Per la Festa della Donna meno fiori e più gin!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Una donna che ama il gin ignorerà le mimose, ma andrà pazza per questi gin che vi proponiamo in celebrazione di tutte le donne del mondo!

Se volete fare un regalo davvero speciale alle donne che vi stanno a cuore evitate le solite, banali mimose che verranno buttate poco dopo perché appassiscono e che sono poco apprezzate da chi soffre di allergie e anche dalle donne che non amano i fiori, e sono tante! In fondo la Festa della Donna è una buona occasione per fare un pensiero a chi volete bene e, visto il significato dell’8 marzo, è anche un buon momento per non cadere nei soliti stereotipi femminili. Vi diamo dunque qualche consiglio per un regalo speciale -e quindi ovviamente parliamo di gin- da fare con il cuore alle vostre donne speciali.

Gin Lane 1751 Victorian Pink Gin

Un modo per distruggere gli stereotipi è anche prendersene gioco. Con questo gin vogliamo smontarne due: intanto il fatto che i pink gin siano “roba da donne” e poi, conseguentemente a ciò, che tutte le donne preferiscono drink dolci. Gin Lane 1751 Victorian Pink Gin è un pink gin, ma si rifà alle tradizioni marinare da cui nasce questa tipologia di gin e infatti non è affatto dolce e non è aromatizzato ai frutti rossi poiché il suo colore lo ottiene dall’aggiunta di bitter dopo la distillazione.

Acquistalo  Scheda tecnica

The Sister’s Gin

Se proprio non volete rinunciare a un riferimento ai fiori potete provare questo compound gin italiano a base di violette. Il gin è stato pensato da tre donne imprenditrici, agronome esperte, ma con una passione per la miscelazione. Questo distillato rappresenta la loro forza, la loro competenza e la loro storia in quanto professioniste, sorelle e amiche.

Acquistalo  Scheda tecnica

PhD Gin

In certi casi si regalano anche cioccolatini, non solo fiori, ma qui parliamo di donne che amano il gin e quindi ecco un ottimo gin al cioccolato! Anche in questo caso dietro la sua creazione c’è la mano di una donna, Rossella, biologa molecolare e ricercatrice dell’Università di Salerno con una passione per biscotti, cioccolato e gin. PhD Gin si può bere liscio o in miscelazione e ha un gusto avvolgente e goloso grazie alle note uniche del cacao.

Acquistalo  Scheda tecnica

Arbikie Kirsty’s Gin

Vi proponiamo questo gin perché è stato creato e prodotto da una master distiller donna, Kirsty Black, e infatti il gin ne porta il nome. Tutta la forza della femminilità e del legame della donna con la natura è rappresentato dalla scelta che lei ha fatto delle botaniche: alghe, cardi e mirtilli per catturare gli elementi di mare, roccia e terra.

Acquistalo  Scheda tecnica

arbikie kirsty gin

X-Gin

Inutile nasconderlo o fare finta che non sia vero: anche alle donne piace il sesso e non tutte si scandalizzano a parlarne o… a farlo! Per loro un regalo non solo buono, ma anche divertente per i suoi riferimenti è X-Gin, ispirato a una leggenda Maya sulla creazione della bevanda per placare la sete degli Dèi, è descritto come il primo afrodisiaco della storia del mondo. Sulla bottiglia è apparentemente rappresentato un calendario Maya, ma guardando attentamente si noterà che i simboli in realtà sono posizioni del Kamasutra!

Acquistalo  Scheda tecnica

Ginarte

C’è chi sostiene che le donne abbiano una maggiore sensibilità artistica. Si tratta di uno stereotipo come un altro, ma se conoscete una donna amante dell’arte e del gin allora Ginarte fa al caso vostro! Sulla bottiglia sono rappresentate opere di artisti contemporanei e tra le botaniche ci sono erbe che storicamente venivano utilizzate per produrre i pigmenti per la pittura.

Acquistalo  Scheda tecnica

X-Gin
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - ilGin.it Tutti i diritti riservati