Idee ecologiche: il gin alla spina in distilleria

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Sull’Isola di Man una recente distilleria di gin ha deciso di investire i guadagni non preventivati nell’ecologia e soprattutto nel risparmio del vetro…

Nel mondo del bar e nel mondo dei distillati è sempre crescente l’interesse per l’ecologia, come ha sottolineato anche Diageo, individuando l’eco-sostenibilità fra le tendenze verso cui si è direzionata la mixology. Ed è infatti in questa direzione che l’iniziativa di the Fynoderee Distillery, che ha in programma di dare la possibilità ai clienti di riempire le bottiglie vuote direttamente in distilleria, risparmiando così grandi quantità di vetro. Una bella idea, che prende spunto dai negozi “packaging free” e già applicata da alcuni produttori e rivenditori di vino, ma che per la prima volta viene applicata al mondo del gin.

Un futuro roseo ed ecologico per il gin

La distilleria si trova in Inghilterra, nell’Isola di Man, dove si trovano altre due distillerie. I suoi fondatori hanno deciso di investire nella sostenibilità ambientale grazie alla non prevista crescita straordinaria delle vendite, che gli ha permesso di mettere da parte 544.000 Sterline a un solo anno dalla sua fondazione. Essa è infatti tra le numerose distillerie aperte negli ultimi tempi in Inghilterra, contribuendo a far sì che il numero di quelle inglesi per la prima volta superasse quello delle distillerie scozzesi e, a quanto pare, i consumi sono così alti che la concorrenza non costituisce un problema.

La co-fondatrice di The Fyonderee Distillery ha rilasciato un’intervista a The Drink Business in cui ha spiegato il loro piano per il 2019 incentrato su una serie di iniziative volte all’eco-sostenibilità. Il progetto prevede lo spostamento in una sede più grande a Ramsey, sempre sull’Isola di Man. Sarà qui che i clienti potranno riempire direttamente le bottiglie vuote di gin, aiutando a ridurre lo spreco di vetro e risparmiando i soldi del costo di esso. L’iniziativa è particolarmente significativa anche perché la distilleria è business partner dell’UNESCO Biosphere e quindi i valori del brand sono profondamente legati all’ambiente e da sempre lavora per ridurre al minimo l’uso della plastica.

Visto poi il grande successo, The Fyonderee Distillery non pensa solo all’ambiente, ma anche a crescere ulteriormente e sta puntando a introdurre i suoi prodotti nei mercati esteri, principalmente Homg Kong, Singapore, Sudafrica e Stati Uniti. Si tratta proprio dei paesi dove la grande rinascita del gin sta emergendo con forza solo in tempi più recenti e dove quindi c’è ancora tanto spazio per conquistare nuovi consumatori.

 

Fonte:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati