Ginepraio Amphora Navy Strength Gin

https://ilgin.it/wp-content/uploads/2021/02/Ginepraio-Amphora.jpg
Acquista su GinShop.it

Italia

Dettagli

METODO
Navy Strength / Invecchiato
PRODUTTORI
Levante Spirits e Distilleria Deta
GRADAZIONE
57%
IMPORTATORI
Rinaldi 1957
PROVENIENZA
Italia
SITO WEB

Botaniche principali

Ginepro >
Coriandolo >
Rosa Canina
Angelica >
Arancia
Limone >

Guarda tutte le botaniche

Tutte le botaniche

Ginepro >
Coriandolo >
Rosa Canina
Angelica >
Arancia
Limone >
Elicriso

Gusto

Ginepraio Amphora Navy Strength Gin è intenso e aromatico, con nette note di ginepro e delicate note floreali unite al particolare sentore dato dall’inusuale metodo di produzione. I suoi sentori perdurano a lungo nel tempo, rinfresca piacevolmente la bocca sul finale.

Curiosità

Ginepraio Amphora Navy Strength Gin si rifà alla storia del gin. La tipologia Navy Strength nasce nel 1800, quando i marinai della marina militare inglese venivano pagati per una parte del loro salario con del gin. Per controllare che il gin non fosse troppo diluito, lo versavano sopra alla polvere da sparo e se questa prendeva fuoco voleva dire che il gin aveva un grado alcolemico di almeno 57 gradi, altrimenti voleva dire che erano stati fregati. L’amphora usata per l’invecchiamento di Ginepraio Amphora Navy Strength Gin è di cocciopesto, antico materiale dei tempi dei romani, oggi riportato in auge dall'azienda Drunk Turtle, con certificazione alimentare e usato per l’invecchiamento di vini. I sei mesi dell'invecchiamento di questo gin non sono casuali, vogliono ricordare la tempistica del periodo medio di navigazione delle Navi della Marina Militare Inglese, tempo in cui il gin imbarcato da tali imbarcazioni veniva stipato all'interno di contenitori (come le amphore o le botti).

Produzione

Il gin Ginepraio viene prodotto con metodo London Dry. Per la versione Amphora Navy Strength ne viene tagliata una parte al 57% vol. Che viene lasciata riposare per circa sei mesi all'interno di Amphore di cocciopesto da 300 litri circa. La microssigenazione permessa dall’amphora dona al distillato una superiore qualità organolettica, un'importante struttura e una lunghezza di difficile paragone. E' inoltre il primo distillato al mondo che usa per l’invecchiamente questo genere di materiale e questo tipo di Amphora. Per la produzione vengono utilizzate sette componenti botaniche che includono tre tipologie differenti di Ginepro (Chianti, Maremma ed Aretino), che danno tre risultati organolettici diversi. Il ginepro, la rosa canina e l’elicriso, conosciuto anche come “semprevivo”, vengono raccolti in Maremma, in Val D’Orcia, tra la provincia di Siena e Grosseto, passando anche per la zona del Chianti. Tutti gli ingredienti sono biologici, certificati e tracciabili.

Ti potrebbero interessare anche...