Recensioni

Olivia Gin, lo splendore e la storia del Lago di Garda immortalati in un gin

Elisabetta Lugli
December 7, 2023

Tra le meraviglie del Lago di Garda c'è anche l'olio di oliva, come quello utilizzato in Olivia Gin... Ecco come è nato questo gin...

Un distillato unico, che rappresenta la quintessenza del Lago di Garda e racchiude in bottiglia i suoi profumi e la sua bellezza. Stiamo parlando di Olivia Gin, un inno dedicato a un territorio unico, baciato da un microclima fortunato che permette la crescita di piante uniche, come l’ulivo, che naturalmente fa parte delle botaniche preziose contenute in Olivia Gin. Abbiamo parlato con Federico, il suo creatore, per farci raccontare tutti i dettagli della genesi di questo progetto che ha già ottenuto numerosi premi. 

Federico, raccontaci come è nato Olivia Gin.

In primis è nato un progetto più ampio, Olivia Lago di Garda. Olivia Gin è il primo prodotto che abbiamo creato all’interno di questo progetto. L’idea che c’è dietro è legata a un forte amore per il territorio, una passione per la cura del verde, per il bello e per le botaniche. Olivia nasce da oltre 100 anni di esperienza e tradizione nel campo dell’agricoltura nella Riviera degli Olivi. Il cuore del progetto è proprio qui, in provincia di Verona, a Lazise. Qui, nel lussureggiante podere Oasi del Garda, vengono colte otto delle nove botaniche di Olivia Gin.

Olivia Gin ha un’immagine molto forte, d’impatto. Che tipo di gin è?

Olivia Gin racconta un’emozione che porta a immergersi in questo splendido territorio, e tende a raccontarlo a modo suo. Olivia è un gin che possiamo definire distillato botanico, composto da nove elementi tra i quali soltanto il ginepro non proviene dall’Oasi del Garda, bensì dal versante occidentale delle Alpi Francesi, che è la zona dove batte meno sole e il ginepro viene colto in maturazione risultando così più delicato. Tra le altre botaniche ci sono l’olivo – tipico di questa zona – e la lantana che a quanto mi risulta non è mai stata utilizzata prima per un gin, e che ha foglie particolari, che se strofinate rilasciano sentori agrumati. Poi ci sono le scorze di mandarino e arancia, il fiore di sambuco, la salvia, la camomilla e il rosmarino. Tutte le piante vengono raccolte a mano con cura e attenzione, e il risultato è un gin con note d’ingresso incentrate sul ginepro e l’olivo, mentre ossigenando emergono poi le note agrumate, seguite da quelle terziarie un po’ erbacee date dalle piante. Olivia Gin ha un gusto pieno, vellutato in bocca, quasi burroso per via dell’olio d’oliva. Aprendo la bottiglia, sembra quasi un profumo.

Acquista Olivia Gin

Il nome, Olivia, che origine ha?

Il nome nasce dal richiamo alla parola ulivo, che sta alla base delle botaniche di Olivia Gin. Noi qui siamo immersi tra gli ulivi, abbiamo un vero e proprio microclima mediterraneo e rappresentiamo il paese italiano più a nord nel quale viene prodotto olio d’oliva. Ma c’è anche un’altra ispirazione dietro al nome Olivia, ed è il riferimento a una leggenda che forse è andata dimenticata o forse non è mai esistita: quella della sirena del lago di Garda, Olivia. In suo onore abbiamo anche creato un manifesto che si può comprare, impreziosito in oro, che la rappresenta. 

Anche la bottiglia di Olivia Gin è impreziosita con oro ed è un vero e proprio oggetto di pregio.

Sì, la bottiglia è stata disegnata da Mo Coppoletta, designer di fama internazionale. Non a caso Olivia Gin ha vinto l’Award di Spirito Autoctono come miglior packaging! Mo ha disegnato la serigrafia che impreziosisce la bottiglia e rappresenta le onde del lago, le colline, il sole che tramonta sul collo dalla bottiglia e il Vittoriale: c’è una forte ispirazione dannunziana in Olivia Gin. Dalla “nostra” sponda del lago, quella veneta, noi vediamo la sponda lombarda dove troneggia il Vittoriale, e io ho una vera e propria passione per D’Annunzio e la Belle Epoque. La forma stessa della bottiglia di Olivia Gin è ispirata alle ampolle dei profumi di quell’epoca. Inoltre la bottiglia viene prodotta con un processo molto particolare: nasce trasparente e poi viene trattata con una prima colata di colore verde oliva, seguita da una colata in oro su cui viene creata la serigrafia, che è d’oro vero e proprio. Un oggetto pregiato, creato per essere riutilizzato.

Scopri di più

Come consigli di gustare Olivia Gin?

Olivia Gin degustato in purezza è un’emozione unica. Sotto forma di gin tonic consiglio di abbinarlo a una tonica neutra o un’acqua brillante, utilizzando come garnish una scorza di limone oppure un’oliva. Olivia Gin è perfetto anche per preparare un ottimo Martini cocktail.

Il brand Olivia Lago di Garda prevede l’uscita di altri prodotti. Quale sarà il prossimo?

A breve sarà pronto il nostro Limoncello del Garda: i limoni sono in macerazione proprio adesso. Non sveliamo adesso i dettagli, manteniamo un po’ di mistero: ti dico però che c’è un progetto di continuità, e il design sarà seguito anche questa volta da Mo Coppoletta.

Un’ultima cosa: sul retro della bottiglia di Olivia Gin c’è un testo, molto poetico, di che si tratta?

Si tratta del motto di Olivia Gin, “Il Classico Ritrovato”, che recita queste parole: esiste un Lago tra le alte montagne e le rigogliose pianure, che è convinto di essere un mare, profuma di fiori e di agrumi, dove l’ulivo cresce sano e rigoglioso, dove le sirene cantano con le ninfe, dove dai tempi remoti l’uomo qui ha segnato la sua Storia. Sulle sue sponde si son dati appuntamento Imperatori e poeti, generali e santi, angeli e demoni, tra le sue acque si son incontrate le divinità pagane quando il mondo era ancora giovane, nelle sue campagne si son creati regni e dissolti imperi. Ogni lingua qui ebbe orecchio, ogni vicenda il suo palcoscenico. Tu che vivi il presente, rammenta, che stai calcando le strade che han fatto la Storia.

Acquista Olivia Gin

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1259
Ricette
390
Recensioni
361
Interviste
268
Altro
Riduci
elephant gin comp
Competizioni
Iscriviti alla gara di bartending Elephant Gin National Competition
moebius 1
Locali
50 Best Discovery: vi presentiamo Moebius (Milano)
mixology circus
Eventi
Beer&Food Attraction: un successo anche per gli spirits

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News