Ditta Artigianale, di giorno caffè, di sera gin

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

A Firenze si trova un’ampia scelta di gin negli American Bar dei due locali Ditta Artigianale e Ditta Artigianale Oltrarno

A Firenze, in via de’ Neri 32, si trova Ditta Artigianale. Il locale specializzato nella caffetteria di sera si trasforma in gin bar, con un’ampia scelta di cocktail e di gin per tutti i gusti. Il bar è aperto tutti i giorni.

Un secondo locale, “Ditta Artigianale Oltrarno” è stato inaugurato il 3 marzo in via dello Sprone 5R, vicino a Ponte Vecchio. Anche questo è caratterizzato dall’unione dell’arte del caffè alla buona cucina e al gin serale. Kareem Bennett e Natalia Mazzilli sono responsabili della sezione “Cocktail e American Bar”. Qui è possibile degustare anche gin italiani, tra i quali il Gin Vallombrosa prodotto dai monaci di Vallombrosa, dell’Appennino tosco emiliano.

Voglia di un Gin Tonic a Firenze? Perchè non provare la selezione di gin di Ditta Artigianale?

Cecilia Cancellieri, barmaid di Ditta Artigianale

Cecilia Cancellieri, barmaid di Ditta Artigianale

Tra i cocktail in lista ci saranno creazioni quali il “Ditta Artigianale Spritz”, preparato con lo “Slow gin”, fatto con infusione di prugnolo selvatico, dolce e di un colore indaco, con prosecco, un touch di soda e una foglia di basilico, e poi il “Negroni Ditta Artigianale”, con gin, campari bitter, vermouth di alta qualità, confettura di arance amare e ginger.

Nel primo locale, aperto dal 2014, le degustazioni dei gin e dei cocktail partono dalle ore 18.30 e sono curate dalla Barmaid Cecilia Cancellieri, 29 anni, di origine argentine ma cresciuta a Firenze. Ecco una piccola intervista a Cecilia, che coniuga gin e caffè nelle sue creazioni.

ilGin.it: Come hai cominciato?

Cecilia Cancellieri: Ho cominciato da giovane, a 18 anni, in una discoteca di Firenze, l’Ex Mud. Lavoravo in sala ma ero molto attratta dal bar, cercavo continuamente il pretesto per mandare i baristi in pausa e sostituirli. Ero talmente pressante e curiosa che l’anno dopo il capo barman mi assegnò al bar. Da quel momento ho intrapreso un percorso da autodidatta, imparando dai miei colleghi, da quello che vedevo, passando di bar in bar. Gli anni all’Ex Mud sono stati fondamentali per iniziare, poi ho iniziato a specializzarmi al Rex Cafè, e adesso sono arrivata in Ditta Artigianale.

iG: Parliamo di cocktail: la tue specialità.

CC: Da quando sono in Ditta ogni giorno c’è una specialità. Qui si servono cocktail a base di gin, un distillato molto complesso che va studiato attentamente, e ogni giorno cerco di abbinarlo a diversi sapori, spezie, frutta. Potrei elencarti tantissimi esperimenti, che faccio con la mia collega, Jennifer Di Leonardo, 29 anni, di origini francesi: dal Manhattan rivisitato, con un gin barricato fatto invecchiare in botti di rovere al posto del whiskey, al Margarita col gin, o anche tante miscele con gli ingredienti più vari, dal kiwi al cardamomo fino al pepe. Il bello è essere curiosi, sperimentare gli abbinamenti, uno perfetto ad esempio è col pompelmo rosa, che è anche una componente del gin. In ogni caso tutto varia molto a seconda delle botaniche presenti nel gin. Ad esempio facciamo diversi drink col caffè, ma solo due dei 120 gin che abbiamo si armonizzano con la nostra miscela, è un work in progresso continuo.

iG: Qual è il segreto per valorizzare il caffè e il gin?

CC: Ho provato con il mirtillo ed è perfetto, spezza i due sapori ma al contempo li amalgama. Si sente molto il gusto del mirtillo, mentre quello del caffè è appena percettibile e il gin non si sente quasi. Uso sempre il sweet and sour, succo di limone e zucchero liquido, ed è buono e profumatissimo anche il Monkey Tonic con l’espresso. Ho provato anche a fare i cubetti di ghiaccio col caffè preparato a filtro, per aggiungerli al gin tonic. Uno spettacolo!

iG: Che tipo di clientela ha Ditta Artigianale?

CC: Dopo un anno, sinceramente ancora non saprei dire, vengono moltissimi tipi di persone, e questa cosa mi piace tantissimo. Molti stranieri, ma anche molti fiorentini che scoprono sempre di più la qualità di Ditta Artigianale.

E solo per ilGin.it, Ecco 10 cocktail tra quelli proposti nei due American Bar:

SLOE SPRITZ
Sipsmith Sloe Gin
Prosecco
Top succo cranberry
Foglia Basilico (garnish)

MARTINI CORSARO
Solo Wild Gin
Anice Dry Varnelli (in & out)
2 cozze ( garnish)

K-MULE
Tanqueray Ten
Solerno
Succo di Lime
Ginger Beer

Una piccola selezione dei gin presenti nel locale

Una piccola selezione dei gin presenti nel locale

Di nuovo Cecilia, al lavoro dietro al bancone

Di nuovo Cecilia, al lavoro dietro al bancone

RAMOS COFFE FIZZ
Bobby’s Gin
Succo di Lime
Sciroppo di Zucchero
Panna
Essenza Fiori Arancio
Essenza di Vaniglia
Soda
Cold Brew Finca Maputo

NEGRONI DITTA ARTIGIANALE
Brokers Gin
Cocchi Vermouth
Campari bitter
Zenzero fresco
Marmellata arance amare

AJ NEGRONI
Beefeater 24 Gin
Vermouth Rosso
Campari bitter
Caffè Espresso Guatemala

CELERY CUP
Martin Miller’s Gin
Sedano Fresco
Zenzero Fresco
Sweet & Sour

COLORADO
Roundhouse Barrel Gin
Vermouth Rosso
Angostura

COLLABORATION
Tanqueray Ten
Pompelmo
Timo
Sweet & Sour,
Acqua Tonica

LADY BEE
Geranium Gin
Zenzero Fresco
Miele
Menta Fresca
Lime

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

felis id facilisis Aenean consectetur sem, leo.