London Number 3 Gin

https://ilgin.it/wp-content/uploads/2015/11/london-number-3-bottiglia.jpg

Paesi Bassi

Dettagli

METODO
London Dry
PRODUTTORI
Berry Bros. e Rudd
GRADAZIONE
46%
IMPORTATORI
Pallini
PROVENIENZA
Paesi Bassi
SITO WEB

Botaniche principali

Bacche di ginepro italiano
Cardamomo >
Coriandolo del Marocco
Pompelmo
Radice di Angelica
Scorza d'Arancia

Tutte le botaniche

Bacche di ginepro italiano
Cardamomo >
Coriandolo del Marocco
Pompelmo
Radice di Angelica
Scorza d'Arancia

Gusto

Dato che il N°3 è aromatizzato da 3 tipi di spezie e da altri 3 tipi di frutto, possiamo dedurre che è perfettamente bilanciato. Al naso, aromi freschi di pompelmo e arancia ed un riconoscibile profumo di cardamomo. Il gusto può essere perfettamente attribuito al pompelmo, supportato da un piccante coriandolo. Una secchezza terracea chiude tutto il bouqet aromatico.

Curiosità

Nonostante le radici britanniche di questo gin, esso viene prodotto in Olanda, presso la DeKuyper Royal Distillers, azienda familiare e maggior produttrice di liquori in tutto il mondo. Il luogo scelto ha, come la Berry Bros. e Rudd, più di 300 anni di esperienza sul campo. Il N°3 può contare quindi sia sugli anni di esperienza dell'azienda madre, ovvero il mercante di vini e liquori più antico di Londra (1698) e sulla tecnica di distillazione in piccoli Pot Still della DeKuyper. Sei botanicals bilanciati, perfetti per un cocktail Martini. Il soggiorno è una delle stanze più vecchie della struttura dove per 220 anni, i Berry's si sedettero assieme per discutere di Affari interni dell'azienda. La chiave sulla bottiglia è ispirata alla chiave della porta di quel salotto, simbolo dell'insieme della storia dell'azienda e della fiducia del consumatore riposta in loro.

Produzione

Il London N°3, è l'unico London Dry Gin che tutt'ora distilla il proprio gin seguendo la vecchia ricetta dei proprietari, utilizzando piccoli e tradizionali alambicchi Pot Still. Per sfruttare al meglio la ricetta tradizionale, lasciando poi al prodotto finale un vero e proprio gusta alla vecchia London Dry, Simon Berry chiama in causa l'esperienza del Dr. David Clutton. Una delle prime autorità nel mondo del Gin, consulente non solo la Berry Bros. e Rudd, ma anche presso altre aziende/distilerie alquanto note. I botanici scelti vengono attentamente pesati e inseriti all' interno del nostro Copper Pot still. Alcol di puro grano viene diluito con acqua demineralizzata e di conseguenza aggiunto ai botanicals. Il tutto viene mescolato gentilmente e lasciato riposare per tutta la notte. Il mattino seguente avviene la distillazione e dopo un periodo di riposo e di ulteriori filtrazioni il gin può essere finalmente imbottigliato alla gradazione pari a 46% per volume.

Ti potrebbero interessare anche...