News

Piero Dry Gin subisce un furto di 2000 bottiglie e lancia un appello

Marco Bertoncini
July 7, 2024

Il produttore bresciano lancia un messaggio sui social per contrastare la vendita nel mercato nero delle bottiglie rubate.

Recentemente, un furto di grande portata ha colpito uno dei produttori italiani di gin più rinomati. Nei giorni scorsi, Piero Dry Gin, celebre brand bresciano, ha subito un danno economico significativo quando un carico di bottiglie è stato sottratto durante il trasporto. Il furto è avvenuto durante una sosta per il riposo dell’autista, quando quattro bancali di merce, circa 2.000 bottiglie del valore di circa 80.000 euro, sono spariti.

Gianpiero Giuliano, l’inventore del Gin Piero, ha lanciato un appello pubblico tramite un video sui social media chiedendo aiuto per contrastare la vendita delle bottiglie rubate nel mercato nero. L’obiettivo è recuperare la merce sottratta e scoraggiare futuri furti, mantenendo così la sicurezza del mercato legittimo. Potete vedere il suo appello completo e condividere le informazioni attraverso questo link.

piero 58 navy strength gin

Se vi viene proposto l’acquisto di bottiglie di Piero Dry Gin a prezzi troppo bassi o attraverso canali non ufficiali, vi esortiamo a informare immediatamente le autorità competenti. Ogni segnalazione può essere cruciale per recuperare le bottiglie rubate e scoraggiare ulteriori furti.

Inoltre, ricordate che acquistare merce di dubbia provenienza è un reato e contribuisce a sostenere attività illegali.

Gin Piero non è solo un distillato; è il risultato di passione, impegno e dedizione: proteggiamolo insieme. Uniti, possiamo fare la differenza.

A quanto pare, chi non sa fare il gin, lo ruba, quindi, forza Piero! Siamo tutti con te! Perché, diciamocelo, il gin rubato ha un sapore davvero amaro.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1317
Ricette
406
Recensioni
368
Interviste
275
Altro
Riduci

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News