Recensioni

Gin Tassoni, il gin nuovo che arriva da una ricetta antica

Vanessa Piromallo
May 7, 2021

Cedral Tassoni, celebre azienda italiana, lancia finalmente il Gin Tassoni, ispirato a una sua ricetta storica

Nata nel 1793 come Spezieria, Cedral Tassoni è un’azienda italiana con sede a Salò, sulla riva bresciana del Lago di Garda, che è stata portata avanti da quattro generazioni della stessa famiglia. Una realtà storica importante, che festeggia 228 anni di attività quest’anno e che fin dagli esordi si è distinta nella lavorazione degli agrumi, partendo con i cedri del lago di Garda. Nei primi del Novecento Cedral Tassoni ha iniziato a produrre gli sciroppi e, dopo la Seconda Guerra Mondiale, dall’ingegno del nonno dell’attuale presidente è nata la cedrata: una bibita già pronta nella dose ideale da bere, senza dover miscelare lo sciroppo.

Gin Tassoni: una novità inebriante

I primi spirits di Cedral Tassoni sono nati invece già nella seconda metà dell’Ottocento, con il cordiale e gli amari, sempre a base di agrumi. Ancora oggi per la distillazione degli agrumi in Cedral Tassoni usano i propri alambicchi dei primi del Novecento. Un’azienda consolidata ma ancora artigianale, dove la materia prima entra nello stabilimento e lì viene lavorata seguendo un percorso che inizia e finisce al suo interno. 

In questo scenario di eccellenza tutta italiana, ora, è nato il Gin Tassoni: abbiamo parlato con Giammaria Ambrosi, il responsabile vendite Italia, per farci raccontare i segreti di questo nuovo arrivato tra i prodotti Tassoni. 

Quando è nato il Gin Tassoni?

Il gin è nato a fine 2020. L’idea arriva da un percorso già iniziato dall’azienda negli ultimi anni con lo scopo di rivoluzionare i prodotti. Prima Tassoni era quasi monoprodotto: sinonimo di cedrata. Abbiamo iniziato ad ampliare con i sodati: è nata una prima tonica, seguita da una seconda ai limoni del Garda, per la quale usiamo esclusivamente i prodotti delle limonaie di zona che è nostra cura mantenere. 

A quel punto, avendo le toniche in catalogo, abbiamo deciso di recuperare una ricetta creata in azienda negli anni Cinquanta e rielaborarla in chiave moderna: è nato così il Gin Tassoni. L’idea era quella di proporre al consumatore un gin tonic Tassoni.

Acquista
gin tassoni

Quali sono le caratteristiche del Gin Tassoni?

Volevamo un gin versatile, dal gusto secco ma rotondo, che creasse con le nostre toniche un connubio tale da esaltare a vicenda le caratteristiche di entrambi i prodotti. Usiamo solo ginepro toscano e tra le botaniche gli agrumi hanno un ruolo predominante. Abbiamo optato per un compound gin per la necessità di valorizzare al meglio le botaniche e per le caratteristiche dei nostri alambicchi. 

Quali sono le botaniche utilizzate, oltre al ginepro toscano?

C’è la scorza di limone che arriva dalle limonaie dell’alto Garda, l’angelica con la sua nota speziata e calda, la scorza di arancia Tarocco, il bergamotto di Calabria, la corteccia di cannella che conferisce al gin una nota secca dal retrogusto piccante, il cardamomo dalla nota fresca e balsamica, il coriandolo, il giaggiolo iris che funge da fissativo degli altri aromi, l’issopo che arriva dalle pendici dei monti Lessini, dall’aroma fresco, erbaceo, leggermente speziato e mentolato.

Poi ci sono due ingredienti non dichiarati: la ricetta è secretata, inoltre non sveliamo le quantità delle botaniche utilizzate. 

Prova Gin Tassoni

Cosa ci racconti dell’etichetta del Gin Tassoni?

L’etichetta nasce con l’intento di dare continuità a quelle delle toniche ed è stata ispirata da un’etichetta storica che avevamo già in azienda, rivista in chiave moderna. Tassoni, con il passato che ha alle spalle, è una piccola bomboniera: custodiamo immagini ed etichette e abbiamo una storia lunghissima da raccontare. Bisogna vederla in chiave moderna ma con delicatezza, senza snaturare l’azienda, altrimenti la bomboniera si rompe. 

Come consigli di degustare Gin Tassoni?

Come dicevamo prima Gin Tassoni è perfetto per esaltare le toniche Tassoni che hanno caratteristiche di naturalità, un amaricante estratto in maniera naturale, perché non viene utilizzato il chinino ma il quassio e la china gialla. Come garnish consiglio una scorzetta di agrume oppure una bacca di ginepro. Qualcuno  degusta Gin Tassoni anche liscio.  

gin tassoni

Gin Tassoni è uscito sul mercato a fine 2020, come mai in un momento così particolare?

Gin Tassoni è uscito a fine anno perché dopo un’estate dove pensavamo di tornare alla vita normale o quasi, avevamo organizzato il lancio a ottobre: era tutto già pronto. Poi, invece, c’è stata la chiusura dovuta all’emergenza Covid, però qualche nota positiva c’è stata lo stesso: abbiamo avuto modo di presentare il gin a operatori di settore che avevano più tempo da dedicarci, abbiamo fatto webinar con un pubblico attento. Il risultato è che adesso stiamo cominciando a vedere che qualcosa si muove in maniera importante, molti barman hanno fatto richiesta ai distributori che hanno deciso di inserire Gin Tassoni tra le loro proposte.

Acquista

Lascia un commento

Conferma

dioniso truffle gin (1)
Recensioni
Dioniso Truffle Gin, l’oro bianco e l’oro nero catturati in un distillato
Papillon-gin
News
Come salvare farfalle e scarafaggi bevendo gin: Papillon Gin e Carabus Gin
limone jerbario
Ricette
Torta allo Yogurt al Gin Tonic

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News