Cannabis Sativa Gin: il cuore di Amsterdam in un bicchiere

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

cannabis sativa gin

Nel centro di Amsterdam, nel pieno del Red Light District, nasce Dutch Windmill Spirits e il suo favoloso Cannabis Sativa Gin: scopri la sua storia e le ricette

Cannabis Sativa Gin e gli altri prodotti di Dutch Windmill Spirits rendono omaggio alla meravigliosa città di Amsterdam. Per rappresentare i Paesi Bassi si sarebbe potuto scegliere fra diversi elementi iconici, per esempio i tulipani, i tipici zoccoli olandesi, i meravigliosi canali che attraversano tutta la capitale o il suo famoso quartiere a luci rosse, il formaggio o i mulini a vento (questi ultimi citati nel nome e nel logo dell’azienda). I due fondatori di Dutch Windmill Spirits, però, hanno scelto come simbolo di Amsterdam la Cannabis Sativa, altrimenti nota come pianta della Marijuana. Del resto l’Olanda è celebre in tutto il mondo per essere uno dei pochissimi paesi dove è legale l’utilizzo ricreativo della droga che si ricava da questa pianta e ogni anno migliaia e migliaia di turisti scelgono questo paese come meta anche per questo motivo e non solo per le sue bellezze naturalistiche e storiche.

“Fibre Hemp Flavoured Gin”

La scelta dei due imprenditori è stata effettuata sulla base di un motivo molto preciso: i due hanno notato che nella loro amata città, dove la famosa foglia a sette punte della pianta di Marijuana è onnipresente, il vero gusto della Cannabis non era per nulla rappresentato nella scena dei cocktail bar di Amsterdam. A partire dalla constatazione di questa mancanza hanno cominciato a sperimentare fino a mettere a punto le ricette di tre distillati a base di Cannabis, nello specifico un gin, una vodka e un liquore. Questi prodotti non sono stati creati solo per attirare i turisti, ma si tratta di tre spiriti di alta qualità, ben studiati per essere interessanti e versatili nell’uso in miscelazione.

cannabis sativa gin

La Dutch Windmill Spirits distilla e crea artigianalmente i suoi prodotti proprio nel centro di Amsterdam, nel quartiere a luci rosse. Le fibre della canapa vengono infuse nel Cannabis Sativa Gin assieme ad altre botaniche come le bacche di ginepro, la vaniglia e il cardamomo piccante. Come indicato sulla confezione del gin, è bene puntualizzare che il prodotto non contiene THC, cioè il principio attivo che causa gli effetti psicotropi, di conseguenza il consumo del distillato non può in nessun modo portare agli stessi effetti della droga, ma solo a quelli legati al consumo di bevande alcoliche. Inoltre ciò fa sì che i prodotti siano legali ed esportabili in diversi paesi, poiché ad essere dichiarato illegale è il principio attivo e non la cannabis  sativa in sé.

Dall’infusione della canapa e delle botaniche risulta un gin a tutti gli effetti, dove al naso sono le tradizionali note del ginepro a spiccare, unite a quelle leggere e appena dolci della vaniglia e a quelle speziate del cardamomo. Anche al palato sono queste le note principali, felicemente bilanciate con le note appena amare ed erbacee della canapa. Il Cannabis Sativa Gin è quindi un distillato ottimo da utilizzare nei cocktail e nei gin tonic e in particolare si sposa molto bene con i gusti citrati, per esempio il lime o il limone. Di seguito vi presentiamo tre ricette consigliate dai creatori stessi del gin alle quali ispirarsi per miscelare questo ottimo distillato:

cannabis sativa gin

The G’Spot

The G’Spot

Ingredienti:

  • 50ml Cannabis Sativa Gin
  • 15ml Chamboard
  • 15ml sciroppo semplice
  • 10ml succo di lime fresco
  • 25ml succo di limone fresco
  • zucchero per il rim nel bicchiere

Procedimento:

Bagna il bordo del bicchiere da cocktail con lo sciroppo semplice e immergilo nello zucchero per fare la bordatura. In uno shaker unisci Cannabis Sativa Gin, Chamboard, sciroppo semplice e il succo di lime e di limone poi agita bene. Riempi il bicchiere di ghiaccio e versa filtrando il contenuto dello shaker nel bicchiere. Se lo si desidera si può guarnire con una fettina di limone

Green Trouble

Ingredienti:

  • 50ml Tequila
  • 50ml Cannabis Sativa Gin
  • 50ml limonata
  • 35ml succo di lime fresco
  • 1 po’ di sale grosso per il rimming del bicchiere

Procedimento:

Prendi due mini bicchieri da Martini e bagna il bordo con la tequila, poi immergilo nel sale per fare la bordatura. Riempi per metà uno shaker di ghiaccio e aggiungi la tequila, il gin, la limonata e il succo di lime, poi agita fortemente. Versa filtrando nei bicchieri e servi immediatamente.

Green Smash

Ingredienti:

  • 70ml Cannabis Sativa Gin

Procedimento:

Cannabis Sativa Gin è ottimo anche bevuto liscio con ghiaccio. In questo caso si consiglia di mettere il gin in uno shaker pieno di ghiaccio e di agitare con forza, poi di riempire il bicchiere di ghiaccio e di versare il gin shakerato e freddo nel bicchiere e di guarnire con una fettina di lime.

cannabis sativa gin

Green Trouble

cannabis sativa gin

Green Smash

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Commenti


  1. 29 aprile 2018 @ 23:13 Gian Carlo Barca

    Era ora….grazie ai mastri distillatori

    Rispondi

Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

libero nunc libero ut risus et, Aliquam elit. justo at eget