Ricette

Come utilizzare la frutta di stagione per fare le infusioni nel gin

Vanessa Piromallo
May 10, 2021

Fragole, lamponi, mirtilli, more, ma anche ciliegie, pesche e... cetriolo! Ecco come fare i gin aromatizzati con la frutta di stagione!

Avete un po’ di frutta di stagione da parte e qualche gin dry che non vi ha colpito particolarmente? O avete semplicemente voglia di qualcosa di nuovo da bere, fresco e fruttato? Ecco come preparare a casa naturalissime infusioni di frutta nel gin in modo facile e veloce per dare una svolta ai vostri aperitivi e ai vostri cocktail estivi. Quale è il tuo preferito tra i vari frutti di bosco, ciliegie, pesche e cetriolo?

Infusione di fragole, lamponi o more nel gin:

Ti servono solo 300 grammi di fragole o lamponi o more, 80 grammi di zucchero e 500ml di gin. Chiaramente bisogna lavare bene la frutta, posizionarla in un contenitore ermetico in vetro sterilizzato, aggiungere il gin e lo zucchero e agitare bene. Lascia riposare a coperchio chiuso per due o tre giorni, dando una bella shakerata ogni giorno. Per le more è meglio lasciare in infusione per più tempo, circa 30 giorni, e in un luogo buio per un risultato migliore. Infine travasa in una bottiglia di vetro filtrando il liquido con un panno di mussola. E’ meglio se conservi questo gin in frigorifero e per non più di un mese.

Infusione di mirtilli nel gin:

Anche in questo caso servono 300 grammi di mirtilli lavati e 500ml di gin, mentre di zucchero ne bastano 50 grammi. Schiaccia leggermente i mirtilli, quanto basta per aprire un poco le bucce. Poi il procedimento è lo stesso: mettere il tutto nel contenitore ermetico sterile, agitare, conservare per due o tre giorni agitando ogni giorno il barattolo e infine travasare filtrando. Come sopra, è meglio se conservi il gin in frigorifero e per non più di un mese.

Infusione di ciliegie nel gin:

Comincia ancora una volta col procurarti 300 grammi di ciliegie lavate, 500ml di gin e 40 grammi di zucchero. Nel solito contenitore ermetico in vetro posiziona le ciliegie (senza gambo), aggiungi lo zucchero e il gin. Chiudi il coperchio, agita bene e lascia in infusione in un luogo fresco e buio per almeno tre mesi, agitando il barattolo tutti i giorni. Filtra e versa in una bottiglia di vetro.

Infusione di pesche nel gin:

Prendi due pesche, lavale e tagliale a spicchi, togliendo il nocciolo. Posizionale nel contenitore ermetico in vetro e aggiungi 40 grammi di zucchero e 500ml di gin. Chiudi il coperchio e agita per bene, poi lascia in infusione per tre o quattro giorni, agitando ogni giorno. Infine, travasa il gin in una bottiglia di vetro filtrandolo con un panno di mussola. Conserve il frigo e consuma entro un mese!

Infusione di cetriolo nel gin:

Mezzo cetriolo e 500ml di gin è tutto ciò che serve. Sbuccia il cetriolo e taglialo a cubetti piccoli, poi mettilo nel contenitore ermetico sterile con il gin e chiudi il coperchio. Lascia in infusione per 24 ore in un luogo buio e infine travasa il gin in una bottiglia filtrandolo con un panno di mussola. Conserva in frigorifero o nel congelatore, ma meglio consumarlo entro un mese. Da bere così, bello freddo, o nel Gin Tonic!

Enjoy and God Save the Gin!

Lascia un commento

Conferma

spezie botaniche
News
7 Cold Compound Gin italiani da provare
ebook summer 2021
News
E’ arrivato l’ebook gratuito Summer 2021 con tante nuove ricette a base gin
June by G'Vine
Recensioni
June Wild Peach Gin e June Royal Pear Gin by G’Vine: i nuovi gin dell’estate

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News