Come abbinare il garnish giusto al vostro Gin Tonic

Come abbinare il garnish giusto al vostro Gin Tonic

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Una guida “for dummies” con poche semplici regole per impreziosire il vostro drink preferito: trova il garnish perfetto per il tuo gin tonic

Tutti i gin hanno uno stile preponderante, c’è quello agrumato, quello floreale, quello tutto-ginepro e così via. E, se non l’avete ancora assaggiata o siete dei neofiti, non bisogna essere sommelier del gin per scoprire qual è che caratterizza la vostra bottiglia. Basta seguire qualche semplice trucchetto: a volte c’è una breve descrizione dietro la bottiglia stessa, a volte basta fare una veloce ricerca su internet (per esempio su ilGin.it!) e troverete una valutazione che qualche esperto ha fatto per voi. Seguite quindi le indicazioni di seguito… e bingo!

G&T, easy peasy!

Basta un semplice schema come questo da seguire per non sbagliarsi nell’abbinamento del garnish perfetto, fermo restando che quello che non deve mai mancare nell’armadietto del gin lover è un barattolo di ottime bacche di ginepro, possibilmente italiane (toscane le migliori), dal momento che il ginepro più profumato del mondo si produce proprio nel Belpaese. Se mettete qualche bacca di ginepro nel vostro Gin Tonic, infatti, non vi sbagliate mai, dal momento che questa spezia è alla base di tutti i gin e senza di essa un gin non si può definire tale!

Gin classici, con ginepro marcato

Cominciamo dai gin che sanno di gin, ovvero proprio di ginepro. Sono quelli classici, che, a parte le suddette bacche di ginepro, avranno un buon feeling con la buccia degli agrumi, come il pompelmo, il lime o il limone.

Gin agrumati

Al contrario, i gin che sono già agrumati di loro non vogliono un ulteriore richiamo in questo senso, per non esagerarne il gusto. In questo caso i garnish giusti saranno il basilico, l’anice stellato se volete qualcosa di più forte, la menta o il timo limonato.

Gin Floreali

Nel caso dei gin floreali, al contrario, il consiglio è di andare invece in concordanza, o quasi, comunque con qualcosa di molto profumato: lavanda, boccioli di rosa, camomilla, rabarbaro, rosmarino e mela sono gli abbinamenti perfetti.

Gin fruttati

E con un gin fruttato come vi comportereste? Non so voi, ma io ci metterei qualcosa che ne esalti questa caratteristica ragionando come se dovessi preparare una buona torta: un pizzico di pepe o di peperoncino, basilico, ma anche frutti rossi, o in stagione chicchi di melagrana.

Gin speziati

Infine andiamo sullo speziato e in questo caso ragionate come se fosse un viaggio in un paese esotico, abbinando altri prodotti che vengono da lontano, come le bacche di pepe, le foglie di tè, lo zenzero o i grani di pepe rosa.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati