Il gin spopola anche a Hong Kong e nascono le prime produzioni locali

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

La moda del gin non si arresta nella sua conquista del mondo e anche a Hong Kong aprono due nuove micro-distillerie: Two Moons e NIP

Hong Kong costituisce un mercato molto interessante per i produttori di gin poiché il mondo del bartending fa grande presa e sia i locali sia i consumatori si stanno lasciando travolgere dalla moderna Gin Craze. Sono sempre più i brand di gin che esportano a Hong Kong, mentre la produzione in loco non si è ancora molto sviluppata a causa dei costi elevati. Solo di recente due giovani appassionati di gin, Ivan Chang e Dimple Yuen, sono riusciti ad aprire la loro micro-distilleria proprio in mezzo alla città. Il nome è Two Moons Distillery e da poco hanno lanciato il loro primo gin.

Dall’Europa al resto del mondo, la moda del gin ha raggiunto anche Hong Kong

Entrambi i giovani imprenditori hanno esperienza nell’ambito del food&beverage, ma la loro iniziativa nasce soprattutto dal loro amore condiviso per i London Dry e dalla flessibilità che solo il gin fra tutti i distillati è in grado di dare, permettendo ai produttori di sperimentare letteralmente con qualunque ingrediente a patto che il ginepro sia presente e quindi di esprimersi al massimo.

Two Moons Gin

Two Moons Gin è prodotto artigianalmente in piccoli lotti da 100 bottiglie in alambicco tedesco con metodo one-shot. Contiene dodici botaniche provenienti da ogni parte del mondo, delle quali quattro asiatiche come per esempio le scorze di mandarino e di limone e il pepe rosa. Le note principali sono date dall’albicocca kernel della Cina, con sentori dolci e di frutta secca, e dalla vaniglia del Madagascar più la fava Tonka. Nel finale emerge chiaro il ginepro con note di coriandolo e liquirizia. Nello sviluppo della ricetta i due creatori hanno detto di aver mirato a dare vita a un gin che fosse bilanciato, complesso e piacevole da sorseggiare. Oltre alla distilleria e al lancio del gin, i due hanno in progetto di creare una comunità di amanti del gin per diffondere la conoscenza sulla distillazione del gin a Hong Kong.

NIP Gin

Sempre a Hong Kong, un altro giovane duo di amanti del gin, Jeremy e Nick, ha fondato da poco la micro-distilleria N.I.P. La produzione si avvale di un alambicco di rame Christian Carl da 220 litri, con colonna di distillazione personalizzata: ci sono voluti 16 mesi per metterne a punto il design. Nessuno dei due lavorava nel campo, ma hanno studiato a lungo, conseguendo anche il diploma in distillazione presso l’Institute of Brewing & Distilling, per poter realizzare il progetto di creare il primo vero “spirito di Hong Kong”. Il loro gin ha venti botaniche, tra cui kumquat, foglie di tè shoumei, chenpi (scorze invecchiate di mandarino), bacche di goji e osmanthus. Un gin leggero e fragrante, di cui per ora sono state prodotte solamente le prime 100 bottiglie.

 

Fonte:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - That's The Spirit SRL - PI/CF 03553861208 - Tutti i diritti riservati