Recensioni

Gin Millelire, il parco della Murgia di Matera si fa distillato

Elisabetta Lugli
November 19, 2021

Millelire Spirits nasce da un’idea di Gianvito Nicoletti e si ispira alle piante che popolano il parco nazionale della Murgia...

Millelire Spirits è un’azienda che nasce come coronamento del sogno di Gianvito, 24 anni, bartender di Matera. La sua esigenza era quella di mettere in connessione i tratti e i profumi della sua città con il mondo degli spirits e dei liquori, esigenza che ha portato alla creazione di un primo prodotto, il rosolio, seguito dal gin e dal bitter. Una linea destinata ad arricchirsi con nuove bottiglie, perché la creatività e lo studio del territorio di Gianvito sono lungi dal fermarsi. Abbiamo parlato con lui per farci raccontare la sua storia, e in particolare quella del gin Millelire. Ecco cosa ci ha raccontato.

Gin Millelire, il cuore di Matera

Gianvito, raccontaci la storia di Millelire.

Qui nella zona di Matera c’è un parco naturale grandissimo, nel quale io ho sempre fatto escursioni. Tutto è partito così, dalla mia passione per l’osservazione del territorio. Ho  iniziato a raccogliere botaniche e a fare esperimenti in casa. Poi, due anni fa, ho deciso di concretizzare la mia passione in un progetto vero e proprio, ed è così che è nata Millelire Spirits.

gin millelire

Da dove arriva il nome Millelire?

Si tratta di un tributo al personaggio di paese che per lungo tempo si è aggirato per Matera chiedendo appunto a tutti un biglietto da mille lire. Parlando con persone provenienti da altri posti, mi sono reso conto che figure del genere sono presenti un po’ in tutti i paesi. Con la scelta di questo nome, ho voluto trasmettere un’idea di benevolenza e convivialità.  Il logo di Millelire, invece, richiama all’architettura della città di Matera, alle presenze botaniche del parco della Murgia e al sistema di canalizzazione capillare che si trova al di sotto delle vie dei Sassi di Matera.

Anche l’etichetta di Gin Millelire è molto particolare.

Sì, l’etichetta riprende una banconota da mille lire del 1982, che ritrae Marco Polo. Il pattern è realizzato dalla scomposizione del logo di Matera: c’è la corona che testimonia il passaggio dei Borboni, il bue, la quercia e l’alloro.

Acquista

Parliamo di Gin Millelire. Che tipo di gin è?

È un Gin Compound, un metodo di produzione scelto perché al suo interno Gin Millelire contiene delle famiglie botaniche molto diverse tra loro, per lo più provenienti dal parco della Murgia. La lavorazione è complessa: il basilico ad esempio va lavorato da fresco, altre botaniche invece vanno lavorate da secche. Come ultimo passaggio, le botaniche vengono distillate tutte insieme. Per ottenere Gin Millelire utilizzo soltanto alcool italiano di alta qualità. La botanica prevalente è il timo serpillo, questo perché ci sono tante piante alpine in questa zona, ci troviamo a circa 700 metri sul mare: è un habitat da sottobosco. Tra le altre botaniche che ho scelto per Millelire Gin ci sono la maggiorana, il rosmarino, le olive e il basilico, che vengono utilizzate per la parte fresca, per smorzare la parte erbacea e ammorbidire il prodotto. L’olivo regala anche una parte salina, mentre la parte agrumata deriva dalla presenza di cedro, limone e pompelmo. Ovviamente tra le botaniche di Gin Millelire c’è anche il ginepro, e per finire ci sono angelica, coriandolo e cardamomo verde. Un gin complesso, dunque, che contiene botaniche anche invasive che vanno smorzate durante la fase produttiva. Il risultato è un distillato dotato di un equilibrio dato dalla qualità e dal fatto di essere un compound.

Provalo subito

Come consigli di gustare Gin Millelire?

Nel creare la ricetta di Gin Millelire, avevo l’obiettivo di ottenere un distillato versatile. La scelta di come consumarlo ovviamente è a discrezione, ma io lo consiglio sotto forma di  Gin Tonic, utilizzando una tonica neutra dotata di una bolla grossa e persistente. Per scoprire il gusto di Gin Millelire al meglio, consiglio di non utilizzare nessun garnish, perché il gin è già profumato per conto suo. Si può al massimo mettere un rametto rosmarino, oppure un’oliva in salamoia. Gin Millelire può essere anche tranquillamente considerato un gin da pasto, facilmente abbinabile con piatti mediterranei: si sposa perfettamente con i gusti della mia terra.

Scopri Millelire Gin su GinShop

Lascia un commento

Conferma

Bombay Bramble & Tonic
Recensioni
Bombay Sunset e Bramble: Bombay crea opere d’arte in bottiglia e opere d’arte digitali
cocktail affumicati
Ricette
Stupisci i tuoi ospiti con i cocktail affumicati
italicus brand ambassador
Competizioni
Aperte le iscrizioni ad Art Of Italicus Aperitivo Challenge 2021

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News