Fiumi di gin sui bar di tutto il mondo: il gin è lo spirit of the year!

Fiumi di gin sui bar di tutto il mondo: il gin è lo spirit of the year!

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

La classifica di Drinks International premia Tanqueray Gin, mentre il Negroni vince la medaglia d’argento come best cocktail

La rivista dei baristi di tutto il mondo Drinks International non ha dubbi: il gin è stato “the spirit of the year”, l’alcolico dell’anno, che continua nella sua crescita a doppia cifra nelle vendite. Il traino viene soprattutto dalla riscoperta che si sta avendo nel Regno Unito, dove si sono registrate 40 milioni di bottiglie vendute e 1,12 miliardi di gin&tonic ordinati al bar. Aiuta anche il boom dei gin artigianali, che ha fatto aumentare esponenzialmente anche il numero dei brand coinvolti e ha acceso un faro sul nostro spirit preferito, che è così diventato sempre più trendy.

Il Gin domina fra gli spiriti più venduti nel mondo!

Torniamo a Drinks International e al suo report: la prestigiosa testata di settore ha decretato come fa ogni anno gli alcolici più venduti (suddivisi per categorie) e i cocktail più richiesti. Cominciamo proprio dal nostro amato gin, per dire che il podio delle vendite l’ha conquistato Tanqueray, seguito da Beefeater, Hendrick’s e Bombay. In pratica nelle prime quattro posizioni c’è lo scacchiere internazionale dei distributori: nell’ordine Diageo, Pernod Ricard, Velier e Bacardi.

Sorpresa Monkey 47 se si guarda invece alla classifica dei gin più “di moda”. La nostra scimmietta superaromatica è al primo posto dei “Top trending brands”, seguita proprio dal top seller Tanqueray e da Hendrinck’s. E c’è ancora Tanqueray in cima alla classifica delle scelte dei barman in fatto di basi alcoliche e qui c’è non solo la notizia della supremazia del marchio Diageo, che ha vinto la medaglia d’oro per ben quattro volte negli ultimi cinque anni, ma anche il fatto che il gin supera il rum, al secondo posto con Plantation, e la medaglia di bronzo va al Mezcal Del Maguey.

Passiamo ai cocktail, dove il gin gioca anche un gran ruolo, acciuffando il secondo posto con il nostro amato Negroni. Una medaglia d’argento tutta italiana, che testimonia ancora una volta (se ce ne fosse bisogno) come l’intuizione del Conte Camillo di rendere un Americano più potente, con l’aggiunta del gin, abbia fatto storia e si sia affermata in tutto il mondo. A superare il nostro preferito c’è l’Old Fashioned, che vince forse grazie al suo nome da bicchiere. Piace anche il Manhattan che acciuffa il terzo posto, seguito dal Daiquiri per un tocco di esoticità e finalmente torna il gin al quinto posto con un altro nostro amatissimo drink, il mitico Martini, in versione Dry, ovviamente.

Si apprezza come nelle prime posizioni, tre cocktail su cinque contengano vermouth. È segno di come ci sia tanta Italia nella miscelazione internazionale. Per la cronaca, la top five dei vermouth vede al primo posto Antica Formula, al secondo Cocchi, al terzo Noilly Prat (unica concessione internazionale), al quarto Martini e al quinto Cinzano. Nelle scelte dei baristi, però, c’è spazio solo per i brand nazionali e la classifica è la medesima, tranne che per quel terzo posto francese che invece va all’italianissimo Mancino.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

d1a46bc0be77c2ad7dcae0dd443b403fj