Il gin nella letteratura: citazioni ad alto tasso alcolico

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Il gin ha ispirato molti cantanti, personaggi politici e anche scrittori: ecco alcune citazioni letterarie a base di gin.

“Per fortuna che c’è il gin, il solo lume in questa oscurità. Percepisci la luce dorata che ti accende dentro? Mi piace passeggiare per la città di sera nel calore del gin.”

Albert Camus, La Caduta

 

“Victory Gin era come acido e, per di più, quando lo si manda giù si ha la sensazione di venire colpiti dietro la testa con una mazza. Poco dopo, però, la sensazione bruciante nel suo stomaco si placò e il mondo cominciò a sembrare più felice.”

George Orwell, 1984

 

“Amore mio, uniamo le mani in preghiera per il gin. Un’aridità ci contamina. La nostra sete viscerale per il succo di ginepro…”

Wallace Thurman, Infants of the Spring

“Da quando te ne sei andato le cose non sono andate bene per me: mi hanno portato da un luogo dove c’era gin a un luogo dove non c’è gin.”

Sarah Caudwell, Thus Was Adonis Murdered

 

“Tutti gli ambasciatori, generali e governatori lo sapevano, il gin più portare sofisticatezza nel più squallido degli avamposti e sollevare il morale del più triste dei servi d’Inghilterra. La sua produzione e distribuzione era una priorità nazionale.”

Rhidian Brook, The Aftermath

 

“Prima sparisce il tè, prima possiamo tirare fuori il gin, eh?”

Henry Reed, Private Life of Hilda Tablet

 

“La giusta unione fra gin e vermouth è una magnificenza enorme e improvvisa; è uno dei matrimoni più felici della terra.”

Bernard DeVoto, The Hour: A Cocktail Manifesto

“Per sopportare il dolore di vivere, tutti quanti ci droghiamo in maggiore o minore quantità con il gin, la letteratura, le superstizioni, il romanticismo, l’idealismo, politicamente, sentimentalmente e moralmente, con ogni possibile preparazione di quell’hashish universale: l’immaginazione.” 

George Bernard Shaw

 

“Come uno stupido sono andato a riva con loro e mi hanno dato una roba maledetta che chiamano gin – non avevo mai sentito una tale blasfemia… questo era il liquore più bestiale e sacrilego che avessi mai assaggiato…”

Edward John Trelawny, Adventures of a Younger Son

 

“C’è della verità nel vino, e forse ce n’è un po’ nel gin e nella birra scura; ma che per me valga la pena sapere la verità è un’altra questione.”

George Eliot, Felix Holt: il radicale

 

“A buon libro pesante ti frena. E’ un’ancora che ti impedisce di alzarti e bere un altro gin tonic. Molte persone sono state salvate dall’alcolismo estivo da Dostoevskij.”

Roy Blount Jr., Where Books Fall Open: A Reader’s Anthology of Wit & Passion

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati