e Irlanda nel 1702 proprio l’8 marzo.

Inoltre in data 1 maggio 1707 il regno d’Inghilterra e il regno di Scozia furono uniti in un unico stato, quindi Anna fu la prima sovrana del Regno di Gran Bretagna. Fu però l’ultima sovrana del casato degli Stuart, poiché, non avendo eredi, le succedette Giorgio I del casato di Hannover, suo lontano cugino.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati