Tarquin’s Handcrafted Cornish Dry Gin

https://ilgin.it/wp-content/uploads/2015/09/tarquin-gin-bottiglia.jpg
Disponibile su GinShop.it

Regno Unito

Dettagli

METODO
Dry Gin
PRODUTTORI
Southwestern Distillery
GRADAZIONE
42%
IMPORTATORI
Onesti Group
PROVENIENZA
Regno Unito
SITO WEB

Botaniche principali

Semi di Cardamomo Verde del Guatemala
Radice di Liquirizia Uzbeca
Radice di Giaggiolo Marocchina
Radice di Angelica Polacca
Pompelmo
Limone

Guarda tutte le botaniche

Tutte le botaniche

Semi di Cardamomo Verde del Guatemala
Radice di Liquirizia Uzbeca
Radice di Giaggiolo Marocchina
Radice di Angelica Polacca
Pompelmo
Limone
Fiori di Violetta
Cannella del Madagascar
Bacche di Ginepro del Kosovo
Arancia Dolce
Semi di Coriandolo Bulgari
Orange
Lemon
Polish Angelica Root
Moroccan Iris Root
Bulgarian Coriander Seeds
Guatemalan Cardamom Seeds
Juniper Berries from Kosovo

Gusto

All’olfatto risalta vivamente il ginepro, assieme al cardamomo e alla dolce freschezza dell’arancia. Al palato è incredibilmente fresco, con energiche ma non esagerate note di pino. Il finale è secco, con duratore note speziate.

Curiosità

Erano secoli che in Cornovaglia non veniva distillato alcun gin prima della nascita del Tarquin’s. Tutto ciò che riguarda questo gin è curioso, a partire dalla distilleria a conduzione famigliare in cui è prodotto. Come descritto nella parte sulla sua produzione, tutte le fasi di creazione di questo gin vengono eseguite in maniera interamente artigianale, comprese la selezione delle botaniche e l’etichettatura delle bottiglie. La cura che viene dedicata a ogni piccolo lotto prodotto alla vecchia maniera è incredibile e il risultato è indubbiamente unico. Questo gin è tra i pochi a essere ottimo anche degustato liscio a fine pasto come fosse una grappa.

Produzione

Il Tarquin’s Gin è un prodotto artigianale distillato a mano con un alambicco a distillazione discontinua. Ogni lotto conta solo 300 bottiglie, a volte meno. L’alambicco di rame funziona a fiamma viva ed è soprannominato Tamara, la Dea del Tamar. La distillazione “one-shot”, scelta stravagante ma irremovibile dei produttori, fa sì che ogni volta la quantità di botaniche debba essere assolutamente precisa. Inoltre la completezza delle fasi di produzione viene giudicata a occhio, le botaniche sono selezionate manualmente e tutte le bottiglie vengono riempite, tappate, sigillate, etichettate e numerate a mano. Ogni lotto viene testato e degustato e su ogni etichetta viene scritta a mano la nota di degustazione. Le botaniche rimangono in infusione nella base alcolica di grano per una notte prima della distillazione che avviene al mattino e dura circa 8 ore. Testa e coda vengono tagliate poi il prodotto finale viene fatto riposare per alcuni giorni.

Parlano di questo gin

Ti potrebbero interessare anche...