The Gin Masters 2018: anche gin italiani fra i premiati

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Qualità e innovazione nel mondo del gin e soprattutto tante medaglie! Ecco i gin premiati, fra i quali anche tre eccellenze italiane…

Si potrebbe pensare che ormai la produzione di nuovi gin possa essere in calo, ma i numerosissimi partecipanti a The Gin Masters 2018 dimostra il contrario, distribuendo il quadruplo di medaglie rispetto a cinque anni fa. Una cosa è certa: innovazione e un altissimo livello qualitativo continuano a distinguere il settore del gin e a renderlo sempre interessante. Ma la migliore notizia per noi è che tra i gin che hanno ottenuto medaglie compaiono anche alcuni nomi italiani. Ad aver ottenuto l’attenzione dei vari giudici esperti del settore si distingue anche That Boutique-y Gin Company (Atom Brands), che ha ottenuto numerose medaglie con diversi prodotti. Ma vediamo ora com’è andata:

I risultati di The Gin Masters 2018

Categorie divise per fasce di prezzo:

Standard:

  • Greenall’s London Dry Gin (Quintessential Brands): argento

Premium

  • Boyle’s Gin (Blackwater Distillery): oro
  • Portage Dry Gin (Spiritual Spirits): oro

Super Premium

  • Herbie Gin Export (Herbie Gin): Master
  • Makar Original Dry Gin (Glasgow Distillery Company): Master
  • Moonshot Gin (That Boutique­-y Gin Company): Master
  • Chocolate Orange Gin (That Boutique-­y Gin Company): Master
  • Nordés (Gin Atlantic Galician Spirits): oro
  • Dublin City Gin – Dublin Cut (Dublin City Gin Company): oro
  • Gin 1689 (Amsterdam Craft Gin Company): oro
  • Thomas Dakin Gin (Quintessential Brands): oro
  • Brecon Botanical Gin (The Welsh Whisky Company): oro
  • Ableforth’s Bathtub Gin (Atom Brands): oro
  • VII Hills Italian Dry Gin (Mercury Spirits): oro
  • Foerster’s Heide Gin (Erste Maennerhobby): oro

Per quanto riguarda le medaglie d’argento, Martin Miller’s Gin se ne è guadagnata una, così come anche la versione Cask Aged di Ableforth’s Bathtub Gin. The Boutique-y Gin Company ne ha invece conquistata una con Yuzu Gin. Interessante notare che molti degli altri 11 gin che hanno avuto un argento provengono da diverse parti del mondo, dimostrando che la produttività e la qualità nel gin hanno ormai raggiunto tantissimi paesi.

Ultra Premium

  • Ki No Bi (The Kyoto Distillery): Master
  • The Melbourne Gin Company Single Shot (The Melbourne Gin Company): Master

Sono state poi distribuite 12 medaglie d’oro, di cui una ancora a  The Melbourne Gin Company con il suo Melbourne Dry Gin. Ancora una volta si è distinta la Hernö Gin Distillery ottenendo un oro con Hernö Old Tom Gin e due argenti con Hernö Gin ed Hernö Navy Strength Gin. Tra gli altri oro segnaliamo Edinburgh Gin 1670, Shortcross Gin Bartenders Series Edition 1 e Shortcross Gin, ma soprattutto Cuckoo Gin e Dancing Sands Dry Gin, che avevano colpito particolarmente anche noi al Junipalooza 2018.

Tra le dieci medaglie d’argento troviamo ancora una volta Ableforth’s Bathtub Gin ma nella sua versione cask-aged navy-strength. Atom Brands compare anche con 1897 Quinine Gin e Swedish Rose Gin – Hernö (That Boutique­y-Gin Company). Anche Wenneker Distilleries si è distinta con il suo Denim Gin.

VII Hills Italian Dry gin e i suoi due creatori

Categorie divise per tipologia:

Old Tom

  • Langley’s Old Tom (Charter Brands): oro
  • Hernö Old Tom Gin (Hernö Gin Distillery): oro
  • Boatyard Old Tom (The Boatyard Distillery): oro
  • Citadelle Old Tom No Mistake (Maison Ferrand): oro
  • Barrister Old Tom Gin: Ladoga: argento
  • Ableforth’s Bathtub Gin – Old Tom (Atom Brands): argento
  • Makar Old Tom Gin (Glasgow Distillery Company): argento

Contemporary

  • Four Pillars Spiced Negroni Gin (Four Pillars Distillery): Master
  • Ableforth’s Bathtub Gin – Navy­-Strength (Atom Brands): Master

Tra le 11 medaglie d’oro troviamo nuovamente Hernö Old Tom Gin, Barrister Old Tom Gin, Ableforth’s Bathtub Gin, ma soprattutto VII Hills Italian Dry Gin! La Pearse Lyons Distillery si è guadagnata due ori con Ha’Penny Dublin Dry Gin e Míl Gin. Un meritatissimo oro è andato anche a Opihr Oriental Spiced Gin di Quintessential Brands.

Ben 20 sono state invece le medaglie d’argento. E subito segnaliamo Gin Del Professore Monsieur e Gin Del Professore Crocodile! Tra gli altri abbiamo ancora una volta Ableforth’s Bathtub Gin Cask-­Aged e Hernö Juniper Cask Gin (sicuramente i gin invecchiati stanno conquistando tutti), poi Martin Miller’s Westbourne Strength Gin, That Boutique­-y Gin Company con Neroli Gin e Cuckoo Spiced Gin che avevamo apprezzato moltissimo al Junipalooza.

Microdistillery:

  • Triple Juniper Gin (Never Never Distilling): oro
  • Cascara Gin (Distillery 031): oro
  • Beg Gin (Beg Boutique Distillery): oro
  • New World Navy Beg Gin (Beg Boutique Distillery): oro
  • Hernö Gin (Hernö Gin Distillery): argento
  • Brighton Gin (Brighton Spirits Company): argento
  • Whitby Gin (Whitby Distillery): argento
  • Southern Strength Gin (Never Never Distilling): argento

Gin del Professore Monsieur

Genever

  • Filliers Barrel Aged Genever 21 Years Old (Filliers Distillery): Master
  • Filliers Barrel Aged Genever 17 Years Old (Filliers Distillery): oro
  • Filliers Barrel Aged Genever 12 Years Old (Filliers Distillery): oro
  • ‘By the Dutch’ Old Genever (Zonneveld Beverage Company): argento

Cask Aged

  • Martin Miller’s 9 Moons Barrel Aged Gin (The Reformed Spirits Company): Master
  • Kyrö Koskue Rye Gin (Kyrö Distillery Company): Master
  • No. 209 Barrel Reserve Chardonnay (Distillery No. 209): Master
  • Four Pillars Sherry Cask Gin (Four Pillars Distillery): oro
  • Salcombe Gin ‘Finisterre’ (Salcombe Distilling Co): oro

Beefeater Burrough’s Reserve invece si aggiudica un argento, così anche Citadelle Reserve, Hernö Juniper Cask Gin e Dancing Sands Barrel Aged Gin (tutti e quattro che si possono descrivere solo come davvero ottimi!!!)

Organic (biologici):

  • Fatty’s Organic Gin (The Dulwich Spirits Company): oro

Più quattro medaglie d’argento di cui una a Hernö Old Tom Gin e una a Hernö Navy Strength Gin.

Navy Strength

  • Ableforth’s Bathtub Gin – Navy-­Strength (Atom Brands): Master
  • Four Pillars Navy Strength Gin (Four Pillars Distillery):Master
  • Hernö Navy Strength Gin (Hernö Gin Distillery): oro
  • Mist 114° Gin (Nyborg Destilleri): oro
  • Ableforth’s Bathtub Gin – Cask-Aged Navy-Strength (Atom Brands ): oro
  • Plymouth Navy Strength (Chivas Brothers): argento
  • Manchester Gin – Overboard (Manchester Gin): argento
  • Scapegrace Gold (Rogue Society Distilling Company): argento
Gin N. 209

N.209 Chardonnay

Sloe Gin

  • Ableforth’s Bathtub Gin – Sloe Gin (Atom Brands): Master
  • Greenall’s Sloe Gin (Quintessential Brands): oro
  • Hayman’s Sloe Gin (Hayman’s Gin): oro
  • Harrington Sloe Gin (Warner Edwards Distillery): argento

Flavoured Gin

  • Harrington Elderflower Gin (Warner Edwards Distillery): oro
  • Spit­-Roasted Pineapple Gin (That Boutique­-y Gin Company): oro
  • Strawberry & Balsamico Gin (That Boutique­-y Gin Company): oro

Fra le sette medaglie d’argento troviamo Victoria’s Rhubarb Gin di Warner Edwards Distillery, Greenall’s Wild Berry London Dry Gin e That Boutique­-y Gin Company con Rhubarb Triangle Gin.

London Dry

  • Gibson’s Exception (La Martiniquaise): Master
  • Thomas Dakin Gin (Quintessential Brands): Master
  • Swedish Rose Gin – Hernö (That Boutique-­y Gin Company): Master
  • Hernö Gin (Hernö Gin Distillery): Master
  • Gordon’s Traveller’s Edition (Diageo): oro
  • Topaz Blue Premium Gin (Aldi Stores)
  • Verdant Dry Gin (Verdant Spirits): oro
  • First Rate Triple Malt Dry Gin (Adnams): oro
  • Raven Gin ‘Thought & Memory’ (Raven Spirits): oro
  • Hayman’s London Dry Gin (Hayman’s Gin Distillery): oro
  • Yuzu Gin (That Boutique-y Gin Company): oro
  • Eaglesburn Distillery Dry Gin (Eaglesburn Distillery): oro

Ben 23 sono le medaglie d’argento ed è qui che troviamo alcuni ra i gin più famosi e venduti nel mondo, come Gordon’s London Dry Gin, Beefeater London Dry 40%  e Beefeater London Dry 47%, Beefeater 24 e Beefeater London Garden. Inoltre ben altri due gin di Aldi Stores hanno guadagnato medaglie: Darley’s Traditional Dry Gin e Oliver Cromwell London Dry Gin. Due anche per Warner Edwards Distillery con Melissa Lemon Balm Gin e Harrington Dry Gin e due per Adnams con Copper House Dry Gin e Rising Sun Gin. Tre invece per Atom Brands: 1897 Quinine Gin, Moonshot Gin (That Boutique-y Gin Company) e Cucamelon Gin (That Boutique-y Gin Company).

Le prme 11 edizioni limitate di The Boutique-y Gin Company

Alcuni dei numerosi prodotti di That Boutique-y Gin Company

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati