Recensioni

HanaMI: La Primavera Giapponese a Milano per il Lancio di Roku Gin Sakura Bloom

Federica Bucci
July 3, 2024

“Un invito a rallentare, a lasciarsi meravigliare dalla bellezza della natura e a gustare a pieno il tempo che passiamo con le persone a noi più care.” Evelina Teruzzi, amministratore delegato di Stock Spirits

Nella splendida cornice di Identità Golose a Milano, lo scorso 18 giugno, abbiamo avuto il privilegio di partecipare alla serata esclusiva per il lancio di Roku Gin Sakura Bloom, la nuova edizione limitata del gin premium firmato dalla centenaria House of Suntory. L’evento, organizzato da Stock Spirits, distributore ufficiale di Suntory Global Spirits, è stato un viaggio sensoriale che ha trasportato gli ospiti nel cuore della tradizione nipponica e della sua celebre fioritura dei ciliegi, l’Hanami.

L’Essenza della Cultura del Sol Levante in Sei Atti

La serata, aperta sapientemente da Veronika Zelnikova, Valentina Simonetta (Senior Brand Manager e Marketing Director di Stock Spirits Group) e Marco Gheza, Brand Ambassador di Beam Suntory, è stata ulteriormente arricchita dalla presenza di Yoko Takada, artista e maestra di tradizioni giapponesi. La sua arte e naturale eleganza ci hanno guidato attraverso un percorso in sei atti, ognuno dei quali ha svelato un aspetto diverso dei valori fondanti di Roku Gin: Omotenashi (ospitalità), Shun (l’attimo perfetto), Wa (armonia), Monozukuri (artigianalità), Hanami (fioritura) e Ogenkide (saluti di commiato).

Foto: @quellaspiritosa

Roku Gin Sakura Bloom: Un Inno alla Primavera

Primo della Roku Seasonal Festival Collection, è un autentico omaggio alla primavera e al Festival Hanami. Seguendo il principio dello Shun, raccoglie le botaniche nel momento di massima espressione, celebrando i fiori e le foglie di ciliegio (sakura). Questo gin offre un sapore delicato e complesso, che evoca la bellezza e la fuggevolezza della fioritura dei ciliegi.

La bottiglia esagonale di Roku Gin Sakura Bloom è un capolavoro di design. Decorata con un’esplosione di petali in rilievo, essa rappresenta i profili delle botaniche utilizzate, mentre l’etichetta in carta washi, disegnata da Eriko Horiki, è adornata con toni rosa e metallici che simulano la caduta dei petali di ciliegio. Questo raffinato design non solo celebra la primavera, ma invita anche a rallentare e a godere dei momenti preziosi, proprio come l’Hanami.

Il concetto di Shun, il momento perfetto, è stato magnificamente rappresentato attraverso un’installazione luminosa che evocava la freschezza della primavera, avvolgendo gli ospiti in una pioggia di petali danzanti. Passeggiando nel giardino si poteva sorseggiare un welcome drink immersi in un angolo di natura giapponese, un’esperienza che ha sottolineato la connessione profonda tra uomo e ambiente, cuore del concetto di Wa.

Foto: @quellaspiritosa

La cena Kaiseki (forma di pasto tradizionale che include tante piccole portate), preparata dallo chef Satoshi Hazama, è stata un vero e proprio percorso gastronomico. Ogni piatto, attentamente preparato, ha riflettuto la complessità e la cura della tradizione culinaria del Sol Levante. La “carta dei sapori” ha guidato i commensali in un’esperienza meditativa, invitandoli a riconoscere e apprezzare ogni singolo sapore.

Un elemento fondamentale che ha arricchito ulteriormente la cena e  l’intero evento, è stata la raffinata mixology curata da Gaetano Ascone, Deputy Bar Manager del Mandarin Oriental di Milano. Ogni drink è stato creato con una maestria impeccabile, esaltando le note uniche di Roku Gin Sakura Bloom. Ascone ha saputo combinare ingredienti tradizionali nipponici con un tocco contemporaneo, offrendo agli ospiti un’esperienza di degustazione indimenticabile che ha rispecchiato perfettamente lo spirito della serata.

Foto: @quellaspiritosa

Un Finale di Luce, Suoni e Gratitudine

Il momento conclusivo della serata è stato il dj set ed una nuova installazione artistica dedicata all’Hanami. Giochi di luci e ombre hanno trasformato la Sala Ovale in un paesaggio onirico, riproducendo la magia della fioritura dei ciliegi e incantando tutti i presenti. La serata si è conclusa con un sentito gesto di gratitudine: ogni ospite ha ricevuto una targhetta in carta washi con un Haiku (breve poesia) dedicato alla Wa e al Sakura, realizzata con la tradizionale tecnica calligrafica, lo shodō.

Un’esperienza immersiva che ha saputo coniugare perfettamente la cultura e le tradizioni nipponiche con la raffinatezza della mixology, ricordandoci l’importanza di assaporare ogni momento, celebrando la bellezza transitoria della vita e la connessione profonda con la natura, proprio come l’Hanami in Giappone.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1317
Ricette
406
Recensioni
368
Interviste
275
Altro
Riduci

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News