Gin Cocktail & Cinema: Episodio 6

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

3 nuovi cocktail originali, 3 nuovi gin, 4 nuovi bartender d’eccezione per questo nuovo episodio delle ricette ispirate ai film cult

Trader’s Fizz

(ispirato al film “Scarface”, di Brian De Palma, 1983)

Barmen: Simone Lancia e Christian Felice, barmen del Ristorante Madre di Roma

Ingredienti:

  • 50 ml Fifty Pounds London Dry Gin
  • 20 ml sciroppo di papaya e liquirizia
  • 15 ml Falernum homemade
  • 30 ml succo di limone
  • 15 ml albume
  • 3 dash Peychaud bitter
  • 2 dash Lavander bitter
  • Soda

Garnish: fiore edule e semi di papaya

Preparazione: Il drink viene preparato con la tecnica shake & double strain: pur essendoci l’albume effettuiamo una sola shakerata, dando maggior volume all’albume con la parte frizzantina della soda finale. Come decorazione un fiore edule e semi di papaya che, essiccati, acquistano un sapore speziato simile al pepe.

Ispirazione: Un’altalena di sapori, dove la parte speziata va a incontrare la parte fresca e fruttata, un drink nato per accontentare tutti i palati. Il nome è ispirato a uno degli inventori dei Tiki Cocktail, Trader Vic, e, con un gioco di parole, lo abbiamo collegato a uno dei drink storici da cui abbiamo preso ispirazione, il “Gin Fizz”. Abbiamo deciso di abbinare il nostro Trader’s Fizz al film Scarface con Al Pacino, il drink è un mix tra un Gin Fizz e un Tiki Cocktail. Il Gin Fizz è un cocktail storico che nasce nel 1750 sulle navi inglesi, dove l’esercito della Marina Inglese sbarcato in America a terraferma usava miscelare il Gin con succo di limone per assumere un quantitativo sufficiente di vitamina C. In questo drink la ricetta storica incontra la cultura Tiki, i prodotti, la cultura e le tradizioni dei Caraibi che, in un viaggio tra Cuba e l’America proprio come Tony Montana, il protagonista del film, che, scappato da Cuba come rifugiato politico, sbarca in America diventando uno dei più pericolosi gangster d’America.

Trader’s Fizz di Simone Lancia e Christian Felice

Simone Lancia e Christian Felice, barmen del Ristorante Madre di Roma

Maverick

(ispirato al film “Top Gun”, di Tony Scott, 1986)

Barman: Marco Riccetti, head bartender dell’Inside Restaurant & Cocktail Bar di Torino

Ingredienti:

  • 4,5 cl Aviation Gin
  • 2 cucchiaini zucchero liquido aromatizzato
  • 7 cl circa acqua naturale a colmare
  • 1 dash bitter alla prugna

Bicchiere: highball

Preparazione: Con la tecnica del Build on ice, versare tutti gli ingredienti direttamente nel bicchiere highball colmo di ghiaccio e mescolare.

Ispirazione: Il cocktail nasce dall’idea di realizzare il drink che il Tenente Pete ‘Maverick’ Mitchell (interpretato da Tom Cruise) beve durante i momenti-clou di Top Gun. Infatti, nella pellicola, il personaggio è solito bere un bicchiere di acqua naturale con ghiaccio ed ecco che l’ispirazione arriva proprio dal desiderio di realizzare un drink che visivamente assomigliasse al bicchiere d’acqua. Un drink per ‘giocare’ con aromatizzati e bitter cui aggiungere sapori e profumi, pur mantenendolo leggero e piacevole, seguendo la linea-guida della freschezza dell’acqua e del balsamico di Aviation Gin. Ed è proprio attraverso le note balsamiche di Aviation Gin, distribuito in Italia da Rinaldi 1957, che si ricorda nel film il volo nei cieli dei caccia F-14 Tomcat e arriva questa bevuta dissetante e fresca e con una gradazione alcolica non troppo forte. Il tutto con un autentico portento, l’Aviation Gin, di cui è principale ed entusiasta azionista l’attore americano Ryan Reynolds. Un gin small-batch con solo 90 casse distillate alla volta. Nato nel 2006 come prima collaborazione tra distillatori e baristi della storia americana, prende il nome dal cocktail Aviation e appartiene a una nuova categoria di Dry Gin, in cui viene dato minor risalto al ginepro in favore di un più bilanciato mix di erbe botaniche, in questo caso: ginepro, cardamomo, lavanda, sarsaparilla indiana, buccia d’arancia dolce, semi di coriandolo e anice, messe in sacchi di nylon in infusione per 18 ore in alcol da grano.

Maverick di Marco Riccetti

Marco Riccetti, head bartender dell’Inside Restaurant Cocktail Bar di Torino

Dollars and Orange

(ispirato al film “Una poltrona per due”, di John Landis, 1983)

Barman: Alessio Ciucci, bartender del Borgo La Chiaracia Resort & SPA, di Castel Giorgio (Terni)

Ingredienti:

  • 4 cl Fifty Pounds London Dry Gin con due gocce di tabasco
  • 3 cl rum Don Papa
  • 1 cl Bitter Del Professore
  • 1,5 cl succo di lime
  • 1 cl maraschino Pallini
  • 1 bar spoon marmellata di arancia amara

Bicchiere: coppa Champagne
Garnish: scorza di arancia

Preparazione: Con la tecnica dello shake and strain, versare in uno shaker il gin Fifty Pounds con il tabasco, il rum Don Papa, il Bitter Del Professore e il succo di lime e shakerare con del ghiaccio per raffreddare, amalgamando il tutto. Utilizzare il maraschino Pallini per ‘sporcare’ il bicchiere, una coppa champagne. Passare quindi il tutto per 3 volte attraverso un colino, dove è presente la marmellata di arancia amara.

Ispirazione: Il drink è una variante del “Satan’s Circle”, a sua volta ispirato a una zona malfamata di New York, nel mezzo dei quartieri multietnici. In questo caso, nel film ‘Una poltrona per due’, classico film natalizio e grande capolavoro di John Landis con Eddie Murphy, Dan Aykroyd e Jamie Lee Curtis, l’inferno è la borsa di Wall Street. La scelta degli ingredienti esalta i due distillati, gin e rum, per rappresentare i due protagonisti – Billie Ray Valentine con il rum Don Papa e Louis Winthorpe III con il Fifty Pounds Gin – mentre il tabasco rappresenta Ophelia, la protagonista femminile e il maggiordomo Coleman è rappresentato dal maraschino Pallini, che “accompagna” gli altri ingredienti. Il Bitter Del Professore rappresenta i fratelli Dukes, con la loro “amara” scommessa da un dollaro. L’arancia e il suo mercato, al centro della pellicola, sono ben rappresentati dalla percolazione del liquido con la marmellata di arancia.

Dollars and Orange di Alessio Ciucci

Alessio Ciucci, bartender del Borgo La Chiaracia Resort & SPA di Castel Giorgio

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - That's The Spirit SRL - PI/CF 03553861208 - Tutti i diritti riservati