Eden Mill Gin inarrestabile, tutte le novità del mese

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Il brand scozzese Eden Mill è in grande espansione e per tutto agosto ha fatto parlare di sé, dei suoi gin e delle sue numerose iniziative

Sin dall’inizio di agosto il brand Eden Mill Gin non ha fatto altro che far parlare di sé. Il gin è prodotto dalla St Andrews distillery & brewery, in Scozia, fondata da Paul Miller e proprio lui è il primo a fare notizia. Miller infattti ha espresso la propria opinione su The Drink Business in merito all’eterna discussione fra chi pensa che la proliferazione di distillerie apporti benessere al mercato e al settore turistico e chi invece sia convinto non sia altro che un castello di carte in procinto di crollare.

La crescita del brand Eden Mill potrebbe riflettere la crescita di tutta l’industria del gin scozzese

Paul Miller, founder Eden Mill Distillery & Brewery

Paul Miller, founder of Eden Mill Distillery & Brewery

Secondo Miller, chiaramente, la crescita del numero di distillerie in Scozia apporta valore e anche molti posti di lavori e non è d’accordo con l’economista Tony Mackay che invece pensa che il governo scozzese stia sopravvalutando l’andamento del mercato. Miller, al contrario, fa notare che la ricerca del professore in economia non tiene conto di tutti gli aspetti coinvolti, per esempio l’attenzione delle nuove realtà alle richieste dei consumatori, la prontezza nel seguire i trend, l’innovazione e la passione che portano a valorizzare i prodotti premium locali apportando benefici in tutte le categorie del cibo e delle bevande a livello globale.

A partire dalla tradizione del whisky, che già negli Stati Uniti ha creato nuove forme di turismo, la Scozia è in grado di trarre vantaggio dai nuovi trend e, lavorando anche con il gin, può trarne grande profitto se il governo agevola questa tendenza. Questo è il pensiero di Miller, contrario a ciò che sostiene Mackay. Inoltre, dopo la Brexit, è ancora più importante che il governo sostenga questo lato sostanziale dell’economia di tutto il Regno Unito.

A conferma dell’investimento nell’innovazione che la distilleria St Andrews porta avanti, essa ha lanciato a inizio mese il suo Mixology Project, presentendo la sua gamma di cocktail in bottiglia. Lavorando assieme a bartender di tutto il mondo, l’azienda ha abbinato botaniche locali a diversi gin per creare “premium cocktail” pronti per essere consumati.

Il range comprende il Berry Bramble, con frutti di bosco e Love Gin; Citrus Frizz, con pompelmo, limone, arancia rossa e fiore di sambuco assieme a Original Gin; Roasted Martini, con chicchi di caffè e vaniglia con Oak Gin; Eden Mill’s Basil Smash, con Hop Gin, basilico, cocomero e lime. Le bottiglie da 250ml possono essere ordinate online su http://www.edenmill.com/gin/, al prezzo di 3£ l’una o nel pacco con tutte e sei le varianti più un bicchiere goblet a 15£.

Un’altra notizia sempre di inizio mese è la partnership di quattro anni fra Eden Mill e Scottish Rugby. Il brand sarà inoltre il gin officiale dei Glasgow Warriors e di Edimburgh Rugby e organizzerà dei pop-up bar durante le partite. Il primo match si terrà sabato 12 novembre: Scozia contro Australia.

Gamma dei cocktail pronti da bere, Eden Mill's Mixology Project

Gamma dei cocktail pronti da bere, Eden Mill’s Mixology Project

Grant Gilchrist firma la partnership con Eden Mill

Grant Gilchrist firma la partnership con Eden Mill

Credete sia finita qui? A metà mese Eden Mill ha annunciato la firma dell’accordo con Imp Ex Distribution per portare il brand negli Stati Uniti. Il distributore vuole infatti portare il gin in 14 mercati chiave in zone quali Florida, California, New York e Texas e la distilleria è pronta all’espansione all’estero in vista anche del lancio del suo primo whisky single malt nel 2018.

E dopo questa notizia Paul Miller ha inoltre annunciato che la crescita della distilleria è prevista su più livelli. Mira infatti a trasformare l’attuale turnover di 4.5 milioni di Sterline in 6 milioni nel giro di un anno e di assumere almeno otto persone raggiungendo i 45 impiegati. Sempre entro la fine dell’anno, Eden Mill vuole raggiungere i 30 mercati d’esportazione e sta esplorando Hong Kong, Giappone, Germania, Lussemburgo e Portogallo, ma soprattutto mira a Spagna, Singapore e Tailandia.

Good luck and God Save the Gin!

 

Fonti:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

id luctus felis adipiscing ipsum vulputate, leo. dolor facilisis elit. ante. Praesent