News

Partesa: come unire la miscelazione, la birra e l'Intelligenza Artificiale?

Vanessa Piromallo
March 21, 2024

La nostra intervista a Massimo Reggiani, Amministratore Delegato di Partesa, sul futuro di birra e spirits tra tecnologia e formazione

Partesa, azienda leader in Italia nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca., era presente a Beer&Food Attraction, la manifestazione dedicata all’eating-out experience tenutasi a febbraio alla Fiera di Rimini. Nel suo stand ha svelato la ricetta per affrontare le sfide del mercato e portare il fuoricasa italiano nel futuro. Gli ingredienti?

Nuove tecnologie e digitalizzazione, con visite virtuali dedicate alla nuova piattaforma di e-commerce B2B eazle e un talk sulle applicazioni dell’intelligenza artificiale nella distribuzione.

Prodotti di qualità, con degustazioni di una selezione di 15 birre alla spina e degli spirits della Premium Collection di Liq.ID in purezza o miscelate nei cocktail ideati per l’occasione da Bruno Vanzan.

Formazione, con l’expertise di Università della Birra e momenti formativi dedicati al servizio perfetto della birra con gli esperti Partesa.

Abbiamo parlato con Massimo Reggiani, Amministratore Delegato di Partesa, per approfondire questi elementi.

Massimo Reggiani, Amministratore Delegato di Partesa

In che modo utilizzerete nuove tecnologie e intelligenza artificiale?

Partesa si è sempre distinta per il suo approccio pioneristico: scommettiamo da tempo sulla digitalizzazione e sulle nuove tecnologie, e investiamo nello sviluppo di strumenti innovativi, in grado di aiutare le nostre persone e gli operatori del fuoricasa a rendere più efficienti e veloci i processi e a dedicare più tempo di qualità e risorse allo sviluppo della propria attività. In quest’ambito, l’applicazione dell’intelligenza artificiale e delle ultime tecnologie tocca diversi aspetti della nostra attività.

Ad esempio, moderni algoritmi guidano la navigazione in “eazle”, il nuovo brand globale che raggruppa le 40 realtà di e-commerce B2B del Gruppo Heineken nel mondo, di cui “Partesa per Te”, la piattaforma che per primi nel settore in Italia abbiamo lanciato nel 2020, è entrata a far parte lo scorso anno. Eazle offre numerose funzionalità, come la possibilità di effettuare richieste d’ordine online 24/7 in autonomia e con pagamenti digitali, consultare il catalogo completo, ricevere premi fedeltà, promozioni e suggerimenti sulle referenze personalizzati, consultare fatture e storico ordini. Il tutto in modo semplice e veloce e avvalendosi, in caso di necessità, dell’assistenza delle persone (niente bot!) del Customer Service di Partesa.

Inoltre, le nuove tecnologie stanno supportando i nostri venditori nella selezione delle referenze, tra le oltre 7.000 che compongono il nostro portfolio, per sviluppare l’assortimento ideale per ogni punto di consumo. Si tratta di un nuovo approccio che al momento coinvolge circa 17 mila locali e che stiamo gradualmente estendendo a tutti i nostri 37 mila clienti.

Infine, le applicazioni in ambito logistico: abbiamo automatizzato le operazioni in magazzino grazie a un sistema Wms (Warehouse management system), sostituendo alla carta terminali portatili e sistemi audio integrati con lettori ottici; abbiamo potenziato la pianificazione delle consegne grazie a una piattaforma digitale che ci aiuta a prevedere i picchi di domanda e a ottimizzare carichi e viaggi; e, con il sistema Proof of Delivery, abbiamo digitalizzato tutti i documenti di consegna, rendendo più efficiente ed efficace la gestione dei vuoti e dei resi, oltre a consentire al cliente di essere sempre aggiornato sullo stato delle consegne e di vedere in tempo reale le disponibilità per ogni referenza.

Partesa, Stand Beer & Food Attraction 2024

Quali sono le principali iniziative formative di Partesa e come sono strutturate?

La formazione continua è per noi un fattore fondamentale. Ci affidiamo ai corsi di Università della Birra per poter fornire alle nostre persone, ma anche ai nostri clienti e partner, formazione specifica in ambito di cultura di prodotto e per permettere loro di approfondire e migliorare le proprie competenze commerciali, manageriali e digitali. Prevediamo inoltre formazione specifica in ambito vino per venditori e Wine Specialist, che aggiornano costantemente le loro competenze grazie alla Cantera del Vino, il percorso formativo che abbiamo ideato per trasferire valori, metodi e obiettivi e formare veri e propri consulenti specializzati in un settore in straordinaria evoluzione.

Quali sono i prossimi progetti più rilevanti di Partesa?

Continueremo a lavorare su una strategia basata sulla centralità del cliente, che si traduce in assortimenti ampi e variegati di referenze di qualità, per rispondere alle diverse esigenze di ogni punto e occasione di consumo. Ma che significa anche e soprattutto servizi e consulenza, che rappresentano il nostro tratto distintivo. In particolare, proseguiremo a sviluppare eazle: monitoriamo infatti le esigenze dei nostri clienti tramite sondaggi dedicati, incontri diretti e riscontri raccolti attraverso la forza vendita, per guidare i continui sviluppi della piattaforma. Inoltre, l’analisi del suo utilizzo a livello globale ci permetterà di migliorare continuamente le funzionalità offerte e svilupparne di nuove, creando importanti sinergie con tutte le realtà del Gruppo HEINEKEN.

Partesa, Stand Beer & Food Attraction 2024

Quali pensi saranno i principali trend dell’anno nel mondo spirits?

Dopo la pandemia il mondo spirits ha vissuto un interessante exploit: si è allargato il pubblico dei consumatori appassionati che, già a partire dai 30 anni, escono e si trovano dall’aperitivo per condividere momenti di socialità. E ad accompagnare questi momenti sono principalmente i miscelati. Proprio la mixology, unitamente alla domanda di prodotti di qualità superiore, ha guidato e continua a guidare la crescita di questo mercato: la miscelazione di qualità attrae sempre più consumatori e si fa trasversale ai diversi punti di consumo, con un crescente numero di locali che offrono drink dall’aperitivo al dopocena.

Entrando nel merito dei prodotti, il Gin Premium si conferma primo distillato a volume e a valore, mentre crescono Vermouth Premium e Bitter sull’onda della popolarità dei grandi classici dell’aperitivo all’italiana, come Negroni e Americano. In ripresa anche gli spirits a base Agave dopo i rallentamenti legati alle difficoltà di reperibilità di prodotto. Da tenere d’occhio, infine, il fenomeno Whisky, in miscelazione, in particolare Bourbon e Irish, e sempre di elevata qualità.

È proprio in questo contesto, per soddisfare le richieste di consumatori sempre più attenti ed esigenti, che abbiamo ideato la Premium Collection della nostra linea di spirits private label Liq.ID. Si compone di quattro referenze: il London Dry Gin con luppoli selezionati GAL 41, l’amaro con 80 erbe e spezie da tutto il mondo AMAROTTANTA, VERMOUTH DI TORINO e BITTER.

Liq.ID

Come pensi andrà a evolversi il settore della birra nei prossimi anni?

La ricerca di qualità superiore caratterizza anche il mondo della birra ed è alla base della crescita del fusto, che, dopo lo stop del lockdown, continua a registrare performance positive, e delle birre premium. Nel fuoricasa le chiare fanno la parte del leone, crescono i brand della tradizione italiana, come Birra Moretti, e le Lager Plus come Ichnusa Ambra Limpida, Ichnusa Non Filtrata e Birra Messina Cristalli di Sale. E anche le birre speciali, dopo qualche mese di difficoltà, stanno recuperando quota, spinte soprattutto da una consolidata richiesta di IPA e APA, specialmente alla spina.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1285
Ricette
397
Recensioni
363
Interviste
274
Altro
Riduci
drink more water pernod
News
Pernod Ricard lancia la seconda fase della campagna Drink More Water
drink whisky
News
Novità dal mondo del gin e dei distillati in Scozia, USA e Africa
sabatini gucci giardino
Ricette
Sabatini Gin con Martina Bonci e Gucci Giardino 25: la drinklist “Sharing moments”

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News