Recensioni

Maite Distilleria Libera, i gin che profumano di Toscana e di libertà

Elisabetta Lugli
November 23, 2022

Maite Distilleria nasce dalla passione per i distillati e dalla voglia di cambiare vita per dedicarsi alla qualità: scopriamo la sua storia

Francesco e Olivia sono una giovane coppia che fino a qualche anno fa incarnava il prototipo di “milanesità”: lui fotografo nel mondo della moda, lei impegnata nel marketing. Con l’arrivo del Covid Milano si è trasformata per loro in un orizzonte troppo stretto e i loro sogni hanno preso il sopravvento, insieme alla voglia di tornare alle loro radici, in Toscana. Così hanno cambiato vita: abbandonata Milano e il loro piccolo alambicco casalingo, sono approdati in Toscana con l’obiettivo di distillare professionalmente. La passione per la distillazione abitava già in loro da tempo, il progetto era chiaro nelle loro menti: così hanno fondato Maite Distilleria Libera. “Libera” sta per libera dalle dinamiche del mercato, concentrata sulla ricerca della qualità e sulla totale artigianalità. Da questo progetto sono nati già due gin in contemporanea, Spiaggia Lunga e Furia, e una Vodka, Statuaria. Abbiamo parlato con Francesco e Olivia per farci raccontare la loro avventura nei dettagli.

Ragazzi, raccontateci tutto di Maite Distilleria Libera.

Durante la quarantena è cresciuta in noi la voglia di cambiare vita, dedicarci alla nostra passione per la distillazione e tornare nella nostra terra, la Toscana. Così quest’anno siamo riusciti finalmente ad aprire la nostra distilleria e abbiamo iniziato a produrre i nostri due gin, entrambi London Dry, e la nostra vodka che viene distillata nel marmo di Carrara (da cui il nome Statuaria, ndr), utilizzando il carbonato di calcio per assorbire la componente grassa dell’alcool. Si tratta di un antico metodo per produrre la grappa, da noi rivisitato.

I due Gin si chiamano Spiaggia Lunga e Furia, due nomi evocativi. Da dove arrivano i nomi e quali sono le caratteristiche dei gin?

Spiaggia Lunga è più territoriale, il nome si ispira a una spiaggia sulla costa di Piombino dove abbiamo trovato la maggior parte delle botaniche che rendono questo gin speciale: profumato, morbido, dolce, di tipo mediterraneo. Furia è il suo contraltare: il nome si ispira alla furia dei venti, che qui sulla costa toscana muovono le piante e permettono di sentire nell’aria questo mix così speciale, di salmastro, mirto e ginepro. I venti della zona sono così tanti che sarebbe stato inutile ispirarsi a uno soltanto di loro: con il termine furia, li abbiamo voluti racchiudere tutti in una sola parola. Furia è un London Dry tosto in bocca, ben bilanciato, prodotto con cinque botaniche soltanto.

Scopri Maite su GinShop

Quali sono le botaniche utilizzate per Spiaggia Lunga e per Furia?

Spiaggia Lunga nasce con una preponderanza di botaniche della zona, alle quali si aggiungono i profumi delle spezie orientali. Abbiamo quindi, oltre al ginepro toscano, l’elicriso, l’angelica, il coriandolo, il cardamomo, la genziana e l’iris. A queste botaniche autoctone si aggiungono il pepe malagueta, il cubebe (pepe di Giava) e la cannella di Ceylon. Furia invece è un London Dry composto da cinque botaniche: ginepro, coriandolo, angelica, mirto selvatico e infine il pepe Etiope, che scaldato dona una nota agrumata. Nel complesso, non abbiamo voluto legarci troppo al territorio con le nostre ricette, per essere liberi di sperimentare. Va bene il territorio, il richiamo alla Toscana non si discute, ma la nostra idea è di mixarlo con altre scoperte.

Acquista

Che tipo di alambicco utilizzate per distillare Spiaggia Lunga e Furia London Dry Gin?

Il tipo di alambicco che io sapevo già usare (parla Francesco, ndr): poco più di 100 litri di capienza, in rame elettrolitico, a fiamma viva. Si tratta di uno strumento tradizionale, niente camere a vapore né Rotovapor. Ne escono molte teste e molte code, c’è un bello scarto: è artigianale. È più difficile da utilizzare, ma risulta perfetto per tenere i sapori tosti.

L’alambicco Felice

Acquista

Parliamo dell’etichetta, molto particolare. Si vede il profilo di un bassotto, e i bordi sono frastagliati.

Il cane rappresentato è il nostro: si chiama Tequila, è una bassottina. Volevamo che ci fosse un richiamo a lei perché quando abbiamo trovato le botaniche di Spiaggia Lunga eravamo a passeggiare con lei: in lockdown era l’unica scusa per uscire! Inoltre Spiaggia Lunga, il luogo al quale ci siamo ispirati per il nostro gin, è accessibile ai cani. Di estate ci andavamo tutti i giorni con Tequila. L’etichetta fustellata, invece, richiama le onde del nostro mare. C’è anche una doppia lettura: Carrara sta tra mari e monti, l’etichetta girata al contrario richiama il profilo degli Appennini.

Da dove arriva invece il nome Maite, che avete dato alla vostra distilleria?

Pensavamo che se fosse arrivata una figlia, l’avremmo chiamata Maite. Ora, è arrivata prima la distilleria e ha vinto questo nome che ci piace tanto. Dovesse poi arrivare anche una figlia, si chiamerà così anche lei. La parola “maite” in basco vuol dire “amata”, ed è il nome che mettevano nei Paesi Baschi negli orfanotrofi alle bambine.

Acquista Gin Furia e Spiaggia Lunga

Come consigliate di gustare Spiaggia Lunga e Furia?

Noi siamo molto semplici, per fare un gin tonic con Spiaggia Lunga London Dry consigliamo di utilizzare acqua brillante oppure una tonica neutra, senza aggiungere nessun garnish.

Furia London Dry, invece, ha botaniche più coriacee, è un gin che in miscelazione non perde il sapore; il suo olio è talmente pesante che può reggere tranquillamente un Negroni, o anche un Gin Sour. I nostri Gin sono entrambi non filtrati, quindi lisci non vanno bene. Nel caso bisogna aggiungere due gocce d’acqua, altrimenti c’è troppo olio e non si percepisce il gusto pieno.

Avete altri progetti in cantiere?

Sì, vogliamo uscire con dei gin stagionali, basati sulle botaniche che Carrara offrirà a seconda dei momenti.

Scopri Maite su GinShop

Lascia un commento

Conferma

bitter del redentore
Recensioni
Bitter del Redentore, perfetto equilibrio delle botaniche dei Monti Sibillini
2020-ADI-Judging
Competizioni
Aperte le iscrizioni ad ADI Judging of Craft Spirits 2023
savoia americano
Ricette
Cocktail per le Feste con Savoia Americano, l'Aperitivo vegano

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News