News

Donne nel business del gin con una visione innovativa: Rachael “Shorty” Conisbee

Vanessa Piromallo
November 18, 2021

Shorty's Gin, grazie alla sua creatrice Rachel Conisbee, avrà una sua distilleria in una location molto speciale...

Rachael “Shorty” Conisbee è una donna che nella vita ha fatto tante cose diverse, è stata chef, bibliotecaria e ha lavorato in televisione, ma negli ultimi anni – dal 2017 – si è dedicata alla sua creazione personale, il range di gin aromatizzati Shorty’s Gin, e ora è pronta al passo successivo con l’apertura di una nuova distilleria in una location davvero speciale. Affrontando non poche difficoltà, si sta infatti trasferendo a Guisborough Town, in un luogo nelle brughiere del nord dello Yorkshire, che era rimasto abbandonato per anni. L’imprenditrice ha raccontato che l’aver trovato in una cella del 1840 un graffito dell’epoca raffigurante una barca, simile a quella dell’etichetta del suo gin, è stato ciò che le ha fatto capire che era destino trasferirsi lì ed è proprio in quel punto che distillerà il suo prodotto.

Rachael “Shorty” Conisbee, a one woman business

Nel palazzo abbandonato del Town Hall, al piano terra, creerà una piccola distilleria completa di negozietto, mentre alla porta accanto si troverà il centro visitatori. Rachel ha già in mente diversi gin da creare nella sua nuova distilleria, a partire proprio da Town Hall Gin, testato come compound gin e venduto nel 2017 come bathtub gin.

I lavori in corso trasformeranno Guisborough Town Hall in un alloggio dove sarà possibile pernottare. The National Lottery Heritage Fund ha investito oltre un milione di Sterline per il progetto, mentre il Tees Valley Mayor and Combined Authority ha concesso ulteriori 300.000 Sterline per accelerare il rinnovo di questo splendido palazzo storico, costruito nel 1821 proprio nel cuore della cittadina, ma vuoto sin dal 2013.

Rachel ha seguito tutto il progetto perché la distilleria sia al massimo dell’efficienza ed è molto contenta del suo piccolo alambicco da 100 litri con cui creare i suoi gin artigianali. Nel frattempo ha ottenuto il copyright sul brand Town Hall Gin e la ricetta è già pronta per la realizzazione dopo l’apertura ufficiale a marzo 2022. Ma sono molti di più i nuovi sapori con cui Rachel vuole sperimentare e non vede l’ora di ampliare anche la sua gamma Shorty’s Gin. Spera anche di poter organizzare tasting e serate nella nuova location, dove ha tutte le intenzioni di creare un luogo dove anche i suoi dipendenti saranno felici di andare a lavorare.

Dopo aver perso il padre e la sorella, Rachel ha affrontato un periodo molto difficile, ma, anche grazie all’ispirazione data dalla madre 82enne, ha acquisito maggiore sicurezza di sé per compiere questa impresa imprenditoriale. Ha dichiarato: “Sono una ‘one woman business’, è incredibile quello che ottenuto. Ambisci, credici, ottieni: se credi davvero in qualcosa puoi raggiungere qualsiasi obiettivo.”

La storia di Rachel è però molto particolare, infatti dopo aver speso moltissimi soldi per una causa legale contro qualcuno che aveva utilizzato il tuo trademark e a causa di altri problemi, si era trovata completamente in bancarotta ed è stata la donazione di un anonimo benefattore a permetterle di rimettersi in piedi e proseguire con il suo progetto. E per fortuna, visti i tanti successi che sta conseguendo, uno dopo l’altro, di cui la nuova distilleria è solo l’ultimo, un’ottima base per tanti altri successi.

 

Fonte:

Lascia un commento

Conferma

Bombay Bramble & Tonic
Recensioni
Bombay Sunset e Bramble: Bombay crea opere d’arte in bottiglia e opere d’arte digitali
cocktail affumicati
Ricette
Stupisci i tuoi ospiti con i cocktail affumicati
italicus brand ambassador
Competizioni
Aperte le iscrizioni ad Art Of Italicus Aperitivo Challenge 2021

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News