News

Novità 2021: sperimentazione, oro, sale e tanti flavoured gin

Vanessa Piromallo
May 12, 2021

Le novità di questi primi mesi del 2021 sono tantissime e ricche di gusto, all'insegna della sperimentazione e della voglia di sorprendere!

In questi primi mesi del 2021 sono tantissimi i nuovi gin europei lanciati sia dalle aziende più famose sia dai produttori più piccoli. E, fra tante novità, la parola d’ordine comune è stupire e sperimentare.

Uno dei temi al centro del mondo degli spirits è quello dell’ecologia e a tal proposito cominciamo con il nuovo gin di Silent Pool Distillers, il primo al mondo distribuito in una speciale bottiglia fatta al 94% di carta riciclata (solo la parte superiore non lo è, ma è facilmente staccabile per una corretta differenziazione della spazzatura una volta finito il gin). Il suo nome è Green Man Woodland Gin, 42% vol, distillato con 25 botaniche tra cui rosmarino, rosa canina, pino e mela. Il sapore della foresta in un packaging unico, creato da Frugalpack.

L’altra grande tendenza del gin è quella dei gin alla frutta, come dimostrano i nuovi prodotti di alcuni dei maggiori player. Gordon’s ne ha lanciati ben due: Gordon’s White Peach Distilled Gin, alla pesca, e Gordon’s Sicilian Lemon Gin, ai limoni di Sicilia. Il brand più venduto al mondo non è l’unico ad aver scelto una botanica italiana per caratterizzare il proprio gin, infatti di recente vi abbiamo presentato il nuovo Gunpowder Sardinian Citrus Gin. Dal colosso Diageo anche il celebre brand Tanqueray si è dato alla frutta con il lancio di Tanqueray Blackcurrant Royal Gin, con ribes nero proveniente dalla Francia, in memoria dei viaggi di Chales Tanqueray in questo paese. Non poteva mancare anche l’altro gin sempre in cima alla classifica di quelli più venduti al mondo: parliamo di Beefeater e del suo nuovissimo Beefeater Peach & Raspberry Gin (37,5% vol.), anch’esso ispirato al fondatore del brand, James Burrough, che nell’800 creò le ricette di un liquore alla pesca e di un gin ai lamponi.

E se la triade dei gin più venduti non vi basta come prova di quanto i gin alla frutta siano di tendenza, almeno in UK, ecco altri grandi nomi che hanno preso questa direzione: la celebre distilleria Hayman’s ha appena lanciato (in sordina, senza pubblicizzarlo troppo) il suo Hayman’s Exotic Citrus Gin, con kunquat, pomelo, mandarino e lime persiano; Sipsmith invece ha scelto le fragole di Wimbledon per il suo Sipsmith Strawberry Smash Gin, con la base del loro London Dry più fragole e menta, che si sposano benissimo con le note agrumate dell’originale; se poi passiamo al nuovo gin di Brewdog potremmo anche ipotizzare che la pesca sia particolarmente gettonata perché hanno appena presentato il loro LoneWolf Peach and Passion Fruit Gin, nel quale troviamo anche un poco di yuzu, ma non manca il corpo classico dato dal ginepro; la Chase Distillery per l’estate propone il suo Chase Raspberry and Basil Gin con lamponi e basilico; concludiamo poi con i particolarissimi nuovi 6 O’ Clock Damson Gin, con susine selvatiche, e 6 O’ Clock Mango Ginger & Lime Gin.

A proposito di aromatizzazioni particolari, la celebre catena di supermercati a basso costo Aldi, nota per il suo vasto range di gin, ha appena lanciato alcuni Gin Liqueur davvero strani tra cui The Infusionist Salted Caramel Cupcake Gin Liqueur, Lemon & Drizzle Cake Gin Liqueur e Strawberry & Vanilla Gin Liqueur e The Infusionist Peach & Elderflower Gin Liqueur con foglia d’oro (per competere con il rivale M&S’s Glitter Globe Gin Liqueur, gin glitterato uscito a dicembre 2020), tutti in edizione limitata e a prezzo minimo.

Il brand francese Citadelle per il suo primo gin aromatizzato ha invece scelto una maggiore complessità unendo note floreali, speziate e fruttate nel suo Citadelle Jardin d’Eté Dry Gin, con 22 botaniche tra le quali pepe di Sichuan, santoreggia, yuzu, ginepro, cardamomo, coriandolo, melone e cannella.

Una strada diversa, ancora poco nota in UK ma che ha trovato ampio spazio in Italia, è quella intrapresa da Portobello Road Distillery con il suo Portobello Road Savoury Gin, servito unicamente nel loro locale londinese nell’omonima via: questo gin infatti, oltre ad avere tra le botaniche rosmarino, basilico e olive verdi, contiene anche un pizzico di sale.

Un’interpretazione completamente diversa di “savoury gin” è quella di Umami Gin di Audemus Spirits, in uscita la prossima settimana in UK, distillato con capperi e parmigiano, in grado di dare al palato il famoso quinto gusto, l’umami!

Sono davvero tantissimi i gin nuovi, questa non è che una carrellata riassuntiva. Persino la famiglia reale inglese, dopo il successo del suo primo gin, ne ha lanciato uno nuovo: più precisamente ha lanciato il suo personale Sloe Gin. Anche in questo caso il distillato è venduto nello shop del Royal Collection Trust e i ricavi saranno devoluti per la conservazione della Royal Collection. Il perfect serve del Buckingham Palace Sloe Gin approvato anche dalla Regina Elisabetta? Con champagne e fragole!

E per concludere rimaniamo nel tema della nobiltà inglese, ma stavolta nella fiction: per celebrare l’uscita della serie Downton Abbey 2 è stato lanciato Highclere Castle Gin, ispirato alla vita nella vera Downton Estate, il cui noto castello è rappresentato sulla bottiglia. Questo gin nel giro di poco tempo ha già collezionato premi importanti ed è già stato nominato miglior London Dry dell’anno. Non è certo l’unico gin che acquisisce popolarità anche grazie alle serie TV, infatti il più famoso ora è Peaky Blinder Gin.

Lascia un commento

Conferma

spezie botaniche
News
7 Cold Compound Gin italiani da provare
ebook summer 2021
News
E’ arrivato l’ebook gratuito Summer 2021 con tante nuove ricette a base gin
June by G'Vine
Recensioni
June Wild Peach Gin e June Royal Pear Gin by G’Vine: i nuovi gin dell’estate

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News