Recensioni

Gin Bandito, il sale della terra di Romagna

Elisabetta Lugli
February 11, 2021

Gin Bandito è il nuovo gin romagnolo dall'incredibile sapidità data dal sale di Cervia: ne parliamo con uno dei suoi ideatori

Una bottiglia numerata, in vecchio stile, quella farmaceutica spagnola da mezzo litro. Un’etichetta applicata a mano, legata con quattro nodi, sulla quale si legge un nome: Bandito. È questo il contenitore che racchiude il gin capace di esprimere in maniera profonda l’anima della Romagna, i suoi sentori e i suoi aromi. Sono due le figure che hanno dato vita al Gin Bandito: Alessandro Fanelli e Baldo Baldinini. Entrambi romagnoli, entrambi legati visceralmente alla loro terra: il primo imprenditore nel settore della ristorazione, il secondo, famoso “naso” nato come profumiere che con il passare del tempo ha deciso di unire l’olfatto al palato creando vini e distillati densi di aromi spettacolari. 

Abbiamo parlato con Alessandro Fanelli per farci raccontare la storia di questo gin romagnolo unico nel suo genere.

Alessandro Fanelli con Gin Bandito

Alessandro, partiamo dalle origini: come siete arrivati tu e Baldo Baldinini all’idea di creare Gin Bandito?

Io 4 anni fa ho iniziato una nuova avventura capitanando le Officine del Sale, una realtà nata sulle ceneri di un antico magazzino a Cervia, dove ai tempi venivano confezionati i famosi sacchetti di juta usati per contenere il sale: ne ho fatto un grande spazio polivalente, con ristorante, bar, libreria, un luogo dove prima del Covid si tenevano 200 eventi l’anno. 

La mia idea è stata quella di valorizzare la cultura romagnola: il bar è a km zero, i vini proposti sono quelli del territorio così come le altre eccellenze selezionate, con giusto qualche immancabile incursione tra i prodotti dell’Emilia. Da lì, nate le Officine, ho iniziato una serie di piccoli progetti di produzione.

Due anni fa ho incontrato Baldo Baldinini. Lui è un eccezionale creatore di essenze e fa consulenza di settore oltre a gestire la sua linea, Dibaldo. Ha un bellissimo olfattorio sopra le colline di Rimini. Il mio progetto gli è piaciuto e ha firmato la ricetta di Gin Bandito. Prima ancora abbiamo creato insieme un Vermouth e altri prodotti, tutti legati al sale, che a Cervia è una produzione di estrema eccellenza. All’interno delle Officine del Sale ho quindi creato La Camillona, una zona dello spazio diventata una struttura polivalente, che è bottega e caffè, dove proporre i nostri prodotti.

gin bandito

Quali sono le caratteristiche di Gin Bandito?

Quando ho incontrato Baldo, lui stava progettando dei gin per la sua collezione. Quello che gli ho proposto io è stato di produrre un gin a km zero, con botaniche locali, aggiungendo il sale dolce di Cervia a completare la sua identità romagnola. Approvata l’idea, abbiamo creato un compound, abbiamo fatto tutte le prove necessarie e infine scelto. Nella ricetta finale è presente un grammo e mezzo di sale dolce di Cervia per ogni litro di Gin Bandito. Il sale è un micro-ingrediente che valorizza il prodotto: ha lo scopo di aumentare la salivazione, che viene stimolata; questo esalta tutta la parte aromatica presente nel gin, tutto il suo gusto. Gin Bandito è un distillato molto salino, estremamente legato al territorio, tenendo conto del fatto che a Cervia il sale è il prodotto principe.

Acquista

Gin Bandito nelle Saline di Cervia

Le botaniche, però, sono segrete.

Sì, abbiamo preferito non dichiarare le botaniche: bisogna amare Gin Bandito senza conoscerne la ricetta precisa. Ci sono dei motivi: tu magari sai che dentro c’è rosmarino e il rosmarino non ti piace, lo associ a qualche ricetta di cucina che detesti: ne vieni influenzato. Noi proponiamo un bouquet. Qualcuno ci sente magari una parte balsamica, qualcun altro ravvisa qualcosa di mentolato: tutta roba che non c’è. La realtà è che le botaniche miscelate tra loro creano un bouquet unico. Poi, alcune botaniche si possono individuare: ad esempio la rosa si sente, e molti non sanno che la Romagna è grande produttrice di rose. Le botaniche in questione sono 18: è bello anche degustare e tirare a indovinare, no?

gin bandito

Parliamo del nome, Gin Bandito: quali sono le sue origini?

È un altro riferimento alla Romagna: è stata terra di banditi, il più famoso dei quali, il Passatore, ci ha ispirati per il nome. Baldo è innamorato di questo personaggio. Ci si può anche trovare un significato più profondo: il bandito fa parte di una banda, concetto che si può associare a quello di aggregazione a suo modo, cosa che anche il gin può creare, in tempi diversi da quelli odierni ovviamente!

Scopri Bandito su GinShop

Gin Bandito con la confezione in edizione limitata di San Valentino

Invece cosa vi ha guidati nella scelta dell’etichetta e del packaging di Gin Bandito?

Volevamo semplicità e artigianalità: così è nata la nostra etichetta, composta da un cartellino che penzola sulla bottiglia, legato a mano con ben quattro nodi e applicato a mano su ogni singola bottiglia. Seguendo lo stesso concetto, ogni bottiglia è numerata. Il suo formato da mezzo litro, il suo richiamo alle bottiglie da laboratorio, rimandano agli stessi principi artigianali che sono il filo conduttore di tutto il progetto. Dietro al cartellino che funge da etichetta si trova una frase di Baldo Baldinini, che spiega appunto la filosofia e artigianalità del prodotto.

Acquista

Personalmente come ami degustare Gin Bandito?

A me piace gustarlo come un grande distillato: liscio e senza ghiaccio. In questo modo ne esce la morbidezza. In alternativa mi piace abbinarlo a una tonica ghiacciata abbastanza neutra, ad esempio una Italian taste di Alpex, seguendo quello che è il principio di degustazione del whisky, con la tonica a fianco al posto dell’acqua. Usando Gin Bandito per preparare un gin tonic, suggerisco di farlo senza fronzoli. Niente garnish: è talmente complesso e profumato che se no vai a sbilanciarlo. Tanto ghiaccio e tonica neutra sono più che sufficienti.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Entro pasqua nascerà Zingara, la nostra vodka, prodotta con grani italiani e naturalmente sarà una vodka al sale dolce di Cervia.

Vai alla scheda tecnica  Acquista Gin Bandito

Lascia un commento

Conferma

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News