Whitley Neill Gin: ispirazioni esotiche e oltre 250 anni di storia

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

La storia di uno dei brand più innovativi e pionieristici del momento: Whitley Neill Gin. Creato da Johnny Neill in Inghilterra ispirandosi all’Africa

Whitley Neill è un brand di proprietà di Halewood International, il più grande produttore e distributore indipendente di alcolici del Regno Unito. L’imprenditore John Halewood, deceduto nel 2011, acquistò il brand da Johnny Neill nel 2009, prima della nascita della moderna Gin Craze, dimostrando ancora una volta di essere stato un grande pioniere del mondo del beverage. Infatti il suo investimento si è dimostrato vincente e Whitley Neill Handcrafted Gin The Original ha saputo conquistare il mercato affascinando addetti al settore e pubblico con la sua elegante bottiglia nera e con il suo gusto esotico ispirato all’Africa. Ma il brand ha anche saputo mantenere la posizione conquistata grazie a un’accurata innovazione dell’immagine e alla continua espansione della gamma con il lancio di gin aromatizzati di ogni tipo, con botaniche di ogni parte del mondo, e così peculiari da sapersi sempre distinguere fra tutti gli altri gin della categoria.

Inspired by Africa, crafted in England

Johnny Neill, il distillatore con oltre 250 di storia alle spalle

Johnny Neill è cresciuto in una famiglia di distillatori, circondato dagli alcolici, in particolare dal gin. Racconta di aver iniziato a interessarsi a questo distillato dopo aver scoperto la collezione di bottiglie conservata in casa della nonna. Tempestandola di domande, ha scoperto che la sua famiglia distilla gin sin dal 1762 e ha quindi voluto imparare di più su “questo misterioso liquido”.

Fu proprio la nonna a insegnare a Johnny i segreti della produzione del gin. Cominciò a studiare i processi di distillazione e scoprì quanto il gusto e il profumo di uno spirito potesse cambiare grazie alla semplice infusione delle bacche di ginepro e altri aromi. Innamoratosi del gin e sentendosi un vero e proprio alchimista, decise di creare un prodotto in grado di racchiudere in sé tutta la passione e la tradizione della sua famiglia, ma che fosse anche “esotico, enigmatico e misterioso”.

La nascita di Whitley Neill Gin The Original

Come dicevamo, Johnny Neill voleva creare un gin che rappresentasse la tradizione della famiglia, ma che fosse anche esotico. Decise dunque di dedicare questo gin alla moglie, in particolare alla sua bellissima terra natale, l’Africa.

Johnny racconta di aver provato a distillare l’aspra polpa del frutto del Baobab per ricavarne il tipico gusto citrico, peculiare e unico. Visto il ruolo importante che questa botanica ha nel gin decise di fare della radice dell’albero del Baobab il simbolo del suo brand.

La seconda botanica che scelse di distillare fu la Physalis Peruviana, comunemente detta Cape Gooseberry, una bacca agrodolce e ricca di sapore che cresce in Sud Africa. Selezionò poi alcune botaniche classiche del gin della tradizione inglese, oltre all’immancabile ginepro: coriandolo, scorze di arancia e di limone, radice di angelica, corteccia di cassia e radice di iris.

La base è un distillato di grano dove le botaniche vengono messe in infusione prima della distillazione. Quest’ultima avviene in antico alambicco di rame, che vanta oltre un secolo ed è stato soprannominato “Constance”, cioè “Costanza”. E’ molto comune nelle distillerie dare un nome all’alambicco.

La dicitura del nome del gin riporta la parola “handcrafted”, cioè “artigianale”, “fatto a mano” accostando così al look contemporaneo del brand il riferimento alla tradizione e all’esperienza della distilleria. Nello specifico la produzione ora avviene presso the Sovereign Distillery, a Liverpool.

Negli ultimi anni Johnny Whitley ha ampliato la gamma del brand con numerosi gin aromatizzati, tutti ispirati a luoghi del mondo amati da lui o legati alla sua famiglia. Il più recente, uscito da pochissimo in edizione limitata è Gooseberry Gin, all’uva spina, mentre il primo fu Whitley Neill Quince Gin, alla mela cotogna. Tra gli altri troviamo Blood Orange, Raspberry, Blackberry, Pink Grapefruit, Aloe & Cucumber, Lemongrass & Ginger, Parma Violet…

Il gusto unico di Whitley Neill Gin The Original

La caratteristica organolettica che innanzitutto distingue Whitley Neill Gin dagli altri più tradizionali è la morbidezza. In secondo luogo colpisce il bilanciamento interessante fra le note del ginepro e quelle agrumate che si fondono con i sentori di spezie esotiche per un risultato estremamente aromatico. Anche il finale mostra la bilanciata complessità di questo gin, molto lungo, lascia spazio a leggere note erbacee unite a una nota di cacao e di limone candito. Anche al naso Whitley Neill Gin sa distinguersi, con note dolci e agrumate unite a un profumo speziato di pepe e a una base floreale nettamente distintiva.

Whitley Neill Gin The Original in miscelazione

Nonostante la sua complessità e particolarità, Whitley Neill Gin The Original risulta molto versatile in miscelazione grazie ai sentori citrici e di ginepro. Dal tradizionale Gin Tonic a un più sottovalutato martinez, questo gin sa dare il meglio in ogni combinazione, ma si presta anche ad essere lavorato in twist e cocktail originali per esaltarne le botaniche particolari.

I produttori per esempio consigliano un twist sul Negroni aggiungendo alla ricetta classica il succo fresco di mandarino, con tutti gli ingredienti in parti uguali come vuole la tradizione di questo cocktail.

In generale funziona bene accostato ai succhi di agrumi, infatti un’altra semplice miscelazione consigliata è gin, succo di arancia e succo di pompelmo in parti uguali con una fettina di arancia come garnish.

Scopri la gamma Whitley Neill su GinShop.it
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - That's The Spirit SRL - PI/CF 03553861208 - Tutti i diritti riservati