Eventi

Gin in Porchetta: a Monte San Savino (AR) l’unico evento che abbina porchetta e gin

Redazione
August 18, 2023

Dopo il successo della prima edizione, Gin in Porchetta annuncia la sua seconda edizione, ancora una volta incentrata sul food pairing tra porchetta e gin.

Gin in porchetta nasce da un’idea di Stefano Del Pianta (fotografo food freelance e ideatore\blogger della pagina IG myginexperience dove si recensiscono esclusivamente spirits made in Italy con un focus particolare sul gin) e di Alessandro Casini (barman e bar manager dei locali Ostematto a Monte San Savino). Entrambi produttori di gin con i rispettivi brand: Dal Piatto al Bicchiere e Claves.

L’evento si svolgerà in due giornate: 

Venerdì 8 Settembre e Sabato 9 Settembre presso i giardini pensili di Monte San Savino dalle ore 18 in poi ci saranno produttori italiani provenienti da tutto lo stivale a deliziarvi con prodotti Premium ed abbinamenti inusuali ad una succulenta porchetta calda affettata al momento. Oltre che degustare, potrete parlare direttamente con i creatori dei gin e scoprire territorialità, passione, botaniche e metodi di lavorazione. Inoltre ci sarà la possibilità di acquisto delle bottiglie presenti all’evento.

Quest’anno gli stand saranno quasi il doppio, passando dai 14 produttori dell’anno scorso a 24, pronti a farvi provare le loro opere liquide. Il tutto accompagnato da intrattenimento musicale con il DJ set venerdì e la band aretina Camaloco sabato sera.

Menù della serata:

L’indispensabile: Bicchiere 1€
Il vegano: Panino Porchetta 5€
L’assetato: Drink 7€
L’amatore: 4 drink 25€
Il professionista: 9 drink 50€

Per info e aggiornamenti consultate la pagina Instagram dell’evento gininporchetta.

La location:

I giardini pensili si trovano dietro il bellissimo palazzo aristocratico della famiglia dei Del Monte ma oggi di proprietà del Comune. Il giardino è molto sobrio, con piante, un busto raffigura il Sansovino che ne ebbe i natali. Un giardino terrazzato sopra i tetti di Monte San Savino che si affaccia con un panorama fantastico verso la Valdichiana.

L’evento Gin in porchetta è realizzato in collaborazione, oltre che con la pagina IG MYGINEXPERIENCE, con la Proloco di monte San Savino e la Sagra della Porchetta di Monte San Savino (AR).

La Sagra della Porchetta è alla sua 58ª edizione. Specialità dell’Italia centrale, la porchetta raggiunge a Monte San Savino un valore assoluto; è uno dei prodotti tradizionali toscani, avente un profumo particolare, caratteristico e intensissimo, dato dagli aromi di aglio e di finocchio e dalla speciale carne morbida e ricca di sapore.

I produttori espositori:

Ambrosia di Lucca (Toscana): Ambrosia Gin Day edition composto da ginepro, salvia, rosmarino, limone e Ambrosia Gin Sicily con agrumi e zenzero.

Ardito Gin  (Toscana): Ardito, Ardente e Audace, sono i tre gin che rappresentano le nostre forze armate italiane. Un London dry, un Distilled affumicato ed un Compound gin.

Bufalo Gin di Agro Pontino (Lazio): Ginepro, eucalipto, coriandolo, angelica ed arancia dolce omaggiano l’identità Pontina.

Claves da Monte San Savino (AR) (Toscana): Il gin di Monte San Savino, dall’animo toscano prodotto con le più pregiate botaniche e cipresso autoctono Montigiano.

Cocktail In Lattina da Siena (Toscana): Dodici cocktail in lattina, miscelati artigianalmente con prodotti Made In Italy a cui quest’anno si uniscono due nuovi prodotti creati insieme a Dioniso Spirit e nati proprio alla prima edizione di Gin in Porchetta.

Dal Piatto al Bicchiere di Monte San Savino (Toscana): 4 gin sapidi ispirati a 4 piatti della tradizione Toscana: Ribolgin di Nonna Lisa (Ribollita), Panzagin di Mamma Graziana (Panzanella), Ginsanto e Cantucci di Zio Carlo (Vinsanto e Cantucci), Panmòllo 1912 di Nonna Alfa (Pappa al Pomodoro). Tutti e 4 Gluten Free e realizzati con verdure fresche in infusione. Inoltre proporranno i loro 2 Liquori Due Terzi Bianco e Rosso, per farvi assaporare un Negroni tutto Toscano.

Dioniso Spirit di Perugia (Umbria): Dioniso Italian truffle gin con tartufo bianco, tartufo nero pregiato e miele (fra i vari drink proporremo un red snapper al tartufo)  

Distillati Palladium da Montecchio Maggiore (Veneto): Primo gin italiano con fiori d’osmanto. Un distillato dedicato all’architetto vicentino Andrea Palladio e alle Ville Venete.

Distilleria Elettrico di Livorno (Toscana): Elektro gin realizzato con pistilli di zafferano, bitter amaranto realizzato sempre con pistilli di zafferano e Amarea un liquore agrumato con acqua di mare.

Equilium Gin da Cavallino Treporti (Veneto): Un gin che rende omaggio ad una sottile striscia di terra bagnata da mare e laguna di Venezia, composto da botaniche particolari, tra le quali semi di canapa, rafano e pepe selvatico del Madagascar.

Flora D’Elba da Isola d’Elba (Toscana): Gin Flora d’Elba ed Amaro Flora d’Elba sono due prodotti con l’anima di Porto Ferraio realizzati con botaniche esclusivamente isolane.

Fratelli Pistone s.r.l. da Belpasso (Sicilia): Ionico Gin Marino, un gin salato tutto da scoprire, Monginbello, Piazza Bologni Sicilian Dry Gin e Maliquò. L’intera linea è un tributo agli agrumi Siciliani.

Gin Cabala da Santa Sofia (Emilia Romagna): Un gin realizzato da botaniche molto particolari oltre al ginepro: pino mugo, alloro, radice di tarassaco, grano gentil rosso, cardo selvatico, fiori di acacia e sambuco, rosa canina e sorbo dell’uccellatore.

Gotha Spiriti Nobili da Bologna (Emilia Romagna): Menegiks è un gin dedicato al mare, composto da ginepro, acqua di mare, lime, cappero e menta peperita.

In Fermento Spiriti da Vercelli (Piemonte): Dalla patria del riso di qualità nasce Nèir, il primo Sakè nero italiano realizzato dalla fermentazione di riso.

Messenion gin da Messina (Sicilia): Protagonista di questo gin è sicuramente il Finger Lime che coltivano direttamente, unito al ginepro, nepeta, basilico e rosmarino.

Muegin spirito Pantesco da Pantelleria (Sicilia): Un gin mediterraneo realizzato con botaniche selvatiche dell’isola di Pantelleria accuratamente raccolte a mano: funghi porcini, capperi, finocchietto marino, carrube, limone, uva zibibbo appassita, angelica e ginepro.

Ngricca da Ascoli Piceno (Marche): Un agridistilleria dove il Master Distiller è anche apicoltore, un tributo al proprio territorio con una linea di spirits invidiabile: Gin Travertino, Triple sec Biondo, Genzià, Amaro Archibugio, Mistrà, Mistrà Ruffiano, Ambra Genziana, Vodka Natura, Vermouth Artemisio bianco all’assenzio.

Nobile Kobiashvili da Trieste (Friuli Venezia Giulia): Un gin affinato in anfora giorgiana 47%vol, la nuova limited edition è una bottiglia in ceramica che funge da Anfora, facendo evolvere questo gin ad ogni assaggio a distanza di tempo.

Panico P3rpəl di Lonigo (Veneto): Un gin dove vengono utilizzate solamente botaniche viola: ginepro, giaggiolo, lavanda, malva, maggiorana, mirto, prugna, fiore del carciofo, gelso, cardo santo. 

Plamb di Torino (Piemonte): Liquore Calabrese realizzato con pompelmo, limone, arancia, mandarino, bergamotto.

Seimila Metriquadri da Francavilla Fontana (Puglia): Lu Sule, Lu mare, Lu ientu sono tre botanical spirit dedicati al salento con in comune il pepe rosa, uno dei tre è alcol free.

Still Drinks di Conegliano Veneto (Veneto): Gin monobotanico ginepro, potrete degustare tutti i prodotti della linea come i loro bitter, vermouth, vodka, grappa, liquori, amaro, kombucha.

Zero Negativo da Lecce (Puglia): Prende il nome dal gruppo sanguigno zero negativo, il donatore universale, un gin dunque per tutti composto da ginepro, pepe di Timut, limone ed altre botaniche segrete.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1317
Ricette
406
Recensioni
368
Interviste
275
Altro
Riduci

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News