Recensioni

Gin Iconix, 4 generazioni di distillatori per 4 gin d’eccezione

Elisabetta Lugli
April 28, 2021

Gin Iconix: London Dry Botanico oppure il Fruttato, l'Agrumato o lo Speziato? A ognuno il suo con IconiX Gin

È dal 1898 che la Distilleria Novelli produce liquori e distillati alle porte di Brescia, proprio a due passi dal Museo Mille Miglia che celebra la storica corsa. Lì quattro generazioni si sono succedute distillando con passione e vedendo passare automobili che ancora adesso sono considerate icone, icone come richiama anche il nome che la storica distilleria ha scelto di dare ai suoi gin: Iconix. Abbiamo parlato con Luca, il titolare, per farci raccontare questa storia che ha portato alla nascita di ben 4 gin, per andare incontro a tutti i gusti!

gin iconix

Quattro generazioni, quattro gin: Luca, partiamo dalle origini, raccontaci la storia della distilleria!

La nostra distilleria si chiama Novelli prendendo il nome dallo zio di mio nonno: parliamo di quattro generazioni fa. All’epoca ci lavorava mio nonno , in seguito ha preso le redini della distilleria mio padre. E tra una generazione e l’altra il cognome è cambiato: io mi chiamo Pelizzari. Nella distilleria hanno lavorato tutti i familiari, è proprio una tradizione di famiglia: anche le mie tre zie hanno lavorato lì. Adesso sono rimasto solo io con 4 dipendenti. Come puoi immaginare dall’evoluzione della storia, sono passate quattro generazioni ma non è cambiato il nostro modo di lavorare, sempre artigianale come agli esordi.

Acquista IconiX

Da dove è arrivata l’idea di distillare gin?

Noi in distilleria abbiamo sempre prodotto i classici più richiesti: sciroppi, grappa, brandy.
L’idea di confrontarci con la distillazione del gin è nata qualche anno fa lavorando per conto di un cliente che ci ha chiesto di produrgli un gin particolare, con tante botaniche. Ho iniziato così a dare attenzione al mondo del gin e ho deciso che era il momento di uscire sul mercato con dei gin tutti nostri. Era ottobre dell’anno scorso, pieno lockdown, periodo adatto per pensare a rinnovarsi.

Come è nato il nome del gin, Iconix? Come mai c’è un giglio rappresentato sull’etichetta?

Ho trovato una parola – icona, iconico – che ho notato che si usa tantissimo negli ultimi anni. Siccome penso che il gin in questi anni sia diventato un prodotto iconico, sempre sulla cresta dell’onda, mi è sembrato che Iconix fosse il nome perfetto.
Il giglio che è rappresentato sull’etichetta è un’altra cosa iconica, un simbolo senza tempo. L’etichetta armonizza con il giglio essendo a forma di scudetto: ricorda uno stemma.

Acquista i Gin IconiX

Parliamo dei quattro Gin, che si distinguono grazie a un numero: partiamo dal N.1

Il Gin Iconix N.1 è un London Dry botanico, le botaniche sono messe in infusione tutte insieme e tra queste troviamo ginepro, angelica, coriandolo e poi alloro, foglie di ulivo, bucce limone e arancia più alcune botaniche che non sono dichiarate. Si tratta di un London bello secco, perfetto per preparare un gin tonic, o da bere con un succo di frutta per smorzare.

Cosa ci dici invece del N.2?

Il N.2 è un gin distilled agrumato. Contiene ginepro, bucce di limone e arancia, salvia, menta e rosmarino. Ho aggiunto anche pompelmo rosa, mandarino e cedro.

Passiamo ora al N.3!

Il N.3 è un gin distilled fruttato: unisce all’infuso di bacche di ginepro le note di frutti rossi di bosco.

E per finire, parliamo del N.4

Il Gin Iconix N.4 è un distilled speziato: sempre a base di ginepro, contiene poi zenzero, cardamomo e coriandolo. Si fonde con una parte più dolce data dall’ibisco, il the nero e i fiori d’arancio. Una parte residuale balsamica e erbacea è invece data dalla salvia, l’alloro, il timo e il basilico.
Iconix nelle sue quattro varianti è in grado di soddisfare gusti differenti, appena apriranno i bar vedremo quale piacerà di più!

Acquista i Gin IconiX

Lascia un commento

Conferma

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News