Ginabolario – Le parole del Gin: verGINe

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Per i vergini del gin: dite che il gin tonic vi fa schifo? Avete ragione! Ma non proprio, ora vi diciamo perché.

VerGINe: La parola di oggi è dedicata a tutti i “verGINi” del gin. A quelle persone che quando gli dici “Andiamo a berci un Gin Tonic” rispondono “A me il Gin Tonic fa schifo”. Noi vi diciamo: avete ragione!

Quegli intrugli nei bicchieroni da discoteca con il ghiaccio sbagliato, troppo gin e di qualità scadente e magari anche un’acqua tonica sgasata che ci facevano bere in molti locali fa schifo! Sorseggi questa cosa dal sapore di alcol fermentato male, con il ghiaccio sciolto ed è ovvio che ti viene su quella voglia di sboccare in un angolo.

Per fortuna i tempi sono cambiati. In molti locali è possibile scegliere i gin migliori, e ce ne sono per tutti i gusti, vi possono preparare un Gin Tonic come si deve e, se siete fortunati, hanno anche il ghiaccio più grande e non vi si scioglie dopo il primo sorso.

Conoscete qualcuno a cui “fa schifo il Gin Tonic”?
Ha ragione (più o meno)

I Gin Tonic ci sono in ogni forma e colore... provatene uno fatto per bene!

I Gin Tonic ci sono in ogni forma e colore… provatene uno fatto per bene!

La prima volta che provi un vero Gin Tonic ti senti un po’ come Madonna: “Like a virGIN, touched for the very first time”. E’ un piacere unico, una sorpresa magnifica, anche un piccolo orgasmo, perché no?!

Un buon Gin Tonic può essere secco, agrumato, floreale oppure dolce e fruttato, ci vuole solo un bravo bartender che sappia guidarti verso il tuo piacere. Un buon Gin Tonic si può bere come aperitivo, come digestivo, durante la serata e perfino durante i pasti! Si tratta solo di trovare la giusta combinazione che risvegli i sensi al momento più opportuno.

Qualcuno obietta che non gli piace l’acqua tonica, forse perché è troppo amara? C’è rimedio anche a questo, esistono acque toniche più morbide e, con il giusto gin e con gli altri elementi che compongono il bicchiere (ghiaccio aromatizzato, profumazioni, pezzi di frutta, spezie eccetera) non vi accorgerete nemmeno del retrogusto di chinino che pensavate di odiare.

Infine, grazie a un cocktail di qualità, se per caso vi capita di esagerare, non avrete tutti i fastidi del doposbronza il giorno successivo. Niente nausea e, poiché con tanti Gin Tonic avrete bevuto anche molta acqua tonica, niente mal di testa dovuto alla disidratazione. Ovviamente, meglio bere responsabilmente, ma se proprio vi capita di bere di più, almeno bevete bene!

Non siete ancora convinti? Cercate i migliori locali su ilGin.it e fatevi consigliare dal Barman!

Enjoy and God Save the Gin!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

quis libero. diam ut vulputate, Aliquam at